Header ad
Header ad
Header ad

E’ l’ora dei Presepi nella Valle dei Figurinai

Il Presepe è una delle suggestioni più genuine e popolari della tradizione cristiana.

Nella Valle del Serchio molti sono i Presepi bellissimi, con i pastori realizzati dai piccoli e grandi figurinai che da secoli perpetuano una delle tradizioni più genuine delle nostre terre, in Bagni di Lucca e Coreglia, che tanto pane hanno dato e continuano a dare alle nostre popolazioni.

Voglio ricordare tre episodi di anni fa: Stoccolma quando ti poni il problema di cosa portare a familiari ed amici di ritorno da un viaggio: vedi un negozio con delle Figurine di Gesso bellissime, entri per acquistarne una, per farla incartare la giri fra le mani e sotto appare una targhetta: made in Bagni di Lucca. Il secondo episodio: Passeggiavo lungo il Pier 39 di San Francisco quando vedo un negozio di articoli natalizi e non siamo sotto Natale, mi incuriosisco, entro e all’interno vedo una scritta luminosa: Prodotti della ditta Fontanini di Chifenti.

Il terzo episodio l’ho sentito raccontare proprio da Emanuele Fontanini, che in quarantanni di produzione e commercio nel settore ha avuto modo di vedere i Presepio più impensabili.

Invitato a visitare una abitazione privata, nel sud della Florida, di una signora sui settantanni, che rimasta vedova da oltre dieci anni, ogni settimana di ogni mese di ogni anno, acquistava una figurina della collezione da 12 centimetri. Tornava a casa e la aggiungeva al suo Presepio che poi lasciava esposto tutto l’anno, aperto ai visitatori. È facilmente immaginabile la sorpresa e lo stupore entrato in casa! Tutte le stanze erano praticamente scene paesane di un presepio con figurine Fontanini». 

La mente corre ai nostri Figurinai che nei secoli passati, prima producevano i famosi gessi e poi li andavano a vendere, con il canestro sottobraccio, in tutto il mondo.

Vale la pena andare a visitare il Museo della Figurina e dell’Immigrazione che si trova a Coreglia Antelminelli, per rimembrare la vita disagiata ma avventurosa dei nostri nonni a vendere in terre lontane quello che producevano al paesello in Valle.

L’elenco dei Presepi di quest’anno nella Valle del Serchio lo potete trovare sul sito  http:://infopointmv.blogspot.com;  

Voglio però darvi un suggerimento per ammirare un Presepe che ha me piace moltissimo, per la fattura del paesaggio ricreato, per la bellezza dei pastori, per la location, semplice ma avvolgente in cui è realizzato è che merita un piccola escursione per andare a vederlo.

Il Presepe ha un nome bizzarro ma affascinante: Presepe al Pozzo di Salita.

E’ realizzato dal Comitato Paesano, all’imbocco della strada per Gioviano: basta seguire la strada Ludovica, dopo Borgo a Mozzano, superare l’incrocio con il ponte di Calavorno, e dopo poche centinaia di metri, svoltare a sinistra, sulla strada che porta a Gioviano.

Il Presepe ci appare all’improvviso, come una visione, appena la strada inizia a salire: è a sinistra, sul ciglio della strada, appoggiato su una roccia, all’aperto, salvo una tettoia che lo protegge in parte dagli elementi atmosferici.

E’ meraviglioso con le sue luci, le sue case, i mestieranti che lavorano alacremente, molto mosso, tanti movimenti e molto scorrere di acque. Un insieme unico, che incanta.

Sarà la collocazione, così, sulla strada, senza ne muri ne guardie, in mezzo al nulla, sarà il senso di pace, di ordine, di vero, che provi ad ammirarlo, che ne fanno, a mio parere, un Presepe che non si può non andare a vedere, per la bellezza degli occhi…e la pace della nostra anima.

francesco colucci

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi