Header ad
Header ad
Header ad

La Lucchese perde con onore a Prato

Nel turno infrasettimanale una Lucchese battagliera e mai doma esce immeritatamente dal Lungobisenzio di Prato con sconfitta per 4 – 3, frutto di errori difensivi e di precisione al tiro. I rossoneri escono a testa alta, per il gioco spumeggiante e aggressivo praticato, peccato come dicevamo per alcune sbavature che hanno causato le 4 reti pratesi. Gli uomini di Pagliuca hanno dimostrato di avere una marcia in più nella zona centrale del campo dove Nolè, Lo Sicco (precisissimo nel fornire assist) e Santini (incursore fra le linee centrali e l’attacco) hanno creato una sorta di “ariete” che ha portato spesso al tiro i vari Ferrante, Biasci, e Ferretti. Come domenica scorsa con il Savona la Lucchese parte ad handicap, infatti dopo circa 70 secondi Casapieri tenta il dribbling su Rubino che però gli ruba palla e deposita in rete, 1-0. Nei minuti successivi l’estremo rossonero si farà momentaneamente perdonare con due belle parate su tiri di Bocalon. La Lucchese c’è e si vede. Gioca come sa ed i risultati si vedono quando al 18 Biasci con un tiro rasoterra pareggia i conti. Passano pochi minuti e Santini viene affossato in area con l’arbitro che concede il rigore, prontamente trasformato da capitan Nolè. 1-2 per i ragazzi di Pagliuca. Da questo momento la sorte gira le spalle alla Lucchese, infatti su un banale cross Fanucchi con un colpo di testa tutt’altro che irresistibile il Prato pareggia il risultato. La prima frazione termina, la partita è divertente e gradevole anche se si capisce che entrambe le difese hanno evidenti problemi. Nel secondo tempo la musica non cambia, Lucchese che attacca a testa bassa, creando più palle gol ma è il prato che con Bocalon realizza prima il 3-2 e poi il 4-2. Finalmente Boilini con un gran gol tiro da fuori area accorcia le distanze per i ragazzi di Paglicuca, peccato che il cronometro dica che mancano solo 20 minuti. I rossoneri continuano l’assalto ma la dea bendata ormai ha deciso di voltare le spalle ai giovanotti lucchesi. Lucchese che si dispone con un aggressivo 3 4 3 le azioni da gol si sprecano così come gli errori. I più clamorosi sono due: Biasci a porta vuota di testa manca lo specchio della porta ed a una manciata di minuti dalla fine Ferretti che colpisce il palo, Santini non trova la deviazione giusta, sul rimpallo Benedetti, appena entrato, coglie il palo. Finisce 4-3 per il Prato. Risultato bugiardo per il gioco e per le occasioni create dalla Lucchese visto che un paio di gol di bianco-blu pratesi sono frutto di macroscopici errori difensivi rossoneri. Sabato prossimo alle 16.00 al Porta Elisa arriva il Pontedera per la terza partita in sei giorni… alla faccia di chi ha redatto il calendario spezzatino. Non servono appelli, chi ha nel cuore i colori rossoneri sa cosa deve fare.

Per Lucca Live da Prato DANIELE DEL DOTTO

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi