Header ad
Header ad
Header ad

OLTRE 1.500 PERSONE IERI SERA AL SERAVEZZA BLUES FESTIVAL

UN GRANDE SUCCESSO PER LA SECONDA EDIZIONE ANDATA IN SCENA IL 14 LUGLIO

PRONTO IL NUOVO APPUNTAMENTO PER IL 2017

7 formazioni musicali tra band e orchestre e sezioni ritmiche, oltre 50 musicisti tra headliner, tournisti e allievi della scuola di musica il Musicante, coinvolti per quasi 8 ore di musica live. Più di 50 persone tra volontari  e tecnici per la realizzazione dell’evento e 1.500 persone che hanno assistito ai concerti fin dal pomeriggio in Piazza Carducci e al Palazzo Mediceo. 

Sono questi i numeri di un successo che si chiama Seravezza Blues Festival, che si è svolto giovedì 14 luglio.  Giunto alla seconda edizione la manifestazione è ormai diventata un appuntamento imprescindibile per il nostro territorio, con un richiamo di persone da tutta la Toscana e parte dell’Italia.

Giovedì sera abbiamo scritto una pagina bellissima del nostro Festival e della musica in Versilia. Grazie a straordinari musicisti, davvero di grande qualità, ai nostri sostenitori come Terre Medicee e la Banca del Credito Cooperativo della Versilia ma grazie soprattutto agli oltre mille e cinquecento tra ragazzi e famiglie che hanno affollato il Mediceo e scelto ancora una volta di passare una serata di grande musica live insieme a noi e nel ricordo di Alessandro. Siamo già al lavoro per il prossimo anno con un cast internazionale, sempre nel segno del blues e della buona musica”, questo il commento di Giuseppe Campatelli Presidente dell’Associazione Alexandre Mattei che organizza la kermesse.

La giornata è stata aperta alle 18 in Piazza Carducci da Filippo Antonini e i Try! formazione di grandissimo livello tecnico che ha “scaldato” il pubblico preparandolo nel migliore dei modi al grande evento serale. Il corteo musicale capitanato dai Pietrasamba, formazione ritmica d’impatto musicale e coreografico, si è poi incamminato verso il Palazzo Mediceo attraversando la città al ritmo di musica. Dalle 21.30 spazio al grande blues con Marcos Coll,  Tom Blacksmith, Jamie Dolce, Stefano Ronchi, (ai quali si è unito nel finale anche il chitarrista Francesco Mattei), i giovanissimi The M che hanno suonato sul main stage. A scandire i vari momenti della serata anche la marching band locale di Seravezza, i Dirty Dozen con un repertorio di standard beat e blues.

Grande soddisfazione anche da parte delle istituzioni testimoniata dall’intervento del Sindaco Riccardo Tarabella che ha elogiato l’iniziativa e ha assistito a tutta la serata insieme ad una folta rappresentanza della giunta comunale e del Direttore della Fondazione Terre Medicee Franco Carli, uno dei più grandi sostenitori della manifestazione fin dal suo esordio.

Il Seravezza Blues Festival è organizzato dall’Associazione Culturale Alexandre Mattei per ricordare il musicista pietrasantino prematuramente scomparso nell’ aprile 2015. E’ sostenuto dalla Fondazione Terre Medicee e dalla Banca del Credito Cooperativo della Versilia e gode del Patrocinio del Comune di Seravezza. 

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi