Header ad
Header ad
Header ad

Riscatto immediato della Lucchese che torna alla vittoria battendo la Spal

Era stato richiesto un riscatto immediato e così è stato.. una Lucchese non bella ma concreta ha battuto con un secco 2-0 una delle dirette concorrenti per la permanenza in Lega Pro. Inizialmente titubante, la formazione guidata da Nanu Galderisi ha sbloccato il risultato alla prima occasione, poi ha sofferto per altri 50 minuti fino a quando prima Di Masi (il meglio in campo) non ha permesso alla squadra estense di pareggiare e immediatamente dopo Lo Sicco su un contropiede ha affossato definitivamente la Spal. In una sola parola si può definire la Lucchese odierna come una squadra cinica, ovvero ha avuto due occasioni e due occasioni le ha sfruttate appieno. Quanto al gioco, evidentemente il problema è di maggior respiro, visto che anche oggi si può dir tutto ma non che i rossoneri hanno disputato una bella partita. Il racconto del match è abbastanza semplice, la Spal parte a testa bassa, e colpisce lungo le fasce dove la Lucchese questa settimana è in emergenza (Nolè aut per un infortunio al polpaccio), ma al 5’ su punizione di seconda, Mingazzini da circa 20 metri trova l’incrocio dei pali e sblocca immediatamente il risultato. La Spal non si arrende e inizia a macinare gioco con i rossoneri che si difendono compostamente mostrando a volte delle criticità dovute alla poca esperienza di alcuni elementi. Nonostante la mole di gioco prodotta, i bianco celesti non impensieriranno mai l’estremo rossonero Di Masi. Nel secondo tempo al 2’ Forte perfettamente servito si invola solo verso la porta ma il segnalinee sbandiera un inesistente fuorigioco. La partita si accende e al 14 Di Masi prima fa il miracolo su Fioretti respingendo corto dove sul tapin interviene Calcagni che salva sulla linea, poi cinque minuti dopo devia a mano aperta una sassata da fuori area che fortunatamente si stampa sulla parte alta della traversa e poi va fuori. Tanto per non smentire l’ormai famosa legge del calcio, gol sbagliato – gol subito, al 22 Lo Sicco intercetta un passaggio sbagliato di Cottafava e si invola solo verso la porta, tiro secco e preciso per il due a zero che affonda la Spal. Da li alla fine la Lucchese non si affaccerà più dalle parti di Menegatti, mentre la Spal tenterà in tutti i modi di cercare di accorciare le distanze anche se in modo confuso e mai pericoloso. Finisce sotto un autentico diluvio, con un terreno zuppo un match che non ha regalato grosse emozioni eccezion fatta per i due gol realizzati dalla Lucchese e per alcune parate (più che altro spettacolari) dell’estremo rossonero Di Masi.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi