Header ad
Header ad
Header ad

Tre autori toscani tra i vincitori del Premio Racconti nella Rete 2016

PREMIO LETTERARIO RACCONTI NELLA RETE 2016

I vincitori toscani della XV edizione

Tra i 25 autori premiati dal premio Racconti nella Rete ci sono i  toscani  Diana Salvadori con il racconto “Isbraa e Tabush”, Giusy Scerri con “Il corredo” e Michela Tognotti con il racconto “Bevomangiofumo”.

La giuria tecnica della XV edizione del premio letterario “Racconti nella Rete” ha selezionato i venticinque racconti che saranno inseriti nell’antologia del premio 2016 edita da Nottetempo.

Demetrio Brandi, presidente del premio, si complimenta con i vincitori e rivolge un sincero ringraziamento a tutti gli autori che hanno partecipato a questa edizione. “Il nostro progetto compie 15 anni ed ha visto la pubblicazione dei racconti di trecentosettantantacinque autori, molti dei quali entrati a pieno titolo e con grande successo nel mondo letterario. Mi preme ringraziare la nostra giuria e tutti gli scrittori e sceneggiatori che anche quest’anno hanno contribuito a creare una comunità virtuale molto attiva e coinvolgente.”

I vincitori saranno premiati a Lucca in occasione della fase finale della XXII edizione di LuccAutori, in programma sabato 8 e domenica 9 ottobre 2016. Nell’occasione sarà presentata in anteprima la nuova antologia edita da Nottetempo contenente i racconti selezionati.  La copertina  è firmata da Giampaolo Talani.

I venticinque racconti vincitori saranno protagonisti della mostra “Racconti a colori” attraverso le illustrazioni realizzate dagli studenti del Liceo Artistico Passaglia di Lucca. La mostra sarà inaugurata sabato 1 ottobre e le opere rimarranno esposte a Villa Bottini fino al 9 ottobre.  Info nel sito www.raccontinellarete.it

Diana Salvadori, nata a Firenze il 4 settembre 1967, vive a Prato ed è Coach Psicoterapeuta; ha frequentato corsi di scrittura creativa con una docente della Scuola Holden e Nuova Colmena. Ha pubblicato una raccolta di poesie nel volume “Io ci sto e tu?” ed il romanzo “Binari Invisibili” sul sito ilmiolibro.it. Ama lo sport, l’arte, la lettura, gli animali e la natura.Giusi Scerri Ancora bambina due strane signore le insegnano come incontrare le fate, da quel giorno inizia quelli che allora chiamava “esperimenti” e che oggi ha capito essereesperienze di meditazione e di ricerca nei vari piani di consapevolezza. Vive a Lucca con la sua famiglia e lavora nell’area della relazione di aiuto. Ama leggere e scrivere e da qualche anno porta avanti il progetto “edupratica” che è diventato anche un blog.Michela Tognotti, di Follonica. Ha due figli Lorenzo di 19 anni e Bianca di 18. Lei ne ha 54 ma non se ne è  mai accorta. Commessa in un negozio di salumi e formaggi. La clientela è la sua fonte di ispirazione: gente vera, ricca di sfaccettature che accendono la sua fantasia.Fa parte di un coro gospel e studia canto. Insomma, dorme solo cinque ore a notte.

I venticinque racconti vincitori (autori in ordine alfabetico):

Eleonora Angelini “Agata” (Roma)

Dora Argento “Cent’anni di troppo”  (Palermo)

Giulio Artom “Si fa presto a dire chiodi” (Milano)

Francesco Bianchi “Rapina goffa” (Genova)

Maria Giulia Benini “La lezione di yoga” (Ravenna)

Filippo Cartosio “Turning point” (Genova)

Barbara Cutrupi “Un giorno in più” (Reggio Calabria)

Assunta Decorato “Il cane che amava Schopenauer” (Peschiera Borromeo)

Gino Dondi “L’angelo” (Parma)

DuediRipicca (Lié Laurousse e Gianluca Pavia)  “Volevo solo morire e invece sono morto” (Roma)

Antonio Fresa “La prova ardimentosa” (Narni)

Luigi Giampetraglia “La maledizione di famiglia” (Avellino)

Valentina Grosso “Centodieci” (Roma)

Elena Margreth  “Maria” (Milano)

Andrea Mauri “Un banchetto diverso” (Roma)

Daniele Miglietti  “La terza classe” (Roma)

Ottavio Mirra “Simonetta” (Capua)

Stefania Paganelli “La palla nel deserto” (Bergamo)

Roberto Perina “Lo strano caso della signora Jay” (Verona)

Marco Rinaldi “Africa e Cataratta” (Roma)   –  Premio Buduàr

Diana Salvadori “Isbraa e Tabush” (Prato)

Giusy Scerri “Il corredo” (Lucca)

Andrea Serra “Il mio dentista” (Torino)

Michela Tognotti “Bevomangiofumo” (Follonica)

Enrico Valdès “La nostra rosa” (Cagliari)

 

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi