Header ad
Header ad
Header ad

Il ritorno di Tarzan sul numero di luglio di Best Movie

Il ritorno di Tarzan. 

Sul numero di luglio, Best Movie incontra Alexander Skarsgård per raccontarvi tutto sul nuovo Re della giungla

Non aspettatevi di sentir pronunciare la frase cult “Io Tarzan, tu Jane” perché il Signore delle Scimmie – che David Yates riporterà sul grande schermo con The Legend of Tarzan a partire dal prossimo 14 luglio – è ormai un perfetto Lord inglese per il quale la giungla è solo un lontano ricordo. Peccato che il destino lo riporterà presto nella natura selvaggia.

Per scoprire tutti i segreti del film, siamo stati sul set a Londra dove, oltre al regista, abbiamo incontrato il protagonista Alexander Skarsgård, che in una lunga chiacchierata ci ha raccontato com’è stato interpretare il personaggio nato dalla penna di Edgar Rice Burroughs, e soprattutto del duro allenamento necessario per presentarsi in scena con un fisico impeccabile.

Torna poi, puntualissimo, Zerocalcare, che questo mese con la sua tavola prende di mira le serie Tv raccontando, con la classica ironia irriverente, la sua “fissa” per la serie Gomorra.

Le nostre interviste, invece, vedono protagonisti la bellissima Megan Fox, che ritroveremo accanto alle testuggini mutanti nel sequel Tartarughe Ninja Fuori dall’ombra, e il regista Justin Lin, che, spenti i motori dei bolidi di Fast and Furious, sale a bordo della mitica Enterprise per dirigere Star Trek Beyond, nuovo capitolo della saga sci-fi di cui lui stesso, ci ha confessato, è un grandissimo fan fin dall’infanzia.

Sul numero di luglio vi portiamo inoltre alla scoperta dei segreti delle “fabbriche dei sogni” sparse per il mondo. Sette studios cinematografici da visitare per una vacanza da veri cinefili: dagli storici teatri di posa di Hollywood, alla Weta in Nuova Zelanda, dalle giungle esotiche delle Hawaii che hanno fatto da scenografia naturale a Jurassic Park e Lost, alla nostra Cinecittà.

Ricchissima la sezione Screen. All’interno troverete un’edizione speciale della rubrica A scena aperta, in cui Roberto Recchioni ci porta alla scoperta del cinema di Shane Black, sceneggiatore e regista che ha dato vita ad alcune delle migliori commedie poliziesche americane degli ultimi decenni, tra cui cult come Arma letale, L’ultimo boyscout e il recente The Nice Guys. Abbiamo poi incontrato Rami Malek, protagonista della serie Tv Mr. Robot, per farci raccontare cosa ci attende nella seconda stagione dello show rivelazione sugli hacker informatici. All’interno della sezione anche un approfondimento sui nuovi trend dei serial: da Twin Peaks a L’esorcista si prospetta un vero e proprio ritorno al passato tra sequel, reboot e remake. Troverete poi lo speciale sui 10 videogame horror più terrificanti in arrivo, oltre alle recensioni della seconda stagione di Gomorra e della prima diBillions.

Ed è già tempo di Comic-Con: Best Movie parteciperà alla convention di cinema, serie Tv e cultura pop più importante del mondo in programma dal 20 al 24 luglio. Su questo numero troverete una breve anticipazione di quello che ci attende nella blindatissima H-hall del San Diego Convention Center.

Non manca la guida ai film più attesi del mese: dal folle American Ultra con Jesse Eisenberg e Kristen Stewart, al terrificante It Follows; dal thriller ispirato al romanzo di Stephen King The Cell al divertente Una spia e mezzo con Dwayne “The Rock” Johnson; dall’horror La notte del giudizio: Election Year al discusso reboot del cult Ghostbusters con un cast tutto al femminile.

Infine, nella rubrica Dentro le nuvole dedicata al mondo del fumetto, Micol Beltramini, sceneggiatrice e coautrice del progetto, ci parla di Viva Valentina!, il nuovo volume dedicato all’iconico personaggio di Crepax.

 

Ecco un estratto dell’intervista ad Alexander Skarsgård realizzata da Lorenzo Ormando e pubblicata su Best Movie di luglio

Cosa ti ha attratto di questo progetto?

«Il fatto che avesse un approccio molto interessante su un personaggio così epico e classico. Inoltre, rappresentava una bella sfida come attore: all’inizio del film Tarzan è infatti un uomo che ha trovato il proprio posto nel mondo e conduce una vita borghese. Questa non è la storia del ragazzo cresciuto nella giungla che si affaccia sul mondo per la prima volta e scopre cosa significa vivere insieme ai suoi simili. Tarzan abita nella Londra vittoriana da quasi un decennio e quindi abbiamo a che fare con un vero e proprio lord inglese».

Cosa significa per lui andare nella giungla, dieci anni dopo averla lasciata?

«Rappresenta il tornare quasi a una vita precedente e, quindi, affrontare il passato e riflettere sulla propria identità. Tarzan ha intenzione di restare a Londra, la giungla ormai è lasciata alle spalle. Ma l’invito di George Washington a recarsi in Congo in veste di emissario al commercio del Parlamento cambierà molte cose, creando un conflitto dentro di lui».

Ti riferisci alla dicotomia tra civilizzazione e vita selvaggia?

«Esatto, questo era uno degli aspetti più stimolanti: in fondo Tarzan è come noi, qualcuno che sogna di inserirsi nella società e di farne parte. Ma allo stesso tempo ha un aspetto più animalesco e istintivo che cerca di tenere a freno. Mi sembra che si tratti di dinamiche con cui tutti possono relazionarsi. Non è un errore definirlo un animale, perciò sarà emozionante vederlo riscoprire, gradualmente, gli aspetti più brutali del suo carattere. The Legend of Tarzan è un grande film d’azione ma la cosa bella è che, rispetto ad altre pellicole appartenenti al genere, ha un’anima. E questa è una cosa rara da trovare a Hollywood».

 

Ecco un estratto dell’intervista a Megan Fox realizzata da Tiziano Marino pubblicata su Best Movie di luglio

Nei tuoi film interpreti spesso delle ragazze molto forti. Sei così anche nella vita di tutti giorni?

«Sì, lo sono sempre stata. Nel piccolo paese del Tennessee da dove vengo mi davano del maschiaccio: lì, in genere, le donne sono gentili, mentre io ero un peperino. È sicuramente parte della mia personalità, un aspetto di me che ho messo subito in chiaro anche qui a Hollywood: non sono una di quelle attricette sciocche! Mi reputo una persona molto intelligente, e nessuno riuscirà mai a mettermi i piedi in testa».

Cosa significa essere una madre a Hollywood?

«Sotto certi aspetti è più difficile, perché si lavora dalle 4:00 del mattino alle 10:00 di sera. La cosa positiva, però, è che questa vita la si fa solo per alcuni mesi, poi, terminate le riprese, si ha la possibilità di stare tutti i giorni a casa coi propri bambini. Quindi sì, è complicato ma non più di altre situazioni del mondo moderno in cui le donne fanno carriera. Comunque non rinuncerei mai alla mia professione per essere madre: questo lavoro èparte di me e i miei figli devono accettarmi per come sono. Certo, avere una famiglia può essere uno svantaggio se si pensa solo alla carriera, ma non è il mio caso».

Per questo hai accettato di entrare nel cast della quinta stagione di New Girl?

«Esattamente. È uno show molto divertente, lo trovo davvero anticonformista».

 

Ecco un estratto dell’intervista a Rami Malek realizzata da Elisa Leonelli e pubblicata su Best Movie di luglio

Come evolve il dialogo interiore di Elliot?

«Sarà costretto a esplorare luoghi davvero bui della sua personalità. Dovrà fare i conti con l’evoluzione del suo rapporto con Mr. Robot (Christian Slater, ndr) e vedrete il suo ego costretto a scendere a patti quando entrerà in contatto con questa nuova realtà. Elliot ha una moralità e un’etica molto salde: avrete l’opportunità di vederlo mentre si interroga su ciò che ha fatto. È stato un bene, oppure è stato il più grande errore che potesse commettere? Ed è intrigante, perché la domanda si riversa sullo spettatore stesso: cosa avrebbe fatto al suo posto?».

Pensi che una rivoluzione come quella del 5 settembre raccontata nella serie sia possibile nel mondo di oggi, dove il 99% della popolazione prova risentimento verso i pochi potenti?

«Credo che potrebbe succedere molto facilmente in ogni Paese, specialmente in quelli prostrati dai debiti. Senti che un ribaltamento è possibile in qualsiasi istante: quello è il momento in cui le cose possono davvero cambiare. L’iper-consumismo e tutto il sovraccarico di social media nel mondo in cui stiamo vivendo ha creato una sorta di realtà disincantata, in cui i giovani sentono il bisogno di agire. Ci sono alcune persone che sono specchio del mondo in cui viviamo, poi ce ne sono altre completamente differenti che si muovono e scuotono la situazione in maniera imprevedibile. Ed è questo il binario sui cui si muove lo show: mentre lo guardi provi queste stesse emozioni: può succedere davvero? Succederà davvero?».

Donald Trump e Bernie Sanders sono due dei candidati alle prossime presidenziali che vogliono cambiare la nostra società in maniera completamente opposta. Sei d’accordo con la loro visione?

«Non vedo l’ora di sapere chi sarà il prossimo presidente. Credo che Hillary Clinton stia facendo un ottimo lavoro».

Quanto è importante conoscere il potere delle grandi corporation e delle agenzie governative?

«Conoscere è sapere! Le persone che comandano sono al loro posto per un motivo. Elliot le vede come una piaga, individui che giocano a fare Dio senza permesso. I principali problemi affrontati da Mr.Robot sono il classismo e la disparità tra gli individui. Nel nostro Paese le persone spesso soffrono a causa del debito che portiamo da sempre sulle spalle, ed è un peso che Elliot sente. Io sono riuscito a estinguere il mio debito da studente solo lo scorso anno e questo mi ha regalato un grande sorriso, mi sono sentito davvero realizzato».

webmail (2)

Best Movie di luglio 2016 è in edicola dal 25 giugno.

Il magazine e il sito di Best Movie (www.bestmovie.it) sono disponibili anche nelle edizioni multimediali e interattive su iOS, Android e Windows 8, grazie a due app dedicate, a cui si aggiunge Best Movie Plus, attraverso la quale è possibile scaricare e recuperare le edizioni speciali di Best Movie. Segnaliamo il nuovo aggiornamento per l’applicazione iBest Movie (progettata per smartphone, ma compatibile anche con tablet e disponibile gratuitamente per i device iOS e Android), rinnovata con un menu rivisto e razionalizzato, un design aggiornato, e una navigazione resa più stabile, semplice e veloce. L’app è ora pronta a farvi da prima finestra su tutto ciò che riguarda la Settima Arte. Uno sguardo completo, intuitivo e multimediale su tutto ciò che accade nel mondo del cinema, aggiornato in tempo reale con le news pubblicate sul sito. Senza dimenticare l’accesso alle trame e ai trailer dei film, e la funzione Cerca Cinema, che offre la possibilità di rintracciare le sale più vicine che proiettano il film che cercate.

Per scaricare le app Best Movie Magazine, iBest Movie e Best Movie Plus:

http://www.bestmovie.it/le-applicazioni-di-best-movie-su-mobile/

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi