Header ad
Header ad
Header ad

A Camaiore il 28 e 29 maggio 2016 torna la tradizione dei Tappeti di segatura

Il 28 e 29 maggio 2016 torna la tradizione dei Tappeti di Segatura a Camaiore. In occasione della processione del Corpus Domini si rinnova la creazione dei tappeti di segatura (“pula” nel dialetto locale), che vengono realizzati da gruppi di artigiani nella notte tra sabato e domenica.  Ogni anno il tema generale viene scelto dalla Parrocchia di Santa Maria Assunta in Camaiore e assegnato ai vari gruppi che compongono l’Associazione Tappeti di Segatura. Nell’Anno Santo l’attenzione è ricaduta sulleopere di misericordia corporale e spirituale, proponendo un percorso di fede che ne sottolinea anche l’aspetto sociale.

La preparazione di questi “quadri” inizia molti mesi prima: dopo la scelta del soggetto si procede alla preparazione dei pannelli di compensato traforati, che serviranno da stampi per la realizzazione delle immagini. Infine, un materiale povero quale la segatura, viene unito ai colori all’anilina, disciolti in acqua, per riprodurre un´ampia gamma di sfumature cromatiche e di tonalità.

Dal 2015 il Comune di Camaiore, in collaborazione con l’Associazione Tappeti di Segatura e la Parrocchia di Santa Maria Assunta, sta lavorando all’inserimento dei tappeti di segatura all’interno della lista del Patrimoni orali e immateriali dell’umanità dell’UNESCO. I tappetari si sono “esibiti” anche al di fuori di Camaiore e in particolare a Roma, nelle città gemellate Rovigno (Croazia), Überherrn (Germania), L’Hospital e Carpentras (Francia), e recentemente all’interno diimportanti manifestazioni culturali quali La Notte Bianca a Firenze e il Salone del Mobile di Milano.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi