Header ad
Header ad
Header ad

A Castelnuovo di Garfagnana ripartono i lavori alla Rocca Ariostesca

Castelnuovo di Garfagnana, ripartono i lavori alla Rocca Ariostesca: entro l’estate sarà completato il recupero del tetto

Mercoledì 23 marzo via al secondo lotto di interventi che permetteranno di riqualificare completamente il tetto del monumento medievale

Castelnuovo di Garfagnana, 22 marzo – Entro l’estate il tetto della Rocca Ariostesca sarà completamente recuperato. Ripartono infatti i lavori per riqualificare il monumento simbolo di Castelnuovo di Garfagnana. Domani (mercoledì 23 marzo) partirà il secondo lotto di interventi grazie ai 240mila euro di finanziamenti regionali che consentiranno il totale rifacimento del tetto della struttura. Il cantiere sta dunque per ripartire con i lavori che si concluderanno entro giugno 2016. A quel punto, ultimato il rifacimento del tetto, verranno smontati i ponteggi e il cantiere.

Il secondo lotto di interventi avrebbe dovuto prevedere anche la riqualificazione del tetto della vicina Sala Suffredini, che verrà invece temporaneamente esclusa dai lavori. Dalla Regione è arrivato un contributo inferiore a quanto richiesto dal Comune: 240 mila euro invece dei 420 mila richiesti. I restanti 180mila euro potrebbero però essere recuperati grazie a risorse, sempre regionali, rimaste inutilizzate in altri territori e attraverso la rendicontazione di vecchi progetti.

Inoltre il Comune, sempre attraverso la rendicontazione di vecchi progetti ancora nei cassetti e attraverso il recupero di risorse che la Regione intendeva tagliare, conta di recuperare ulteriori finanziamenti che serviranno per completare una parte significativa del progetto complessivo di recupero della Rocca Ariostesca. Un progetto che, una volta completato, renderà il monumento finalmente accessibile e visitabile, grazie ad un investimento complessivo di oltre 2 milioni di euro.

L’obiettivo dell’amministrazione è quello di trasformare la Rocca in uno spazio espositivo dedicato alla storia del territorio in cui sarà possibile ripercorrere attraverso documenti, ambientazioni e reperti archeologici le vicende politiche, sociali e culturali della Garfagnana. Inoltre, anche sulla base di progetti europei e di collaborazioni con prestigiosi centri di ricerca, si cercherà di valorizzarela figura di Ludovico Ariosto: una figura attraverso cui rileggere, partendo dai suoi componimenti più elevati fino a quelli popolari, la vita politica, sociale e culturale della Garfagnana e della Valle. Un centro culturale “vivo”, dunque, in grado di ospitare mostre ed eventi culturali e che si propone come punto di riferimento per Castelnuovo e la per la Valle. Il tutto senza perdere quelle che sono le caratteristiche originarie del complesso e lavorando giorno per giorno e con tenacia per reperire tutte le risorse necessarie che, per adesso, sono disponibili per circa il 50%.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi