Header ad
Header ad
Header ad

“Lucca e il governo delle donne: perché?” – Sabato a Palazzo Bernardini il Ministro Giannini

Lucca e il governo delle donne: perché?

A Lucca il tetto di cristallo è stato sfondato. E’ puramente un caso o ci sono delle ragioni storiche, sociologiche, culturali del territorio? Se ne discuterà sabato alle ore 10,30 a Palazzo Bernardini.

All’evento, nato da un’idea maturata nell’ambito del protocollo F.R.I.DA., interverrà anche il Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Stefania Giannini.

Una rappresentante nel Governo nazionale, una nel CDA di una delle più grosse aziende italiane, un Prefetto donna, la prima esponente femminile in Italia a ricoprire la carica di Presidente dell’Ordine degli Avvocati, una donna alla guida della Confindustria lucchese e esponente della Giunta della Confindustria nazionale, due donne ai vertici rispettivamente dell’Ordine degli Avvocati e dei Commercialisti. E molti altri sono gli esempi che potrebbero essere citati di donne in ruoli chiave del territorio provinciale e nazionale, accanto ai nomi di donne che arrivano dalla storia e che hanno lasciato il segno.

Una situazione in sé eccezionale ed anomala rispetto alla tendenza nazionale: a Lucca il tetto di cristallo è stato sfondato. E’ puramente un caso o ci sono delle ragioni storiche, sociologiche, culturali del territorio?

E’ questo che cercherà di chiarire il convegno in programma sabato 26 settembre alle ore 10,30 a Palazzo Bernardini dal titolo: “Lucca e il governo delle donne: perché?“, nato da un’idea maturata nell’ambito del protocollo F.R.I.DA. sottoscritto nel 2013 tra Prefettura, Comune, Provincia di Lucca, Coordinamento per l’imprenditoria femminile di Confindustria Lucca, Comitato Pari Opportunità dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, Commissione Pari opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Lucca, e, nel 2012, anche dal Comune di Capannori, con l’obbiettivo di condividere iniziative e progetti concreti, sostenere il genere femminile nell’affermazione professionale, valorizzandone il ruolo sociale sia a livello lavorativo che familiare e riuscendo a valorizzare le caratteristiche dell’essere donna all’interno delle organizzazioni, sia private che pubbliche.

Illustri relatrici, moderate dal Capo Servizio della Nazione di Lucca, Remo Santini, cercheranno di analizzare tale fenomeno ricercandone le radici nella trasformazione storica, economica e sociale della città. Dopo l’introduzione ai lavori del Prefetto di Lucca, Giovanna Cagliostro, all’incontro interverranno anche Daniela Marcheschi, docente di Letteratura Italiana e critico; Franca Maria Alacevich, Direttrice del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Firenze; Cristina Galeotti, Presidente di Confindustria Lucca; Carla Guidi, avvocato. Le conclusioni sono affidate al Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Stefania Giannini.

Per info e adesioni tel.: 0583 4441.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi