Header ad
Header ad
Header ad

Photolux arriva a teatro con lo spettacolo “Gli occhi di Vivian Maier (I’m a Camera)”

PHOTOLUX ARRIVA A TEATRO CON LO SPETTACOLO
“GLI OCCHI DI VIVIAN MAIER (I’M A CAMERA)
Teatro San Girolamo, sabato 26 novembre, ore 21.15

Lucca, 24 novembre 2016 – La prima settimana di Photolux si avvia alla conclusione e il festival curato da Enrico Stefanelli porta a teatro un’anteprima assoluta. Sabato 26 novembre, alle 21, al Teatro San Girolamo andrà in scena “Gli occhi di Vivian Maier (I’m a Camera), lo spettacolo prodotto, diretto e interpretato da Roberto Carlone, fondatore della Banda Osiris. Affiancato alla regia da Caterina Cavallari, Carlone ha compiuto una ricerca approfondita sulla vita della fotografa-bambinaia, scoperta casualmente e diventata un punto di riferimento per la street-photography. Sul palco del San Girolamo prenderanno vita quattro personaggi, interpretati dal solo Carlone; sullo sfondo una scenografia mutevole che trasforma l’orizzonte di New York in una camera oscura e infine in una Rolleiflex. Uno spettacolo poetico che unisce capacità recitativa, musica, proiezioni e tecniche diverse, come il videomapping, il diorama e il documentario. Nel pomeriggio di sabato, presso l’Auditorium della Fondazione Banca del Monte, in piazza San Martino, due talk: il primo alle 16:30 vede Enrico Ratto, fondatore di Maledetti Fotografi, in conversazione con due giovani talenti della fotografia italiana Giuseppe Mastromatteo e Marco Maria Zanin; il secondo alle 17:30 ospita i due vincitori italianidel World Press Photo 2016, Fulvio Bugani e Giulio Piscitelli.

Photolux prosegue domenica 27 sempre nell’Auditorium della Fondazione Banca del Monte, con due appuntamenti realizzati grazie alla stretta collaborazione nata con Unicoop Firenze. Alle 11.30 si terrà la premiazione del concorso “Immagina Lucca”, promosso proprio da Unicoop, con Photolux e Alinari. Fotografi, artisti e instagramers sono stati chiamati a completare con tre immagini il “Panoramaroberto-carlone-1 circolare della Città di Lucca e monti circonvicini” eseguito nel 1870 ca. dal fotografo lucchese R. Bertini e oggi conservato negli Archivi Alinari. Ai vincitori nelle tre diverse sezioni andrà un buono spesa Coop da 1000 euro, una stampa in 5 copie della propria Panoramica Alinari e l’inserimento delle opere nella Collezione Alinari. Alle 17.30, invece, saranno al centro della scena Paolo Cagnacci, Matteo Cesari e Irene Alison, rispettivamente autori e curatrice del progetto e della piattaforma web “A come Arno”. Anche questa realizzata con il contributo, fra gli altri, di Unicoop Firenze “A come Arno”, piattaforma multimediale e libro, raccoglie il percorso di documentazione compiuto lungo il fiume che attraversa Firenze, a 50 anni dall’alluvione che devastò la città. Nel progetto si intrecciano immagini attuali, materiali iconografici d’epoca, contributi visivi dei fotografi emergenti della Fondazione Studio Marangoni di Firenze e dagli allievi dei laboratori del progetto Arno2016: un viaggio, quindi, che racconta una città e una memoria collettiva.

Le mostre restano aperte tutti i giorni, dal 19 novembre all’11 dicembre, dalle 10 alle 13. Per info, biglietti e programma completo: www.photoluxfestival.it.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi