Header ad
Header ad
Header ad

La Checchi Calcio darà vita nuova agli impianti sportivi di Carraia!!!

Il tempo è galantuomo. Circa un anno e mezzo fa, quando ho capito insieme alla mia famiglia che non c’erano più le condizioni per poter proseguire il lavoro iniziato in maniera importante nel 2011 presso l’impianto sportivo “Le quattro Torri”, ci siamo guardati in faccia e abbiamo deciso di intraprendere un percorso lungo, laborioso e a volte anche tortuoso. E’ saltata fuori la possibilità di partecipare al bando pubblico per prendere in concessione l’impianto polivalente di Carraia e da allora noi non abbiamo esitato, ed insieme ai nostri tecnici l’architetto Luca Cesaretti ed il commercialista Andrea Taddeucci, abbiamo preparato tutto l’iter per partecipare alla gara. Un iter lungo mesi, fatto di progetti, di approvazioni e di scartoffie, che hanno però portato ad un primo risultato molto importante, infatti stamani la Checchi Calcio è diventata a tutti gli effetti titolare della concessione per 25 anni dell’impianto di Carraia.

Adesso è arrivato il momento di gioire” – spiega Diego Checchi principale promotore dell’iniziativa – “ho voluto personalmente che si arrivasse a questa conclusione, anche se a volte ci sono stati veramente dei momenti difficili che mi hanno fatto vacillare e che forse un altra persona non avrebbe superato. Devo dire però che adesso si voltaimage pagina. Il passato è passato e vorrei che l’impianto di Carraia diventasse una realtà completamente diversa rispetto a quello che è stato fino ad ora. A Carraia fra poche settimane partiranno dei lavori di ristrutturazione ed ampliamento degli impianti. Infatti la mia società si è impegnata con l’amministrazione comunale a fare un campo a 7 ex novo, una struttura che prevede la realizzazione di nuovi spogliatoi a servizio sia del campo a 7 che del campo da softball, che è una delle strutture più importanti della Toscana se non la più importante, oltre alla realizzazione di una struttura che ospiterà un circolo ricreativo “punto di ristoro” per soli soci, e alla ristrutturazione sia degli spogliatoi preesistenti, sia dei due campi a 5 che dell’impianto di illuminazione del campo di softball e del relativo tabellone elettronico segnapunti.

Verrà altresì messa in sicurezza la gradinata che ospiterà il pubblico per le gare interne delle Nuove Pantere, che stanno comunque già usufruendo dell’impianto stesso. Sono contento di poter ospitare le Nuove Pantere in questo impianto. A servizio di questo complesso un ampio parcheggio con un accesso alle strutture completamente nuovo. Stiamo valutando di sfruttare l’ampio comparto per ospitare altre attività ludico-sportive oltre ai vari campionati e tornei di Calcio a 7, calcio a 5 ed alle attività delle scuole calcio e dei settori giovanili. La domanda più ricorrente che mi viene fatta è quando aprirete questa nuova struttura. Ed io voglio rispondere sinceramente cercando di non vendere fumo a nessuno. Intanto abbiamo superato il primo grosso scoglio. Adesso ci saranno da superarne altri, ma cercheremo di affrontare tutto nel più breve tempo possibile e compatibilmente con le esigenze dei lavori di ristrutturazione. Vorrei però sottolineare una cosa. Quando aprirò ci sarà un ambiente completamente diverso da quello esistente e credo che per accogliere al meglio la gente ci vogliano ben altre credenziali rispetto a quello che può offrire il posto adesso.

Prima di concludere voglio fare dei doverosi ringraziamenti. Il primo è a mia madre Francesca e mio fratello Luca che hanno creduto sin da subito in questa pazzia, perchè è giusto definirla così. In secondo luogo al comune di Capannori che comunque ci ha dato in affidamento uno degli impianti più belli della Lucchesia. Poi il ringraziamento all’architetto Luca Cesaretti che con il passare del tempo è diventato anche un amico e che tutti i giorni sta lottando con noi per portare avanti tutte le varie burocrazie. Non posso nemmeno scordarmi di Andrea Taddeucci che la prima volta che ci siamo incontrati mi ha detto “non ti preoccupare faremo di tutto per vincere il bando” e lo abbiamo vinto, ovviamente rispettando tutte le norme possibili ed immaginabili. Checchi Calcio avrà poi uno staff di qualità. Perchè oltre a me e alla mia famiglia che siamo i promotori dell’iniziativa, avrà dei collaboratori fidati e che credono fortenemente nella realizzazione di questo progetto, come Alessandro Giordani, Francesco Dinelli e Dino Lunardi. A breve verrà scelto anche un responsabile qualificato per il circolo per completare al meglio lo staff e definite alcune importanti partnership. Insomma per finire volevo dire che Checchi Calcio esiste, c’è e ci sarà nel corso di questi anni e dovrà essere un modello per trasparenza, qualità e innovazione verso tutta la clientela. Grazie!”

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi