Header ad
Header ad
Header ad

LUCCA BASKET: La Geonova cede nel finale in casa del Pino Dragons Firenze

Pino Firenze – Geonova Lucca 62-57

PINO: Marotta 9, Merlo, Filippi 4, Passoni 5, Beconcini 5, Santomieri 10, Dionisi 2, Rabaglietti 19, Goretti ne, Puccioni 8. All. Salvetti

GEONOVA: Puccinelli, Loni 12, Danesi 8, Del Debbio, Tozzini 4, Porciani, De Falco 11, Pierini 2, Marchi 10, Meucci 10. All. Piazza

ARBITRI Monciatti e Toscano di Siena

NOTE: parziali 16-16, 28-29, 42-45. Fallo tecnico alla panchina lucchese al 31’56”, fallo antisportivo a Del Falco al 35’50”, usciti per 5 falli Danesi al 36’00” e Tozzini al 37’13”

35 minuti in vantaggio prima di andare sotto nel finale. Sul difficile campo del Pino Firenze la Geonova offre una prestazione gagliarda, giocata a punteggio basso e con pieno controllo del ritmo. L’unica pecca sono i rimbalzi, con il conto nettamente a favore dei padroni di casa che nell’ultimo quarto migliorano le percentuali e riescono ad allungare.

Coach Piazza fa partire in quintetto Pierini al posto del capitano Tozzini e la Geonova parte benissimo. De  Falco segna i primi punti e poi Danesi replica dall’arco. Si va subito sul 2-7 per i lucchesi con i padroni di casa che si affidano molto alle iniziative di Rabaglietti che, assieme a Puccioni, ricuce subito il divario (8-9). L’incontro prosegue sul crinale dell’equilibrio con i biancorossi sempre avanti anche se con pochissimo margine e nel press finale Santomieri e Marotta segnano i canestri della parità. Al rientro in campo a rompere gli equilibri è una tripla di tabellone di Meucci e con un canestro e fallo di Marchi la Geonova trova pure il massimo vantaggio (21-27) ma a quel punto sale in cattedra il Pino che allunga ancora la difesa e si affida ancora a Santomieri e poi a una tripla di Passoni per il primo vantaggio dell’incontro.

Inerzia che non cambia anche dopo la pausa con lucchesi che conducono sempre (28-33) e fiorentini che ogni volta riescono a impattare. La svolta arriva nell’ultima frazione quando in avvio un tecnico a Piazza dà tre liberi a Rabaglietti che non sbaglia, mentre poi Puccioni dà il 47-45. Mancano 7’30” ma la Geonova è viva con una tripla di Marchi, mentre poi è Loni a segnare con regolarità. La spallata la dà Rabaglietti a 5 minuti dalla fine con la tripla del 53-52 seguita da un antisportivo fischiato a De Falco. Il Pino prova a prendere margine e arriva 59-54 ma contro la zona Marchi segna la tripla del -2 con 35 secondi da giocare. Qui Santomieri fa 1/2 e poi il Pino in difesa tiene portando a casa la vittoria.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi