Header ad
Header ad
Header ad

Salvatore Striano racconta la sua “Tempesta” – Sabato 28 maggio in Fondazione Lazzareschi

Alla sua vita sbagliata vissuta sempre a mille, col cuore che batteva in gola e la certezza di finire faccia a terra sparato o sbattuto a marcire per tutta la vita in una cella di Poggioreale, ha dedicato un libro edito da Chiarelettere: “Avevo 18 anni quando mi presero i carabinieri, ma mi ero perso già a 16. L’aria della Camorra l’ho respirata fin da bambino. Adesso sogno di recitare con Robert De Niro”.
In Fondazione Salvatore (Sasà) Striano, scrittore e attore napoletano, ha esordito nel cinema con il film “Gomorra”, tratto dal bestselle di Roberto Saviano, lasciandosi alle spalle un passato da Boss tra spaccio e Camorra nei quartieri Spagnoli di Napoli. Poi la “redenzione” in carcere grazie ai libri e a Shakespeare.
Una vita che sembrava perduta, salvata dall’amore per la cultura.
INGRESSO LIBERO
webmail (1)

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi