Header ad
Header ad
Header ad

“Rompi il silenzio”: grande flash mob allo stadio di Lucca contro la violenza sulle donne

“Rompi il silenzio”: 1.500 ragazzi contro la violenza sulle donne

Il 22 novembre grande flash mob degli studenti allo stadio comunale di Lucca in occasione della Giornata internazionale

Lucca, 17 novembre 2016 – 1.500 studenti lucchesi insieme contro la violenza sulle donne. Un flash mob imponente, che solo lo stadio comunale Porta Elisa può contenere. L’evento in programma martedì 22 novembre, organizzato dalla Delegazione Cesvot di Lucca, entra nelle iniziative previste per la settimana della “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne” in programma il 25 novembre.

I ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado nel territorio di Lucca indosseranno un poncho rosso e alla fine della coreografia comporranno la scritta “Rompi il silenzio” che sarà ripresa dall’alto da un elicottero, grazie alla collaborazione di Granducato Tv.

“Coinvolgere i più giovani su un tema così delicato come la violenza di genere – ha dichiarato Pierfranco Severi, presidente della Delegazione Cesvot di Lucca – non ha solo valore didattico, ma soprattutto sociale. Formare cittadini consapevoli e responsabili è una priorità e possiamo farlo promuovendo una riflessione seria e approfondita tra i banchi di scuola, nel mondo dell’associazionismo e in tutte quelle realtà che hanno il compito di valorizzare la dimensione umana del cittadino. Un grazie di cuore ai ragazzi, che con il loro coinvolgimento hanno dato un messaggio forte e incisivo.”

Il flash mob inizierà dalle 9. A seguire, sempre all’interno dello Stadio Comunale di Lucca, sono previsti gli interventi istituzionali del Presidente della Delegazione Cesvot di Lucca, del sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini, del Provveditore agli Studi di Lucca, Donatella Buonriposi  e delle associazioni aderenti e patrocinanti la manifestazione. Spazio anche alle testimonianza dirette con l’intervento di Mia Declar, della responsabile Codice Rosa ASL, Piera Banti, e delle associazioni di volontariato Cesvot  che promuovo la tutela della donna: la Casa delle Donne di Viareggio, la Luna Onlus e la SOS Angeli.

Nella foto in allegato da sinistra: Irene Patassini – Sos Angeli, Elisa Ricci – vicepresidente Croce Verde, Erislia Raffaelli – presidente Casa delle Donna di Viareggio,Catia Abbracciavento – ufficio scolastico territoriale Lucca e Massa, Ilaria Bietina – vicesindaco di Lucca, Pierfranco Severi – presidente delegazione Cesvot Lucca

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi