Header ad
Header ad
Header ad

Il primo catalogo sull’arte del Maestro Giannetto Salotti e una mostra a Palazzo Bernardini

Presentazione del catalogo Maestro Giannetto Salotti e

apertura mostra “Supplemento d’anima” a Palazzo Bernardini

Il primo catalogo sull’arte del Maestro Giannetto Salotti, il giusto tributo ad un grande artista e concittadino, il cui patrimonio d’arte è in serio pericolo, è stato presentato stamani martedì 22 settembre alle ore 11.30 a Palazzo Bernardini, sede di Confindustria Lucca. Con l’occasione si è inaugurata stamattina anche la mostra di opere del Maestro dal titolo “Supplemento d’anima”, a cura di Franca Severini, che sarà aperta a Palazzo Bernardini fino alla metà di ottobre dal lunedì al venerdì con orario 8,30 – 13,00 / 14,30 – 18,30.

Il primo catalogo sull’arte del Maestro Giannetto Salotti (Lucca, 1918-2013) è pubblicato da ZonaFranca Casa Editrice, progetto di ricerca per il sostegno all’arte e alla cultura con sede a Lucca.

La cura del testo critico è stata affidata a Luca Nannipieri, saggista e firma di Panorama oltre ad essere il consulente della Rai, Sky e La7 per la salvaguardia del patrimonio artistico.

Le fotografie sono state fornite dall’Archivio Salotti curato da Ermete Cheli, fotografo di fiducia e amico del Maestro Salotti e rielaborate in una veste grafica contemporanea da Caterina Salvi, fotografa d’arte per ArteImmagine Barga. Il supporto della figlia del Maestro, Ilaria Salotti è stato fondamentale per la chiave di lettura del mondo e del temperamento dell’artista e dell’uomo.

Le straordinarie sculture, i disegni, le pitture e l’archivio sono oggi conservati nella Casermetta San Martino sulle mura della città di Lucca e rappresentano un tesoro a disposizione della cittadinanza, degli appassionati, degli studiosi e del turismo d’arte da tutto il mondo che arriva a Lucca.

Questo patrimonio d’arte rappresenta un itinerario nella scultura del Novecento che, al momento, attraversa una difficile situazione a causa del forzoso “sfratto” di cui è oggetto a causa della riassegnazione delle Casermette.

Il futuro della collezione, come ha sottolineato st

amattina in conferenza stampa la curatrice della collezione, Franca Severini: “E’ incerto e si trova nel bel mezzo di un viaggio ancora senza meta. Ci auguriamo che la sua arte rimanga a disposizione di tutti come è giusto che sia per una grande voce del Novecento, un artista vero.

Un ringraziamento sentito a Claudio Romiti, Direttore di Confindustria Lucca, che con estrema sensibilità ha accolto alcune opere del Maestro nella sede di Palazzo Bernardini in modo permanente, mentre le altre saranno visibili fino alla metà di ottobre”.

Con l’occasione, infatti, si è inaugurata stamattina la mostra dal titolo “Supplemento d’anima”, che sarà aperta, a piano terra e al primo piano di Palazzo Bernardini, dal lunedì al venerdì con orario 8,30 – 13,00 / 14,30 – 18,30.

Copertina catalogo

CENNI SULLE OPERE DEL MASTRO GIANNETTO SALOTTI

Giannetto Salotti evoca un mondo oggi lontano, un artista vero e libero che ha dedicato l’intera esistenza ad esprimere attraverso le sue opere il mondo e le figure che lo popolano con una autorità artistica e personale degna dei grandi del Novecento.

Lucchese di nascita, si è formato a Lucca e a Firenze ed ha sempre mantenuto le radici nella sua città dove ha anche insegnato ed è stato acclamato e visitato da critici e appassionati da ogni parte del mondo. Insignito tra le varie onorificenze, dalla prestigiosa Accademia Tiberina di Roma tra i grandi della storia come Canova, Manzoni, Fermi, Foscolo e altri illustri, ha inoltre partecipato alle grandi esposizioni italiane di Torino e Roma.

Giannetto Salotti è scomparso il 28 agosto del 2013 all’età di 95 anni mentre si stava recando al suo studio sulle mura urbane come ogni giorno. Conosciuto da tutti nell’ambito dell’arte vera, solida, tutti oggi parlano di quella sua arte che ha lasciato il segno, dalla forte impronta etrusca come ad esempio negli straordinari volti femminili e intrisa di futuro, come nelle rappresentazioni astratte che lo accomunano ad altri grandi come Hans Arp e Henry Moore, che fu invitato come Salotti ai Seminari di Scultura del Museo Henraux.

Oggi, alcuni musei in Italia, come il Museo della Poesia di Piacenza, il Mazziniano di Genova, il Museo di Catania, il raffinato Museo di Codogno e Il Cassero Museo per la scultura italiana Ottocento e Novecento a Montevarchi, oltre a numerose collezioni private, hanno acquisito alcune opere segnando la grandezza dell’autore per sempre.

Hanno scritto su Salotti i più grandi critici come Antonello Trombadori, Pier Carlo Santini, Arrigo Benedetti, Raffaele Carrieri, Manlio Cancogni, Paul Dumon, Lucia Toesca, Domenico Acconci, Roberto Giovannelli, Mario Marzocchi, Tommaso Paloscia, Mirko Pucciarelli, Florio Santini, Antonella Serafini e Amedeo Anelli e Luca Nannipieri, saggista e firma di Panorama che ha curato il catalogo sul disegno del Maestro edito in agosto 2015 da ZonaFranca Casa Editrice.

Le opere di Salotti sono state esposte in numerosi paesi dal Brasile alla Germania, Olanda, Svizzera, Venezuela e anche in Giappone, con testimonianze di molte personalità culturali e politiche che hanno di fatto inserito l’artista di origine lucchese nel pantheon dei Maestri.

Il Maestro Giannetto Salotti dagli anni ’40 ha tenuto aperto e vissuto ogni giorno con la sua arte lo studio/atelier/museo nella Casermetta San Martino sulle mura di Lucca, un luogo dove oggi è possibile ammirare l’evoluzione artistica di un grande interprete del Novecento.

Il patrimonio artistico comprende eccezionali capolavori di scultura e segnano l’evoluzione più pura dell’estetica e dell’essenza del Novecento.

Salotti ha insegnato per tutta la vita arte, accanto alla incessante realizzazione di opere d’arte di scultura, disegno e pittura, è stato un artista completamente dedicato alla realizzazione, alla creazione del suo sentire, così attento al mondo che lo circondava e allo stesso tempo lontano da tutte le leggi del mercato e della promozione di se stesso.

Il lavoro è stato la sua guida.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi