Header ad
Header ad
Header ad

Libertas Lucca con le spalle al muro: decisiva gara 2 contro Legnaia

LUCCA – Win or go home. Vincere o andare a casa. Con questo spirito la Libertas Basket Lucca affronterà la gara 2 di play-off contro l’Olimpia Legnaia dopo essere andata sotto nella serie in casa dei fiorentini. Domani sera (mercoledì 18 maggio), alle 21.15, i biancorossi scenderanno in campo al Pala Tagliate con l’obiettivo proprio di allungare la serie e giocarsi il match point sabato nell’eventuale gara 3 al Pala Filarete. Non un’impresa impossibile. In gara 1 i lucchesi hanno dimostrato di poter tenere testa all’Olimpia nel primo tempo, arrivando a giocarsi la partita nella seconda metà di gioco, seppur cedendo nei minuti finali alla maggiore lucidità degli avversari. Come spesso avviene in gare di questo tipo, a decidere la partita sono stati soprattutto piccoli episodi.

“Gara 2 – ha commentato coach Maurizio Romani – sarà una partita senza ritorno. Il nostro obiettivo è riuscire, davanti al nostro pubblico, ad allungare la serie fino a gara 3 che per noi sarebbe motivo di grande soddisfazione. Siamo fiduciosi di fare una prestazione migliore di gara 1 perché consapevoli degli errori commessi soprattutto nei piccoli particolari. Abbiamo comunque dimostrato di poter mettere gli avversari in difficoltà sul campo e daremo il massimo per i nostri tifosi. Contro una squadra come l’Olimpia, sicuramente favorita nella serie, ogni disattenzione o distrazione finiamo per pagarla”.

Un fattore chiave della partita sarà indubbiamente anche la condizione fisica dei giocatori in campo. Non solo per la Libertas, ma anche per l’Olimpia. Giocare due partite così intense a distanza ravvicinata può essere decisivo nei risvolti della gara. Chi dimostrerà maggiore lucidità in campo, dopo così poco tempo di recupero, potrà leggere al meglio i dettagli della partita.

“Dovremo essere attentissimi su tutto – ha concluso il coach biancorosso – perché l’Olimpia ha dimostrato di avere giocatori di talento in grado di fare la differenza in campo. Hanno personalità nel roster in grado di accendersi da un momento all’altro e risultare micidiali sul parquet. Da parte nostra, comunque vada, sarà l’ultima partita in casa nella serie. Ci aspettiamo quindi un pubblico numeroso sugli spalti che possa sostenerci attivamente durante tutta la partita”.

Andrea Cosimini

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi