Header ad
Header ad
Header ad

La Lucchese batte per 2 a 1 la forte Viterbese

LUCCHESE-VITERBESE 2-1

Lucchese: Nobile, Maini, Merlonghi (44′ s.t. Bagatini), Forte, Fanucchi (25′ s.t. Terrani), Nole’, Bruccini, Espeche, Cecchini, De Feo (32′ s.t. Gargiulo), Dermaku. A disp.: Di Masi, Melli, Bagatini, Florio, Mingazzini, Terrani, Fratini, Ballardini, Bragadin, Gargiulo, Zecchinato, De Martino. All.: Galderisi.

Viterbese: Iannarilli, Cruciani (9′ s.t. Marano), Dierna, Scardala, Cuffa, Invernizzi, Diop, Cenciarelli, Neglia, Pandolfi, Varutti (44′ s.t. Pacciardi). A disp.: Pini, Pacciardi, Micheli, Paolelli, Fè, Ansini, Corinti, Cardore, Marano, Mazzoli. All.: Cornacchini.

Arbitro: Sig. Andrea Capone della sezione di Palermo.

Reti: 28′ p.t. De Feo, 38′ s.t. Diop, 40′ s.t. Terrani (r)

Ammonizioni: Bruccini, Scardala, Dermaku, Nole’, Diop, Espeche, Dierna,

Note: 30′ s.t. espulso Bruccini per doppia ammonizione. 42′ s.t. espulsi Galderisi e Di Masi per proteste.

Spettatori: 1702

La Lucchese, con le unghie e con i denti, è riuscita a conquistare una bellissima vittoria contro la Viterbese. L’avversario era di quelli tosti, i giallo blu infatti con i venti punti conquistati sino ad oggi si sono presentati a Lucca da quarti in classifica, con una sola sconfitta subita. Il successo rossonero proprio per questo è da considerarsi di prestigio e d’oro i 3 punti conquistati, soprattutto se si considera che ad un quarto d’ora dalla fine della gara è stato espulso Bruccini, un pilastro della formazione allenata da Galderisi. Il barbuto centrocampista è stato allontanato dal campo prima del tempo per doppia ammonizione.

A sbloccare l’incontro, dopo 28 minuti di sostanziale equilibrio, è stato il rossonero De Feo che ha insaccato sfruttando un lancio di bellezza assoluta fattogli da Nolè, il biondo attaccante ha ringraziato il compagno non fallendo una volta a tu per tu col portiere avversario. Al 44′ del primo tempo da segnalare anche un fallaccio di Scardala su Cecchini che avrebbe meritato il cartellino rosso, ma che per il pessimo arbitro Capone di Palermo era “solo” da giallo. Nella circostanza sono stati ammoniti per proteste i due rossoneri Nolè e Dermaku. Un episodio, questo, che poteva essere condizionante per il proseguo della gara, visto che la Viterbese avrebbe dovuto giocare tutto il secondo tempo in dieci.

A rimanere in dieci, come già detto, è invece stata la Lucchese. Sull’espulsione di Bruccini niente da dire, ci stavano entrambe le due ammonizioni. Il gol che ha rimesso momentaneamente in parità la partita lo ha realizzato il viterbese Diop che si è trovato il pallone sui piedi dopo un uscita poco felice del giovane portiere rossonero Nobile, sino a quel momento impeccabile, con almeno due parate decisive effettuate.

A regalare la vittoria alla Lucchese è stato Terrani, in collaborazione con l’arbitro Capone. L’attaccante rossonero è stato bravo a lanciarsi in contropiede, una volta in area è stato affrontato da un difensore della formazione ospite che con un intervento rischioso ma pulito gli ha tolto il pallone, il direttore di gara invece ha visto un fallo e concesso il rigore. A realizzare il penalty ci ha pensato con freddezza sempre Terrani. Fra la concessione del rigore e la sua realizzazione fra le due panchine è scoppiato il finimondo e a farne le spese sono stati Di Masi e mister Galderisi, tutti e due espulsi.

Alla fine della fiera si può tranquillamente dire che le sviste arbitrali sono state equamente ripartite, quindi la vittoria della Lucchese è da considerarsi meritatissima.

 

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi