Header ad
Header ad
Header ad

La Fotografia che racconta per immagini: lo storytelling a “epea02”

La Fotografia che racconta per immagini: lo storytelling a “epea02”

Questa domenica (21 settembre) Davide Monteleone inaugura il ciclo di incontri

Ingresso gratuito

La fotografia che racconta per immagini: lo storytelling a “epea02”. Inizia questa domenica (21 settembre) alle 11,30 il ciclo di incontri dedicati allo storytelling organizzati nell’ambito di “epea02”, seconda edizione di European Photo Exhibition Award, nel Palazzo delle Esposizioni della Fondazione Banca del Monte di Lucca (piazza San Martino, 7 – centro storico). Tre autori racconteranno le loro esperienze, mentre gli ospiti saranno accompagnati dal direttore artistico di Photolux Festival e curatore di epea Enrico Stefanelli.

Vincitore del Carmignac Gestion Photojournalism Award, domenica il fotografo Davide Monteleone presenta il suo “Spasibo” (editore Carmignac Gestion Photojournalism Award), un progetto su com’è diventata la Repubblica cecena 13 anni dopo l’ultima guerra con Mosca, documentando un paese, simbolo della ribellione cruenta, che ha raggiunto l’autonomia e il premio di una vita normale pagando il prezzo della sottomissione. 

Sabato (27 settembre) alle 17,30 sarà la volta di Enrico Gusella con il suo “Sulla fotografia e oltre” (Allemandi Editore, Collana I Testimoni dell’Arte). In questo lavoro, l’autore esplora la vita e l’opera di alcuni tra i fotografi che più hanno contribuito a rendere interessante e compiuta l’arte fotografica nel nostro tempo. L’intento è quello di delineare una sorta di geografia della narrazione fotografica e approfondire le visioni più interessanti di quegli interpreti del reale che hanno scelto di mettere in campo visioni proprie e singolari pur servendosi di un medium mimetico e appartenente all’epoca della riproducibilità tecnica come la fotografia.

Domenica (5 ottobre) alle 15,30 si terrà la presentazione di “New York Metaphysics of the urban landscape” di Gabriele Croppi; modera Mariateresa Cerretelli (editore SIME BOOKS). La singolarità del lavoro di Gabriele Croppi dedicato a New York sta nel fatto che riesce a raggiungere una forma spoglia e fortemente evocativa calando figure solitarie in alcune delle zone più frequentate e caotiche della città.

epea02” è promossa dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca (Italia), dalla Fundação Calouste Gulbenkian (Portogallo), Institusjonen Fritt Ord (Norvegia) e Körber-Stiftung (Germania). La mostra resta aperta a ingresso libero, dal lunedì al venerdì, dalle 11 alle 19,30, e il sabato, la domenica e i festivi dalle 10 alle 19,30 fino al 5 ottobre nel Palazzo della Fondazione Banca del Monte a Lucca (piazza San Martino, 7). Per info: www.fondazionebmlucca.it; www.photoluxfestival.it.

Questo comunicato è presente su: http://www.fondazionebmlucca.it/vedinews.php?news=254

Davide Monteleone, 1974, inizia la sua carriera come fotoreporter per l’Agenzia Contrasto. L’anno seguente si trasferisce a Mosca, realizzando molteplici progetti. Tra le sue pubblicazioni, Dusha, Russian Soul (2007), La Linea inesistente (2009), Red Thistle (2012). Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui alcuni World Press Photo e numerose borse di studio. Negli ultimi anni ha prodotto lavori per riviste internazionali, fondazioni e istituzioni culturali, esponendo in varie parti del mondo. Dal 2011, Davide è un membro dell’agenzia VII Photo.

Enrico Gusella, critico e storico delle arti, è curatore e ideatore di mostre. È stato professore a contratto per l’insegnamento di Storia della Fotografia e delle Arti Visive all’Università Ca’ Foscari di Venezia; cultore della materia per l’insegnamento di Storia dell’Arte moderna all’Università di Verona, ed è membro del «LISaV» – Laboratorio Internazionale di Semiotica a Venezia. Ha curato oltre 250 mostre. Si occupa di semiotiche, culture della Pubblica Amministrazione, storia dell’architettura e poetiche del paesaggio. Giornalista-pubblicista, già collaboratore dei quotidiani «Il Sole 24 Ore», «La Repubblica» (redazione di Napoli), «Il mattino di Padova», «L’Adige». Collabora alle pagine culturali de «Il Giornale di Vicenza».

Gabriele Croppi (1974) si diploma in Fotografia presso l’Istituto Italiano di Fotografia di Milano. La sua ricerca è incentrata sul rapporto tra fotografia e altre arti, come la pittura, la letteratura, il cinema e l’architettura. La sua ricerca “Metafisica del Paesaggio Urbano” ha ricevuto numerosi premi internazionali fra cui l’IPA (International Photography Awards 2012 e 2013) e il Golden Camera Awards (2013). Vive in Italia a Milano lavorando nel settore dell’editoria, del collezionismo fotografico, e dedicandosi all’insegnamento presso l’Istituto Italiano di Fotografia.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi