Header ad
Header ad
Header ad

Ultimi biglietti per Italy loves America domani al Giglio

Un’iniziativa della Fondazione Banca del Monte di Lucca insieme ai Lucchesi nel Mondo

Italy loves America”, con Franc D’Ambrosio insuperabile Fantasma dell’Opera

Spettacolo verso il tutto esaurito: ultimi biglietti disponibili

Venerdì 11 settembre alle 21 al Teatro del Giglio

Ha già conquistato il cuore dei lucchesi, lo spettacolo che racconta in musica le emozioni dei nostri migranti negli Usa. “Italy loves America – Le più belle note sulle rotte del Nuovomondo” sta andando verso il tutto esaurito, ma ci sono ancora alcuni biglietti disponibili. L’iniziativa realizzata dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca insieme all’Associazione Lucchesi nel Mondo ed a Rockopera, si terrà venerdì 11 settembre alle 21, al Teatro del Giglio.

Lo spettacolo si compone di due tempi e vede ospite d’onore Franc D’Ambrosio, per un viaggio che, da Puccini, ci accompagna fino alla musica moderna e pop, per rendere omaggio a canzoni, opere e musiche che hanno saputo narrare le vicende degli italiani, e anche dei lucchesi, partiti per cercare fortuna lontano da casa, e nelle quali intere generazioni di emigrati si sono riconosciute.

Franc D’Ambrosio, nato a New York da genitori italiani, ha studiato all’accademia di canto realizzata dal maestro Lorenzo Malfatti, si è perfezionato con Pavarotti ed è conosciuto in tutto il mondo per la sua indimenticabile interpretazione del “Fantasma” nel musical di Andrew Lloyd Webber “Il Fantasma dell’Opera”, di cui eseguirà alcuni brani. Come lo scorso anno, il concerto è dedicato alla memoria di Bernardo Romei, giovane lucchese nel mondo scomparso prematuramente.

D’Ambrosio si propone come testimonial di eccezione dell’Accademia Vocale Lorenzo Malfatti, che in memoria del compiano maestro porta ogni anno a Lucca promettenti musicisti e cantanti americani per perfezionare i propri studi.

L’artista, già a Lucca da alcuni giorni ha incontrato la stampa e nell’occasione Pietro Fazzi, Michele Bianchi e Stefano Galligani gli hanno fatto dono di alcuni manifesti, alcuni del 1987, dei primi concerti dell’Accademia nei quali compare il nome di un giovanissimo Franc D’Ambrosio, allora agli inizi della carriera.

La parte della programmazione creata della direttrice artistica dell’associazione Lucchesi nel Mondo, Vivien Hewitt, raggruppa brani d’opera come quelli de’ La Wally di Catalani, passando per La fanciulla del West di Puccini che unisce la melodia italiana ai ritmi e suoni del Nuovo Mondo; con le più belle canzoni italiane del ‘900, con le quali artisti come Carlo Buti, Beniamino Gigli, Feruccio Tagliavini, Gino Bechi e Tito Gobbi conquistarono il pubblico internazionale. L’accento è su Cesare Antonio Bixio, autore di “Mamma”, “Voglio vivere così”, e “La strada nel bosco”, ma non mancheranno né Cardillo, autore di “Cor n’grato”, né l’italo americano Henry Mancini, autore di “Moon River” immortalata da Audrey Hepburn in “Colazione da Tiffany”, né Harburg, autore di “Somewhere over the Rainbow” dal Mago di Oz.

Ci sarà la musica struggente del padre del musical moderno, Leonard Bernstien, compositore di “West Side Story” che anticipa i rock opera e musical di Lloyd Webber, e infine Morricone, che per “The Mission” che ha creato la magnifica melodia “Gabriel’s Oboe”, diventato poi la canzone “Nella fantasia”.

Gli artisti sono tutti giovani che stanno già facendo parlare di loro: il tenore Giuseppe Bellanca che si è esibito più volte a La Scala, la soprano taiwanese Han Ying Tso, che si è perfezionata al Teatro alla Scala e il baritono Franco Cerri, che ha debuttato in vari ruoli e collabora con l’Accademia del Festival Puccini. Al pianoforte Anna Cognetta.

Ci saranno anche brani da “Evita” e “Jesus Christ Superstar”, che grazie alla Compagnia RockOpera saranno portati in scena dagli interpreti solisti dei musical che hanno fatto il giro d’Italia: Terry Horn, Stefano Pardini, Mara Mazzei e Matteo Giusti, accompagnati dai musicisti Gabriele Landucci alle tastiere, Antonio Gori e Giampiero Morici alle chitarre, Michele Grazzini alla batteria e Alessandro Nottoli al basso.

Nella seconda parte dello spettacolo, sul palco proprio la guest star Franc D’Ambrosio, per uno spettacolo d’eccezione che porterà in scena alcuni suoi cavalli di battaglia, tratti dal musical de “Il Fantasma dell’Opera”, come “The phantom of the Opera”, “Past the point of no return” e “Music of the night” insieme ad altri brani che appartengono al suo repertorio come “Almost like being in love” (Brigadon), “Anima Core”, “Bring him home“ (I Miserabili), “Parla più piano” (Il Padrino), “Impossible dream” (Man of la Mancha).

I biglietti sono a disposizione presso la biglietteria del Teatro del Giglio, Tel. 0583/ 465320 .

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi