Header ad
Header ad
Header ad

“ORDINI PROFESSIONALI A CONFRONTO, L’OBIETTIVO È IL FUTURO” a Lucca il 2 e 3 ottobre

ORDINI PROFESSIONALI A CONFRONTO, L’OBIETTIVO È IL FUTURO

Giornata delle professioni, appuntamento a Lucca il 2 e 3 ottobre

Lucca, 23 settembre 2015 – Condividere le diverse esperienze, mettere a confronto le competenze degli ordini professionali, rivendicare la qualità del proprio lavoro e avviare un dialogo aperto con il mondo istituzionale e politico. Sono questi gli obiettivi che hanno portato alla nascita della “Giornata delle professioni”, la due-giorni dedicata al ruolo dei professionisti nel presente e nel futuro del Paese, in un momento di crisi economica e di evoluzione sociale, che si terrà a Lucca venerdì 2 e sabato 3 ottobre. Un dibattito pubblico sulle prospettive di crescita e sull’attività che gli ordini e i collegi professionali svolgono quotidianamente a supporto dei cittadini. Una manifestazione basata sul confronto, durante la quale saranno presi in esame problematiche e punti di forza, cambiamenti in atto e progetti futuri, con un occhio rivolto al legislatore, affinché nel quadro delle riforme in programma, attraverso nuove e più innovative regole, pensi a rendere il ruolo dei professionisti sempre più aderente alle esigenze del Paese.

Ad organizzarla, gli undici ordini professionali della provincia di Lucca – agronomi, agrari, architetti, avvocati, commercialisti, ingegneri, consulenti del lavoro, geologi, geometri, medici e notai – che per la prima volta in Toscana si sono trovati insieme e hanno dato vita a un’edizione ricca di incontri, creando un evento che è destinato a diventare un appuntamento annuale in città.

La manifestazione è stata presentata questa mattina a Palazzo Orsetti nel corso di una conferenza stampa, dall’avvocato Carla Guidi, in rappresentanza degli ordini lucchesi che hanno aderito alla due-giorni, e dalla vicesindaco Ilaria Vietina, che ha sottolineato come il Comune di Lucca abbia sostenuto fin da subito l’evento. L’iniziativa, inoltre, ha ottenuto il patrocinio di Prefettura di Lucca, Regione Toscana e Camera di Commercio di Lucca, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Banca del Monte di Lucca e Fondazione Giuseppe Pera e il contributo della Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno/Banco Popolare, della Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana, della Banca di Pisa e Fornacette, della Banca del Monte di Lucca, di TeleConsul Editore, di AlfaService e di Officeline.

Sul tavolo, il futuro degli ordini professionali, a partire dalle questioni più urgenti da affrontare: dall’accesso alla professione per i più giovani alle nuove normative, soffermandosi sulla funzione di mediazione, informazione e coordinamento che sempre più gli ordini sono chiamati a svolgere. La giornata del 2 ottobre, infatti, si aprirà con “Obiettivo futuro: il ruolo dei professionisti nella trasformazione economica e sociale del paese”: dieci incontri, in altrettanti luoghi della città – dal Real Collegio alla Camera di Commercio, dalla Casa del Boia all’Istituto musicale “L. Boccherini”, passando per la Cappella Guinigi, Confindustria Lucca e l’Auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca – dove ogni Ordine parlerà della propria professione, affrontando specifici temi. Per il pomeriggio, invece, è attesa una tavola rotonda rivolta al mondo politico, istituzionale, associativo e delle categorie produttive e coordinata dal giornalista del Corriere della Sera, Isidoro Trovato. “Comunicare il valore: professioni a confronto sui principi etici, economici, sociali e culturali”, questo il titolo dell’appuntamento che si terrà nella Chiesa di San Francesco, dalle 15 alle 19 di venerdì 2 ottobre. Un momento di confronto tra professionisti e esponenti della politica e del mondo istituzionale-associativo, che vedrà i rappresentanti degli Ordini professionali discutere con rappresentanti politici e istituzionali del territorio. Saranno presenti il prefetto di Lucca, Giovanna Cagliostro, il sindaco, Alessandro Tambellini, il sottosegretario del Ministero dell’Interno, Domenico Manzione, il sottosegretario di Stato del Ministero dell’Economia e delle Finanze, Enrico Zanetti. E ancora: il senatore Andrea Marcucci, presidente della commissione istruzione e cultura del Senato, l’onorevole Raffaella Mariani, l’assessore all’agricoltura della Regione Toscana, Marco Remaschi, il consigliere regionale e presidente della commissione permanente territorio, ambiente, moblità e infrastrutture della Regione, Stefano Baccelli, e il consigliere del Presidente della Regione Toscana, Gianfranco Simoncini.

Con “Professioni in piazza”, infine, si chiude la due-giorni: sabato 3 ottobre, dalle 10 alle 12,30, sotto il Loggiato di Palazzo Pretorio è previsto l’incontro aperto ai cittadini, dove le professioni ordinistiche possono presentarsi e farsi conoscere dai non addetti al lavori, mettendosi a disposizione della cittadinanza per domande, richieste particolari, scambi di informazioni.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la segreteria organizzativa dell’evento, Clip Comunicare, scrivendo all’indirizzo email: info@clipcomunicare.it o telefonando al numero 0583.1553512.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi