Header ad
Header ad
Header ad

Al museo archeologico “Athena” una sala con nuovi reperti di 40 mila anni fa rinvenuti a Capannori

Una nuova sala dedicata alla preistoria è stata inaugurata sabato scorso (18 ottobre) al museo archeologico etnografico “Athena” di Capannori. Intitolata a Mario Dini, ricercatore del periodo storico scomparso nel 2012 all’età di 38 anni, contiene reperti inediti per l’esposizione capannorese appartenenti all’età della pietra. Si tratta di rudimentali attrezzi appartenenti a periodi che vanno dal paleolitico medio (40 mila anni fa) al mesolitico (10 mila anni fa) rinvenuti in varie zone del territorio di Capannori, come in località Casina d’Isola a Castelvecchio di Compito o a Camigliano, che testimoniano gli insediamenti preistorici nella Piana di Lucca. Oggetti, questi, che giacevano in un magazzino per mancanza di spazi ma che hanno trovato posto grazie alla struttura aperta nel 2013 dall’amministrazione comunale.
Al taglio del nastro davanti a un folto pubblico erano presenti l’assessore alla cultura Silvia Amadei, il direttore del museo, Alessandro Giannoni, il presidente del Gruppo Archeologico Capannorese, Mauro Lazzaroni, la curatrice dell’allestimento della sala, Ilaria Rinaldi, e i familiari di Dini.
“Questo nuovo spazio arricchisce l’offerta culturale di Athena, che punta a essere uno dei riferimenti museali del territorio – afferma l’assessore alla cultura, Silvia Amadei -. Siamo orgogliosi che sia stata intitolata a uno studioso come Mario Dini che, sebbene sia prematuramente scomparso, ha dato un prezioso contributo all’archeologia locale grazie anche alle sue doti manifatturiere che gli permettevano con semplicità di realizzare riproduzioni di oggetti preistorici. La sala è quindi un percorso logico che condurrà i visitatori alla scoperta della preistoria. Auspico che appassionati, cittadini e scolaresche colgano l’opportunità di visitarla per conoscere ancora più da vicino la storia del nostro territorio”.
La sala “Mario Dini” è suddivisa in spazi che hanno lo scopo di far capire al visitatore come venivano fabbricati utensili e altri strumenti e come si sia evoluta la mente umana nel corso della preistoria. Al centro è stato ricreato un focolare realizzato dal ricercatore che riproduce l’opera di scheggiatura della pietra e il modo di consumare i pasti durante quel periodo. Si trovano poi una vetrina con reperti risalenti all’età della pietra e uno spazio dedicato al neolitico (8000 – 5000 a.C.), per capire il ruolo dell’agricoltura, che contiene riproduzioni di strumenti e altri oggetti. E’ disponibile anche una vetrina con reperti dell’età del bronzo (1500 – 1000 a.C.) rinvenuti in siti quali il Palazzaccio e i Cavi di Orentano. Si trova, infine, l’angolo dello “scavo simulato” in cui i più giovani possono esercitarsi a scovare i reperti.
Il museo archeologico etnografico “Athena” si trova in via Carlo Piaggia a Capannori ed è aperto da lunedì al sabato dalle ore 9 alle 12 e il martedì a il giovedì anche dalle 14.30 alle 17.30. L’ingresso è gratuito.

 

Apprfondisci

Galleria fotografia

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi