Header ad
Header ad
Header ad

La Lucchese torna dal Reggio Emilia con un preziosissimo pareggio

La Lucchese torna dal Mapei Stadium con un preziosissimo pareggio che allunga la striscia positiva disegnata dal nuovo mister Galderisi (1 vittoria e 4 pareggi); partita giocata a ritmi altissimi con le due squadre che si sono affrontate a viso aperto. Il risultato è solamente di 1-1 ma poteva essere molto più rotondo visto i 2 legni colpiti dalla Reggiana e la traversa colpita dai rossoneri.
I primi minuti sono di studio con la reggiana che dimostra di avere un centrocampo ed un attacco da paura, ma quando meno te lo aspetti su una delle prime azioni rossonere, esce il vantaggio. E’ il 18’ e Ferretti (uno dei meglio) scarta un paio di avversari con un dribbling ubriacante e invece che tirare serve un pallone d’oro a Lo Sicco che insacca in rete da posizione ravvicinata (praticamente un rigore in movimento).
Nei minuti successivi la reggiana si scatena ed attua un vero e proprio forcing, tanto che, due minuti dopo il gol rossonero, Alessi colpisce in piano il palo; passano pochi istanti che lo sforzo viene premiato da un eurogol di Spanò (lasciato troppo solo dai difensori rossoneri) che con una fucilata da fuori area trova l’incrocio dei pali, dove l’incolpevole Di Masi (il meglio in campo) non può arrivare.
La Lucchese non subisce il colpo e continua a giocare come meglio sa fare e sfiora nuovamente il vantaggio con un rasoterra di Ferretti che però sfiora il palo; Pochi minuti dopo a provarci è Boilini che sulla sinistra entra in area finta il cross ed al limite dell’area piccola calcia sul primo palo (forse con poca convinzione) dove Feola devia in corner.
Prima della fine del primo tempo c’è spazio anche per gli amaranto, con un paio di occasioni non particolarmente pericolose con Di Masi bravo a sventare il pericolo.
Nel secondo tempo Galderisi toglie Degeri per Santeramo, il cambio fa calare di qualità il centrocampo rossonero e di ciò ne approfittano gli uomini in amaranto che prendono la supremazia del campo.
Al 9’ brivido per i circa trenta tifosi rossoneri che vedono il pallone prima colpire il palo della porta difesa da Di Masi, sul rimpallo la sfera colpisce la schiena dell’estremo difensore ma fortunatamente finisce sul fondo. Fino al 75 la reggiana imperversa nella metà campo Lucchese, senza però creare grossi grattacapi all’estremo rossonero (oggi in giornata di grazia); poi improvvisamente in una delle poche azioni di attacco di matrice rossonera Rajcevic servito da Lo Sicco, colpisce la traversa da distanza ravvicinata.
Da qui alla fine le squadre sembrano accontentarsi anche se sporadicamente si affacciano nell’area avversaria dove i due numeri uno hanno dato il meglio di loro.
Al Mapei Stadium finisce 1-1, forse la più bella partita per impegno, intensità agonistica e gioco fatta dai rossoneri durante il loro cammino in Lega Pro; speriamo che sia di buon auspicio visto che la prossima partita potrebbe già esserci stata una mini rivoluzione nell’organico (visto che si parla di un gran numero di partenze a fronte di 3-4 innesti).

Per Lucca Live DANIELE DEL DOTTO

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi