Header ad
Header ad
Header ad

LAGO DI VAGLI: Nel 2016 potrebbe riaffiorare il paese fantasma

L’ultima volta che è riaffiorato Fabbriche di Careggine, il paesino nascosto dalle acque del Lago di Vagli, era il 1994. Da allora, da più di vent’anni, in molti hanno sperato che questa meraviglia potesse ripetersi. Fu un evento eccezionale, con un infinità di turisti che invase la Garfagnana per fare due passi fra le rocche del paese sommerso, che per l’occasione rivide la luce.

Il 2016 potrebbe essere la volta buona, almeno a sentir dire quanto ha dichiarato il sindaco di Vagli Mario Puglia. L’attesa potrebbe dunque essere finita e per il turismo locale sarebbe veramente una manna dal cielo.

La costruzione del paese risale al XIII secolo, sulle rive del fiume Edron, ma dal ’46 gli abitanti sono stati trasferiti in un altro paese, che porta il nome di Vagli di sotto. Fu allora che cominciò la costruzione della diga e del lago, usato come riserva di acqua per tutta la zona. Lo svuotamento non ha una ricorrenza precisa, anche se in linea di massima si tratta di una operazione che viene effettuata ogni dieci anni per permettere la manutenzione della diga stessa. Il primo svuotamento si è avuto nel 1958, poi nel 1974, poi nel 1983 e nel 1994. L’ultimo intervento era programmato nel 2004, poi per motivi tecnici e pratici questo appuntamento è saltato. La diga e il lago (che contiene circa 34 milioni di metri cubi di acqua) sono di proprietà di Enel.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi