Header ad
Header ad
Header ad

Nasce “Lucca in Rete”

Si chiama “Impara l’italiano con Puccini” e prevede un soggiorno di 6 notti a Lucca il prodotto con cui la nuova rete di imprese turistiche Lucca in Rete si presenta sul mercato internazionale, con un occhio speciale rivolto al periodo di bassa stagione, da novembre a marzo.

Siamo operatori turistici di esperienza e sappiamo che un prodotto per avere successo deve essere lanciato almeno sei mesi prima, quindi adesso per novembre – spiega Filippo Murina, presidente di Lucca in Rete – Le dinamiche del turismo a Lucca le conosciamo bene e sappiamo che il problema principale è avere turisti che dormono in città nel periodo invernale, dalla fine di Lucca Comics & Games fino a Pasqua. Abbiamo pensato allora ad una proposta che unisca il meglio che possiamo offrire, ovvero arte, cultura e la musica di Giacomo Puccini. Il prodotto base è articolato su una settimana, con prezzi molto convenienti, che però comprendono tanti servizi proprio per consolidare l’immagine di una città in cui si può stare a lungo senza il rischio di annoiarsi, anzi con il piacere di scoprire sempre cose nuove”.

L’amore verso la lingua italiana, che è risultata a sorpresa la quarta più studiata a livello mondiale, è un elemento spesso sottovalutato in campo turistico, ed ha invece un grande valore per chi decide (come è il caso di Lucca in Rete) di puntare sulla qualità della propria offerta. E dunque il prodotto “Impara l’italiano con Puccini” offre esperienze musicali, culturali e gastronomiche come chiave di accesso rigorosa, ma divertente, alla lingua italiana.

Composta da sei aziende (Hotel Bernardino, ristorante Cantine Bernardini, noleggio bici Chronò Bikes, noleggio auto bus Tau Touring, cooperativa Linketto, e il tour operator Natural Voyages), Lucca in Rete contiene al suo interno tutti i servizi della filiera turistica e quindi è in grado di offrire direttamente ai turisti italiani e stranieri la possibilità di apprezzare al meglio la città di Lucca, con escursioni in minivan e bus nei dintorni e possibilità di tour in bicicletta.

Lucca in Rete si occuperà non soltanto dell’aspetto della promo-commercializzazione, avendo già in programma per il secondo anno consecutivo la partecipazione a TTI Rimini principale fiera turistica in Italia, ma anche di quello dell’accoglienza a coloro che arrivano a Lucca e che spesso non hanno la percezione completa di quello che la città può offrire: un patrimonio e un ventaglio di servizi che non può certo esaurirsi in poche ore di escursione e che saranno evidenziati in una originale mappa della città.

La nostra Rete è naturalmente aperta all’adesione di altri operatori turistici e alla collaborazione con enti ed istituzioni – aggiunge Murina – Stiamo già lavorando ad un piccolo evento di presentazione, che sarà in piazza e aperto al pubblico, per farci conoscere e per coinvolgere davvero tutti coloro che hanno a cuore uno sviluppo economico legato al turismo e al commercio di qualità. Vogliamo promuovere una immagine di Lucca come destinazione forte della Toscana, peraltro vicina agli aeroporti di Pisa e di Firenze. Ma questo sarà possibile soltanto organizzando al meglio i servizi e le opportunità che la città e l’intero territorio offrono. In questo senso essere in rete sarà un elemento di grande forza per ogni singolo operatore”.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi