Header ad
Header ad
Header ad

BILANCIO RECORD PER L’EDIZIONE 2015 DI PHOTOLUX FESTIVAL

BILANCIO RECORD PER L’EDIZIONE 2015 DI PHOTOLUX FESTIVAL

Presentati i dati della Biennale internazionale di fotografia

Lucca, 23 dicembre 2015 – È stata l’edizione dei record, quella che ha consacrato il Photolux Festival tra le più importanti manifestazioni di fotografia del panorama nazionale e internazionale e, sicuramente, nell’olimpo degli appuntamenti più rilevanti di Lucca. Con i suoi 7mila 800 biglietti staccati, infatti, la Biennale internazionale di fotografia, diretta da Enrico Stefanelli, ha superato tutte le aspettative, segnando una svolta nel futuro della manifestazione, ormai diventata un vero e proprio punto di riferimento per la città sotto vari punti di vista: culturale, turistico, economico. Difficile, invece, contare con esattezza il numero complessivo dei visitatori, che hanno potuto visitare alcune delle mostre a ingresso libero e partecipare a incontri, approfondimenti, workshop, letture portfolio ed eventi collaterali, sfiorando il tetto delle 12mila presenze: lucchesi, sì, ma anche e soprattutto professionisti e appassionati che hanno scelto di fermarsi a Lucca proprio nei giorni del Festival, arrivando principalmente dal Nord e Centro Italia e anche dall’estero. Tre settimane di fotografia, incontri e musica che hanno rivitalizzato la città in un periodo di bassa stagione, ponendo Lucca sotto i riflettori nazionali e internazionali. «Rispetto al 2013 – ha spiegato Enrico Stefanelli – il Festival ha registrato un aumento vertiginoso dei visitatori e di questo possiamo solo essere contenti. Devo dire che l’edizione di quest’anno ha segnato una svolta reale, concreta: sia per quanto riguarda il livello espositivo proposto, ancora più articolato e curato delle edizioni precedenti, sia per i rapporti con le istituzioni della città. Soprattutto quest’ultimo aspetto mi fa ben sperare per il futuro: per offrire manifestazioni di qualità è necessario creare sinergie fra enti, il loro sostegno è fondamentale, ingrediente indispensabile per fare bene, programmare e gettare le basi per fare ancora meglio nei prossimi anni».

Dati e obiettivi che sono stati al centro della conferenza stampa di questa mattina, convocata a Palazzo Orsetti alla presenza del sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini, dell’assessore comunale al turismo e alle attività produttive, Giovanni Lemucchi, del consigliere della Provincia di Lucca, Renato Bonturi, e dei rappresentanti delle istituzioni del territorio che hanno concretamente sostenuto il Festival. Così Marcello Petrozziello in rappresentanza della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e Elizabeth Franchini, per la Fondazione Banca del Monte di Lucca. Presente inoltre Grazia Batini di Matithyah, l’organizzazione che ha curato le visite guidate per i ragazzi delle scuole primarie, medie e superiori.

LE MOSTRE. Erano 29 le mostre allestite per tutto il centro storico lucchese per un totale di 990 fotografie, ospitate nelle più belle e scenografiche location della città: dall’ex-Cavallerizza da poco restaurata a Palazzo Ducale, dal palazzo della Fondazione Banca del Monte di Lucca a Villa Bottini, passando per la Chiesa di San Franceschetto, Palazzo Guinigi e studi privati e atelier di artisti. Mostre esclusive e progetti inediti che hanno avuto come palcoscenico proprio il Photolux Festival: delle 29 esposizioni, infatti, la maggioranza – 26 – è stata pensata e realizzata appositamente per Lucca; 10 di queste, inoltre, sono state prodotte da Photolux. Non soltanto un contenitore espositivo, quindi, ma la Biennale è anche e soprattutto un luogo di produzione e creazione culturale.

I LEICA TALK. Tanti anche gli incontri liberi, aperti al pubblico, che hanno analizzato, raccontato e spiegato l’affascinante mondo della fotografia da ogni angolazione. Quarantasei gli appuntamenti organizzati in collaborazione con Leica che hanno attirato un pubblico complessivo di più di 2000 persone. Al centro della scena, i protagonisti della fotografia nazionale e internazionale come il senior photographer del The New York Times, James Estrin, i vincitori italiani del World Press Photo, il fotografo Oliviero Toscani, il “fotografo di Michelangelo” Aurelio Amendola e il mitico Gianni Berengo Gardin.

GLI EVENTI DI PHOTOLUX. Grande successo anche per gli eventi collaterali. La Photolux Night, serata di gala del festival, e il Photolux Party alla Casa del Boia hanno richiamato complessivamente più di 800 persone, mentre in 400 hanno partecipato al concerto di Paolo Fresu e Dino Rubino, insieme alle fotografie di Pino Ninfa, dal titolo “Fra spirito e materia”, coprodotto con il Teatro del Giglio e in collaborazione con la Fondazione Puccini. Una serata che era nata come una sorta di esperimento artistico e che ha ottenuto una buona risposta di pubblico: premessa fondamentale per un sodalizio tra il Festival e una delle istituzioni culturali più importanti della città destinato a ripetersi in futuro. Eccellente anche la risposta data dalle visite guidate organizzate per gli studenti delle scuole della regione Toscana: 420 il numero totale dei ragazzi che hanno visitato le mostre, di cui 245 provenienti dalle scuole medie superiori e 160 dalle scuole primarie. Un’iniziativa, questa, che ha più che triplicato le presenze registrate nel 2013, quando gli studenti erano stati 130.

PHOTOLUX NEL WEB. Infine i social network, dove Photolux ha raccolto ampi consensi: più di 9.200 sono state le interazioni su Facebook, mentre in 442.674 hanno visualizzato i contenuti proposti. I post realizzati complessivamente sui social (Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e Periscope – utilizzato per la prima volta da Photolux per trasmettere in diretta talk ed eventi) sono stati 524 e in totale la community social di Photolux conta oggi 18.600 utenti, un dato tre volte superiore rispetto a quello del 2013.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi