Header ad
Header ad
Header ad

Sagra Musicale Lucchese: concerto dedicato alla Croce di maggio il 23 maggio

Sagra Musicale Lucchese 2015
 I gioielli del barocco italiano con il Trio Sophia
alle 18 nella chiesa di San Pietro Somaldi – Ingresso gratuito
Proseguono gli appuntamenti del cartellone della  Sagra Musicale Lucchese il festival più longevo della città di Lucca, e una delle più prestigiose manifestazioni musicali regionali, organizzato da Comune, Provincia e Arcidiocesi di Lucca con il sostegno di  Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e la sponsorizzazione tecnica dell’Oleificio Rocchi. Diretta dal maestro Luca Bacci, che a partire dal 2009 ha raccolto il testimone di monsignor Emilio Maggini, ideatore e direttore, la Sagra offre un appuntamento dedicato alla Santa Croce di maggio.
Sabato 23 maggio alle 18 nella chiesa di San Pietro Somaldi si esibisce il “Trio Sophia”: Alessandra De Negri (soprano), Lilian Stoimenov (tromba) e Marco Vincenzi (organo) ne “I gioielli del Barocco Italiano”. Il programma prevede: Antonio  Caldara  “La  Vittoria  Segue” per soprano,  tromba  e  organo; Carlo  Francesco  Pollarolo  “Sonata  primo  Tuono” per organo; Johann  Rosenmuller “O  felicissimus  paradysi  aspectus” per soprano, tromba e organo; Tomaso Albinoni Concerto in Mi Bemolle Maggiore per tromba e organo; Antonio Vivaldi                                        “Combatta  un  gentil  cor” per soprano, tromba e organo; Antonio  Vivaldi – J.  S. Bach                 Concerto in Sol Maggiore BWV 973 allegro, largo e allegro per organo; Alessandro Melani                  “Quai  bellici  accenti  ascolti, mio  core” per soprano, tromba e organo; Francesco Gasparini                                                         “Panis  Angelicus“ per soprano e organo; Baldassare Galuppi “Alla  Tromba  della  fama” per  soprano, tromba e organo.
Il prossimo appuntamento della Sagra Musicale Lucchese è giovedì 4 giugno alle 21,15 nella Chiesa dei Servi con il Coro dell’Università di Pisa e Tuscan Chamber Orchestra in “Requiem K.626” di W.A. Mozart.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi