Header ad
Header ad
Header ad

Una retrospettiva sull’attività teatrale di Studio Azzurro nella stagione Affari Nostri di SPAM!

Scena e doppia scena, Studio Azzurro e il teatro

Una retrospettiva sull’attività teatrale di Studio Azzurro nella stagione Affari Nostri di SPAM!

A Lucca, dal 17 al 21 dicembre alla Casa del Boia (via dei Bacchettoni), nell’ambito della stagione Affari Nostri di SPAM!, un evento straordinario: Scena e doppia scena, Studio Azzurro e il teatro,  una video-retrospettiva che vede protagonista lo storico gruppo multimediale milanese Studio Azzurro, la più importante esperienza di video arte in Italia, che ha presentato le sue opere in tutto il mondo, da New York a Tokyo, passando per tutte le capitali europee. Da oltre trent’anni Studio Azzurro esplora le possibilità poetiche ed espressive delle nuove tecnologie attraverso la realizzazione di video ambienti, ambienti interattivi, percorsi museali, opere teatrali e film, disegnando un percorso artistico trasversale alle tradizionali discipline.

Durante la “maratona” video, che comprende le documentazioni di opere di ambito teatrale di Studio Azzurro, verranno proiettati a ciclo continuo dalle ore 11 alle 23, ben 12 ore di materiali video: dai lavori più tradizionalmente teatrali, alle opere musicali, dalle opere in cui la coreografia è fondamentale per la narrazione visiva, fino alle videodocumentazioni degli spettacoli di altri artisti che hanno avuto la fortuna di incrociare le loro strade con quelle dello Studio.

I video avranno un orario di proiezione a rotazione – segnalato sul sito: www.spamweb.it – che permetterà al pubblico di vedere l’intero ciclo di 12 ore.

La visione dei lavori è stata allestita in una condizione informale, ricreata all”interno della Casa del Boia per permettere ai visitatori di soffermarsi liberamente, sedersi, andarsene e tornare negli spazi arredati quasi a suggerire un salotto temporaneo, in cui incontrarsi e alimentare quella condizione di condivisione che Studio Azzurro ha sperimentato in tutto il suo percorso artistico.

L’arredo della mostra, è curato da Bruno Poli de ‘Il Deposito / Carrozz-ria La Madonnina’ di Pietrasanta.

Domenica 21 dicembre alle ore 17 chiuderà la mostra un incontro pubblico con alcuni artisti di Studio Azzurro (entrata libera – posti limitati).

L’incontro sarà condotto dalla Prof.ssa Sandra Lischi, Presidente del Corso di Laurea in Discipline dello spettacolo e della comunicazione, docente di Radio, Televisione e Arti elettroniche presso l’Università degli Studi di Pisa nonché ideatrice della manifestazione “Ondavideo-Suoni e immagini del futuro” e condirettrice a Milano di “Invideo-mostra internazionale di video d’arte e di ricerca”.

Il pubblico potrà accedere alla “mostra” nei seguenti oraridal mercoledì al sabato dalle h 11 alle h 23, la domenica dalle h 11 alle h 16ca. – domenica alle h17 incontro con Studi Azzurro, chiusura mostra a fine incontro.

Studio Azzurro (Premio UBU per il teatro di ricerca nel 1988) nasce nel 1982 quando Fabio CirifinoPaolo Rosa e Leonardo Sangiorgi danno vita a un’esperienza che nel corso degli anni esplora le possibilità poetiche ed espressive delle nuove culture tecnologiche; a loro si aggiunge, nel 1995, Stefano Roveda. Attraverso la realizzazione di videoambienti, ambienti sensibili e interattivi, percorsi museali, performance teatrali e film, si disegna un percorso artistico trasversale alle tradizionali discipline e si forma un gruppo di lavoro aperto a differenti contributi e importanti collaborazioni. Da ricordare fra le creazioni del collettivo Geografie Italiane (2010), un viaggio attraverso paesaggi tridimensionali, luoghi e oggetti della storia dell’architettura, dell’ingegneria e del design, nato in occasione dell’apertura del MAXXI a Roma.

Un altro importante progetto, che vede Lucca fra le protagoniste, è Sensitive City presentato da Studio Azzurro per il padiglione italiano dell’Expo di Shanghai 2010. Sono ambienti sensibili, parte di un ciclo di opere interattive che accoglie il visitatore in modalità fortemente partecipative, nella scoperta del territorio locale, attraverso il racconto dei suoi abitanti. Ottocento narratori sono stati coinvolti nelle città di Lucca, Trieste, Matera, Siracusa, Spoleto, Chioggia, e hanno accompagnato questa esperienza portando una visione della propria città o un frammento di memoria che la riguarda, così da avviare la costruzione di un nuovo sito sensibile. Nel corso del 2013 numerosi sono stati i percorsi multimediali curati da Studio Azzurro sviluppando il filone di ricerca delle opere di “esperienza”, cioè opere dove il visitatore è invitato ad essere l’attore dell’esperienza che sta generando. Dalla collaborazione con Michelangelo Pistoletto in occasione della sua prima personale al Musée du Louvre di Parigi, è nata l’installazione interattiva Le porte di Cittadellarte che immerge il visitatore del Musée negli spazi e nel contesto di questo laboratorio di arte e vita, nello storico centro tessile di Biella.
L’evento è a cura di ALDES in collaborazione con STUDIO AZZURRO

con il patrocinio e in collaborazione con Opera delle Mura di Lucca
con il patrocinio del Corso di laurea in Discipline dello Spettacolo e della Comunicazione e del Corso di laurea Magistrale in Storia e Forme delle Arti Visive, dello Spettacolo e dei Nuovi Media – Universitàdi Pisa, dell’Accademia di Belle Arti di Carrara, dell’Accademia di Belle Arti di Firenze
in collaborazione con la Scuola di Nuove Tecnologie dell’Arte – Accademia di Brera (Milano), LFF – Lucca Film Festival, CAV Pietrasanta

INFO

> ENTRATA LIBERA (posti limitati)

Gli orari delle proiezioni saranno consultabili sul sito web di SPAM! www.spamweb.it

info@spamweb.it cell. 342.0592977 / 348.3213503

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi