Header ad
Header ad
Header ad

L’incontro con l’artista Elio Lutri apre ad Artémisia il “Lucca Underground Festival” promosso da V.A.G.A

Sarà l’incontro  intitolato “Elio Lutri: numeri e oltre” con Elio Lutri,  condotto da Gianmarco Caselli ad aprire venerdì 15 maggio alle 18.30 al polo culturale Artémisia di Tassignano  la prima edizione del “Lucca Underground Festival” , naturale evoluzione di “Underground”, la rassegna dell’Associazione V.A.G.A. (Visioni Atipiche Giovani Artisti), che ha visto la sua prima edizione a Capannori nel 2008.
Elio Lutri, lucchese, insegnante di discipline tecniche alle scuole superiori  e  ingegnere è un autore il cui fare polimaterico è generalmente apprezzato per l’originalità dell’espressione a cui dedica sempre significazioni profonde e complesse. Nulla è improvvisato nelle sue opere, tutto è composto con pazienza in modo informale ben oltre la bidimensionalità di una superficie piana.
“Elio Lutri – spiega Gianmarco Caselli direttore artistico del Lucca Underground Festival – è un artista a noi molto caro e con il quale è nata una profonda sintonia, al punto tale che ha realizzato il logo grafico del  nostro festival nel proprio personalissimo stile: utilizzando una vecchia tastiera di computer.”

“Per una vita ho lavorato per gli ‘altri’ – dice Elio Lutri-.  L’ho fatto e continuo a farlo con tutta la dedizione che gli ‘altri’ meritano quando ti devono dare ciò che ti serve per vivere. Alla fine mi sono concesso il regalo di lavorare anche per me. Ed in pochi anni ne è venuto fuori tutto quello che vedete. Tutto sommato, mi voglio bene, perché questo è di gran lunga il più bel regalo che mi potessi fare”.
Dal 2010 ad oggi Lutri che per la realizazzione delle proprie opere usa matediali di vario genere come camicie, palle da biliardo e bottiglie ha allestito tre importanti mostre personali ed è stato invitato a partecipare a numerosissime mostre collettive. Di lui si sono occupati la carta stampata e quella televisiva in più occasioni. Ha vinto due concorsi, nel 2010 e nel 2014. Quest’ultimo lo ha portato ad esporre a Londra in aprile di questo anno. Ha appena firmato la sua opera n° 50 che sarà presentata alla rassegna “InContemporanea” alla Fondazione Lazzareschi il prossimo 23 maggio.
Lucca Underground Festival promosso con il patrocinio del Comune di Capannori e in collaborazione con Arci Lucca si svolgerà in due periodi dell’anno: la prima parte nel mese di maggio e la seconda in autunno, nei mesi di  ottobre e novembre. In programma serate a tema artistico-culturale ed etico-sociale. Scopo della manifestazione  la promozione di  nuovi linguaggi creativi  per dare la possibilità agli artisti, locali e non, di far conoscere i propri lavori e diffondere la cultura underground alternativa a quella di massa.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi