Header ad
Header ad
Header ad

INARRESTABILE LUCCHESE!!! Battuta anche la forte Cremonese… 1 a 0

LUCCHESE-CREMONESE 1-0

Lucchese: Nobile, Florio (36′ s.t. Maini), Capuano, Mingazzini, Forte, Fanucchi (31′ s.t. Nole’), Terrani (39′ s.t. Martinez), Bruccini, Espeche, Cecchini, Dermaku. A disp.: Di Masi, Bagatini, Maini, Merlonghi, Fratini, Nolé, Bragadin, Martinez, Gargiulo, Zecchinato, Longobardi, De Martino. All.: Galderisi.

Cremonese: Ravaglia, Gemiti (31′ s.t. Maiorino), Salviato, Polak, Cavion (5′ s.t. Scarsella), Brighenti, Stanco, Moro, Marconi, Pesce, Perrulli (14′ s.t Ferretti). A disp.: Bellucci, Galli, Procopio, Maiorino, Stanghellini, Ruci, Scappini, Haouhache, Scarsella, Lame, Ferretti. All.: Tesser.

Arbitro: Francesco Guccini della sezione di Albano Laziale.

Reti: 44′ p.t. Forte (L).

Ammoniti: Dermaku, Pesce, Forte, Maiorino, Ferretti.

Note: Espulso Moro al 44′ s.t. per proteste.

Spettatori: 2333.

La Lucchese non si ferma più!!! Anche contro la Cremonese, una delle due squadre più forti del campionato, ha sfoderato una prestazione esagerata e ha conquistato la terza vittoria consecutiva, scalando così altre posizioni in classifica. La partita era appunto di quelle da far tremare le gambe, l’avversario non solo era forte, ma anche prestigioso e allenato da uno bravo come Attilio Tesser, Nolè e compagni avevano avuto 48 ore in meno di riposo rispetto agli avversari, ma l’umiltà mista all’ambizione che la formazione rossonera ha messo in campo oggi avrebbe potuto stendere avversari ancor più forti e blasonati.

Qualcuno dirà che la Lucchese in questa circostanza ha avuto dalla sua gli episodi e che la gara è stata condizionata dall’arbitro, può darsi che sia così, ma l’1 a 0 a favore è l’unica cosa che conta e che resta. Del resto, secondo nostro modesto avviso, il rigore concesso dal signor Guccini ai rossoneri allo scadere della prima frazione di gioco c’era. Dall’alto della tribuna è apparsa evidente la trattenuta sul centravanti Forte, che poi si è preso la responsabilità di calciare dagli 11 metri, facendosi però respingere il pallone. Sulla ribattuta si è avventato sempre Forte che al secondo tentativo ha fatto centro e segnato il suo dodicesimo gol in campionato. Nel parapiglia che accompagnava i giocatori verso la metà campo, per la ripresa del gioco, sempre l’arbitro ha ravvisato gli estremi per espellere il grigiorosso Mori, che evidentemente si è rivolto a lui in modo non proprio ortodosso.

Con un gol di vantaggio e con un uomo in più la formazione di Galdersi ha affrontato il secondo tempo comunque con umiltà e rispetto dell’avversario, cercando di tener più lontano possibile gli avversari dalla propria area. La Cremonese ha avuto così solo una grande occasione per raggiungere il pari, era il 61′ e Scarsella da pochi passi ha colpito il palo interno alla sinistra di un Nobile che ormai sembrava battuto, la palla però aveva altri programmi rispetto a quello di tuffarsi nella rete e ha invece preso, per fortuna della Lucchese, altre vie.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi