Header ad
Header ad
Header ad

La Società Medico Chirurgica Lucchese aderisce a F.R.I.DA.

La Società Medico Chirurgica Lucchese aderisce a F.R.I.DA.

Stamattina, a Palazzo Bernardini, la Dott.ssa Daniela Melchiorre, Presidente della Società Medico Chirurgica Lucchese, ha sottoscritto l’adesione dell’ente da lei rappresentato al protocollo F.R.I.DA. – Formazione Relazione Informazione DonnA.

Il protocollo, sottoscritto nell’ottobre del 2012 tra Prefettura, Comune, Provincia di Lucca, Coordinamento per l’imprenditoria femminile di Assindustria Lucca (ora Confindustria Toscana Nord), Comitato Pari Opportunità dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, e Commissione Pari opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Lucca, al quale nel 2013 si è aggiunto anche il Comune di Capannori, ha tra i suoi obiettivi quello di condividere iniziative e progetti concreti, sostenere il genere femminile nell’affermazione professionale, valorizzandone il ruolo sociale sia a livello lavorativo che familiare, riuscendo a valorizzare le caratteristiche dell’essere donna all’interno delle organizzazioni, sia private che pubbliche.

Le rappresentanti dei soggetti firmatari, presenti stamattina alla conferenza stampa a Palazzo Bernardini, si sono dichiarate molto soddisfatte dell’adesione della Società Medico Chirurgica Lucchese nell’intesa e hanno auspicato l’ingresso di nuovi enti sotto questo unico “cappello”, che rappresenta un eccezionale esempio, forse l’unico sul territorio nazionale, di collaborazione su queste tematiche tra pubblico e privato.

La Dott.ssa Melchiorre ha espresso “grande soddisfazione per l’adesione della Società nel protocollo F.R.I.DA., e anche perché con F.R.I.DA in questi ultimi anni ha condiviso iniziative rilevanti per la nostra città che hanno saputo intercettare l’interesse dei professionisti e dei cittadini. La forza di questa intesa la possiamo riconoscere negli obiettivi della Società che rappresento: creare una rete con le istituzioni e le associazioni che operano a Lucca a sostegno della valorizzazione professionale ed umana dell’individuo in una visione d’insieme, senza trascurare le tematiche femminili.”

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi