Header ad
Header ad
Header ad

Una Lucchese “battagliera” torna da Ancona con un buon punto

Una Lucchese “battagliera” torna da Ancona con un buon punto che muove la classifica e da morale alla truppa di Galderisi.
Come dice il detto squadra che vince non si cambia, quindi il mister ripropone lo stesso undici di partenza che aveva pareggiato in casa con il Teramo; unica variazione Mingazzini che a causa di un risentimento muscolare patito in settimana viene sostituito a centrocampo da Bianchi.
La partita è giocata per tutti i 90 minuti a viso aperto, con entrambe le squadre che vogliono ambire al bottino pieno; la lucchese è andata in svantaggio due volte ed in entrambe le circostanze dopo pochi minuti è pervenuta al pareggio dimostrando di avere un gran carattere.
Pronti via e l’Ancona cerca di impensierire subito la retroguardia rossonera. A provarci è Tavares ma Di Masi anticipa la punta. Al 13 si sblocca il risultato, Paponi colpisce di testa Di Masi devia sul palo nella mischia un giocatore dell’Ancona serve D’Orazio che appoggia a porta vuota. La Lucchese non ci sta e ha una reazione veemente che porta dopo circa dieci minuti al pareggio di Ferretti. Ottimo il suo dribbling a smarcarsi al limite dell’area e spettacolare il tiro a fil di palo che trafigge Arpea.
L’Ancona si spaventa e contemporaneamente la Lucchese prende coraggio. Prima Degeri (il meglio in campo) poi Lo Sicco entrambi con tiri da fuori area sfioreranno il gol. Nei minuti finali del primo tempo l’Ancona va vicina al gol “beffa” con Tavares che solo davanti al portiere spara alto.
Nel secondo tempo per 20 minuti abbondanti è un monologo rossonero; la partita si svolge interamente nella metà campo biancorossa con i ragazzi di Galderisi poco incisivi e cattivi al momento di finalizzare l’azione; ma ecco che quando meno te lo aspetti da un coss, complice una clamorosa svista difensiva, Tavares trova il tapin vincente da pochi passi dalla linea di porta. Neanche il tempo di ripartire che fortunatamente Calcagni effettua un cross in area, Arpea esce a vuoto e un puntuale Lo Sicco devia in rete la palla del pareggio.
Da qui in poi la partita si addormenta, si registrano le classiche sostituzioni tattiche, e qualche sporadica azione non eccessivamente pericolosa da parte dei biancorossi anconetani.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi