Header ad
Header ad
Header ad

A Lucca il primo festival dedicato a Economia e Spiritualità

Arriva a Lucca il Primo Festival dell’Economia e Spiritualità, organizzato dal Comune di Lucca insieme alle associazioni “I Ricostruttori” e “Teatro di Verzura”.
Quattro giornate, da venerdì 9 settembre a lunedì 12, dedicate a spettacoli, incontri e riflessioni per ricostruire un fondamento spirituale nel rapporto con gli altri, il lavoro e l’ambiente.
L’idea del festival nasce da un dialogo intercorso fra i due direttori e organizzatori, Francesco Poggi docente di storia del pensiero economico all’università di Pisa e Padre Guidalberto Bormolini della comunità “I Ricostruttori nella Preghiera” e coordinatore dell’associazione “Tutto è vita”.
Da una parte l’economia che ingloba tutto, ma che senza la vera spiritualità tende a distruggere l’uomo e l’ecosistema. Dall’altra la spiritualità di cui oggi si sente forte l’esigenza, ma che rischia di essere inglobata nell’economia, divenendo essa stessa prodotto commerciale. Il festival dell’Economia e della Spiritualità, che si svolgerà nei giorni da venerdì a domenica prossimi nell’auditorium di San Romano e lunedì all’auditorium della Banca del Monte di Lucca, vuole proprio creare un dibattito intorno a questo ragionamento che procede per binomi, e lo farà tentando di fornire più sfaccettature possibile sul tema.
In particolare la giornata di venerdì 9 settembre prevede un dibattito su economia e spiritualità condotto da una serie di ospiti che fanno opinione: Piero Barucci, ex ministro e docente universitario converserà con Armando Torno de Il Sole 24 Ore, Mario Capanna- ambientalista e scrittore e Franco Cardini dell’università di Firenze.
La giornata di sabato 10 settembre sarà dedicata a storie concrete realizzate dentro l’economia con un altro sguardo: al mattino “Ora et labora. L’impresa con l’anima” e al pomeriggio- dalle 15: “Lo scandalo economico del dono. Egoismo o altruismo?”. A seguire, alle 17.30, incontro con Stefano Zamagni dell’università di Bologna e alle 19 “I nuovi bisogni della sanità oggi”, con l’esperienza lucchese raccontata da Raffaele Faillace. Dalle 22 “Infinito Amore…nella Notte Bianca di Lucca”, con Anna Meacci e Gli Armonici.
La giornata di domenica 11 settembre si concentrerà su spiritualità ed ecologia al mattino e spiritualità ed economia al pomeriggio, con un dialogo interreligioso a più voci presieduto da Padre Guidalberto Bormolini.
La sera, alle 18, si parlerà dell’arte a servizio della crescita della persona e del non profitto con Franco Battiato in collegamento video, Luca Gnudi e Francesco Cattini (manager di Lucio Dalla e Franco Battiato). Alle 21 si parlerà della Festa del Presente come “insolita esperienza”.
Infine lunedì pomeriggio alle 17.30 nell’auditorium della Banca del Monte di Lucca in piazza San Martino il festival dedicato all’economia e alla spiritualità terminerà con un appuntamento -che fa parte degli Incontri con le Eccellenze- con Serge Latouche, filosofo ed economista dell’università di Parigi, fra i principali teorizzatori e sostenitori della “decrescita”. L’incontro è organizzato dal Fondo Arturo Paoli e dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca con la collaborazione dell’Accademia Nazionale dei Lincei.

L’ingresso a tutte le giornate del festival è libero.
Alla prima edizione del festival Economia e Spiritualità hanno dato il patrocinio: Provincia di Lucca, Arcidiocesi di Lucca, Università degli studi di Pisa, Ordine dei Frati Minori (provincia toscana), Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Banca del Monte di Lucca,  Centro di cultura e spiritualità francescana, Fondo Documentazione Arturo Paoli, Corema srl.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi