Header ad
Header ad
Header ad

Vincenzo Busdraghi: una mostra interamente dedicata allo stampatore lucchese

Sarà inaugurata il 9 ottobre alle ore 17 alla Biblioteca Statale la mostra dedicata Vincenzo di Nicolao Busdraghi (Lucca, 1524 -1601), iniziativa che rientra nella manifestazione  istituita dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo chiamata “Domenica di Carta”.

Rampollo di una famiglia di nobili origini ormai decaduta, Busdraghi impiantò in città la prima tipografia stabile quando nel 1549 fece istanza di una sovvenzione alla Repubblica lucchese per stampare libri scolastici. Nella sua tipografia videro la luce oltre 200 edizioni, con una produzione – sempre di qualità – che spaziava dalla grammatica all’encomiastica, dalla storia alle scienze naturali, dalla letteratura al diritto. Di notevole importanza fu la produzione per la Repubblica di Lucca, che ne fece il proprio stampatore ufficiale.

La mostra è organizzata dal Comune di Lucca con la fattiva collaborazione della Biblioteca Statale, dell’Archivio Storico Diocesano e dell’Archivio di Stato di Lucca, e desidera illustrare ai visitatori, per la prima volta in un evento espressamente dedicato, la ricca produzione tipografica di Vincenzo Busdraghi.

Il percorso espositivo è stato strutturato in modo da accompagnare il visitatore in un viaggio che, a partire dai primi documenti che attestano i privilegi ottenuti dalla Repubblica lucchese nel 1549, prosegue con sezioni tematiche dedicate ai vari rami della produzione busdraghiana: grammatica, devozione, letteratura, diritto canonico, leggi e statuti della Repubblica lucchese, scienze naturali, morale ed etica.

Saranno esposti i documenti originali che riguardano i vari aspetti dell’attività di Vincenzo Busdraghi oltre a numerosi esemplari della sua produzione tipografica, che ne illustrano la ricchezza, la qualità nonché la varietà di temi e di pubblico.
L’evento rappresenta quindi un’occasione unica per cogliere l’importanza che questo intraprendente tipografo ha rivestito per oltre un cinquantennio nella diffusione delle idee e del pensiero nella città di Lucca, proiettando quest’ultima in un contesto culturale pienamente europeo.

La mostra resterà aperta fino al 29 ottobre ad ingresso libero e sarà aperta il sabato dalle ore 8 alle ore 13 e dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 18 (chiuso la domenica).

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi