Header ad
Header ad
Header ad

La Befana: una tradizione unica e suggestiva che si ripete a Barga ogni anno il 5 e 6 gennaio

BARGA – Dalla sua casetta di legno di Pegnana sulla montagna barghigiana, immersa in un suggestivo bosco di castagni, dove la Befana ha la sua residenza ufficiale, la vecchietta arriverà a Barga martedì 5 gennaio per incontrare i bambini. La sua casetta è ormai conosciuta in tutta Italia proprio per la sua bellezza e per la suggestione che evoca, tutta in legno, arredata, immersa nel bosco, in montagna.

La Befana lascerà Pegnana diretta a Barga, dove, come di consueto, troverà ad attenderla centinaia di bambini che, in costume da “befanottini” percorreranno il paese intonando i tradizionali canti. Alle 14,00 si fermerà al Giardino, in Piazzale Matteotti, per poi fare un giro con l’asinello, i suoi musicanti e con i bambini nei negozi per un canto di questua. Ad accoglierla i commercianti per l’occasione in maschera da Befana e Befanotto.

L’organizzazione è dell’Associazione Pro Loco con l’Amministrazione comunale e l’associazione Perché la Tradizione Ritorni “La Befana”, nata per promuovere in particolare questa dell’Epifania.

I bambini attenderanno anche la Befana in Piazza Angelio insieme alle ragazze dello “Studio Danza, Centro Professionale di danza e delle Arti”, e la vecchietta, dalle 16,00, sotto la sua capannuccia riceverà ogni bambino al quale donerà un piccolo regalo.

Durante la giornata sarà anche presente un mercatino artigianale lungo le vie del centro storico.

La festa continua poi in serata con la rassegna dei gruppi mascherati; per tutti l’appuntamento è dalle ore 21,00 al Veglione in piazza Angelio con vin brulé, prodotti tipici, intrattenimenti, balli e musica dove arriveranno anche numerosi gruppi di Befane dopo aver portato doni e chicchi nelle case di Barga.

Mercoledì 6 gennaio sarà interamente dedicato alla festa che si svolgerà, a partire dalle 14,30, nella casetta di legno di Pegnana, dove la Befana incontrerà adulti e bambini nella sua abitazione accompagnata dai suoi amici animali e dall’inseparabile scopa magica. Non mancheranno le sorprese, giochi e piccoli doni; specialità locali fra queste anche il tradizionale biscotto secco, “La Befana”, che nelle case si prepara per le feste natalizie secondo una ricetta quasi segreta con ingredienti sapientemente mescolati.

Volantino Befana 2016

befana a barga 2016 def.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi