Header ad
Header ad
Header ad

La Lucchese ad Olbia trova il pari in extremis. Doppietta di Forte.

Olbia-Lucchese 2-2

OLBIA: Montaperto, Pinna, Dametto, Miceli, Cotali, Piredda (27’st Feola), Geroni, Muroni (35’st Auriemma), Cossu, Capello (45’st Quaranta), Kouko. A disposizione. Van Der Want, Carboni, Russu, Pisano, Murgia, Scanu, Senesi. Allenatore Mignani

LUCCHESE: Di Masi, Florio, Capuano, Mingazzini, Forte, Fanucchi (27’st Longobardi), Terrani (37’st De Feo), Bruccini, Martinez (17’st Merlonghi), Espeche, Cecchini. A disposizione: Nobile, Melli, Bagatini, Ballardini, Nolè, Bragadin. Allenatore Galderisi

Arbitro: Marini di Trieste, assistenti Tribelli e Badoer

Reti: 8’pt Capello, 11’st Forte, 21’st Piredda, 49’st Forte

Note: Ammoniti Piredda, Montaperto, Feola, De Feo

La Lucchese, nella trasferta in terra sarda che la vedeva opposta all’Olbia, è riuscita ad acciuffare il pareggio all’ultimo minuto di gara. Proprio quando l’arbitro Marini di Trieste stava per sventolare la bandiera a scacchi sulla vittoria degl’isolani, un fantastico Forte è riuscito a girare in porta un pallone d’oro apparecchiatogli dal subentrato De Feo. Un gol importante e che ha rimesso in equilibrio una sfida che i rossoneri non meritavano di perdere, e che se avessero perso avrebbe creato una marea di rimpianti. Questa Lucchese sembra davvero competitiva e ben assortita nei vari reparti e dopo i due pareggi nelle prime due gare di campionato, adesso dovrà convincersi dei propri mezzi, cominciando a portare a casa tante belle vittorie.

Per gli uomini di mister Galderisi la partita era cominciata proprio male, con l’Olbia che dopo 8′ è passata in vantaggio con un gol realizzato da Capello con un bel tiro dalla distanza che ha sorpreso l’estremo rossonero Di Masi, forse infastidito dal sole. Nonostante la batosta iniziale la Lucchese non si è smarrita ed ha tenuto bene il campo, giocandosela sempre a viso aperto e rischiando di capitolare ancora su due contropiedi orchestrati dai sardi, dove sono state opportunamente messe delle pezze.

I tifosi rossoneri a Olbia - Foto by Gabriele
I tifosi rossoneri a Olbia – Foto by Gabriele

Il gol dell’1 a 1 i rossoneri lo hanno realizzato dopo 11′ dall’inizio della ripresa, sempre con Forte, che ha insaccato da due passi sfruttando un ottimo cross dal fondo di Terrani, nato da uno schema provato in allenamento. Il calcio è uno sport che la tattica rende quasi una scienza, ma per chi lo guarda con l’ingenuità della passione sa essere molto più semplice di quello che a volte sembri e quando si fanno dei bei cross dal fondo spesso si fa gol.

La partita è durata sul risultato di equilibrio per una decina di minuti, fino all’euro gol di Piredda, una sventola da fuori area che non ha dato scampo a Di Masi. Con i suoi di nuovo in svantaggio, mister Galderisi si è giocato le carte Longobardi e De Feo. I due sono entrati in campo con il piede giusto e con la giusta cattiveria, dando il loro importante contributo nella conquista del pari finale.

 

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi