Header ad
Header ad
Header ad

Due mesi a tutto jazz per la decima edizione di Lucca Jazz Donna

LUCCA JAZZ DONNA 2014

6 concerti e 4 eventi collaterali per celebrare il talento femminile nella musica in controtempo

Dieci date per dieci anni:

due mesi a tutto jazz per la decima edizione di Lucca Jazz Donna

La mostra fotografica “Women in Jazz” apre gli eventi collaterali:

venerdì 12 settembre alle 17,30 la vernice a Palazzo Ducale. Ingresso libero

Dieci date per dieci anni: due mesi a tutto jazz per la decima edizione di Lucca Jazz Donna. È “Women in Jazz”, la mostra fotografica di Laura Casotti, a dare il via agli eventi di Lucca Jazz Donna 2014 ed a raccontare cosa è successo in questi di anni di storia culturale e musicale lucchese, sui palchi del festival musicale dedicato al jazz al femminile. Apre infatti venerdì 12 settembre alle 17,30 l’esposizione fotografica che, nella sala del Trono di Palazzo Ducale, farà da cornice a tutti i concerti in calendario e darà il via al programma degli eventi collaterali.

Lucca Jazz Donna è organizzata dal 2005 dal Circolo Lucca Jazz insieme al Comune di Lucca ed alla Provincia di Lucca, con il sostegno dalla Regione Toscana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Banca del Monte di Lucca e la collaborazione di moltissimi soggetti ed associazioni che negli anni l’hanno supportata e continuano a farlo.

L’immagine e il programma di questa edizione del decennale sono stati presentati giovedì 11 settembre in Fondazione Banca del Monte di Lucca dal presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca Alberto Del Carlo e dal vicepresidente Giuliano Nieri, dall’assessore al turismo del Comune di Lucca Giovanni Lemucchi, dall’assessore alle pari opportunità della Provincia di Lucca Federica Maineri, dal direttore artistico della manifestazione Patrizia Landi, dal presidente del Circolo Lucca Jazz Vittorio Barsotti e dallo staff del festival.

Per la decima edizione – sono le parole di Patrizia Landi – ho voluto sottolineare la forza dei progetti, il coraggio della contaminazione, l’energia dei giovani. Le proposte sconfinano e si incrementano di arricchimenti tratti dal pop, blues, rock e altro ancora. Dalla serata iniziale, “Quando la musica è donna”, che vede puntare un faro su Joni Mitchell, capostipite storica delle cantautrici, risulta chiara questa scelta di valorizzare progetti che abbiano come fulcro non una categoria né uno stile, ma il coraggio di saper interiorizzare, capire, ascoltare e proporre novità originali e personalizzate. I concerti si snodano in una successione di progetti, alcuni dei quali inediti e realizzati appositamente per il nostro festival, come quello della cantante Stefania Scarinzi che porta sul palco ben 12 cantanti e una strumentista. O quello del maestro Giovanni Tommaso che vede la scelta di tre giovanissime musiciste europee che provengono da origini musicali molto diverse. Ho proposto con grandissima gioia, nella serata del 17 ottobre, “Musica nuda”, progetto che amo da sempre e che sta esaltando da ben dieci anni i teatri di tutto il mondo, dall’Olympia di Parigi al Joe’s Pub di New York. Una voce e un contrabbasso protagonisti assoluti, in un viaggio ricco di sorprese, emozioni, colpi di scena: un progetto che non ha paura ad accostare vari stili musicali, epoche, autori e che, ne sono assolutamente sicura, affascinerà e catturerà sino all’ultimo accordo tutto il pubblico. La musica è come respirare: è una delle poche realtà rimaste libere che riescono ancora a lasciare un sapore amabile e morbido della vita. Lucca Jazz Donna è tutto questo”.

LJD2014 - LocandinaLucca Jazz Donna è un appuntamento ormai fisso nel panorama culturale della nostra città – ha detto l’assessore al turismo del Comune di Lucca Giovanni Lemucchi -. Una manifestazione che è cresciuta nel tempo proponendo al pubblico musica e artisti di alto livello. Un festival che mette al centro non solo la musica, ma anche l’arte al femminile. Il mio ringraziamento va a tutti coloro che, grazie all’ottima organizzazione, ogni anno ci permettono di avvicinarci alla grande musica jazz”.

Questo festival è un’iniziativa importantissima per tutta la provincia – sono le parole dell’assessore alle pari opportunità della Provincia di Lucca Federica Maineri – per i suoi ospiti nazionali e internazionali. Pur essendo la Provincia in una situazione di transito, abbiamo contribuito al massimo anche a questa edizione: lo dimostra il catalogo che vuole essere testimonianza fisica di questi dieci anni, che onora e festeggia la bellezza di questa manifestazione”.

Se si crede in questo festival, bisogna avere i mezzi per volare alto – ha dichiarato il presidente del Circolo Lucca Jazz Vittorio Barsotti –. Ci piacerebbe poter tornare a fare la manifestazione in inverno, sia perché l’8 marzo non è mai stata per noi una ricorrenza formale, ma sostanziale, sia perché è strategicamente un momento migliore dal punto di vista dell’offerta turistica e culturale della città. Ci auguriamo di poter già cambiare qualcosa per il calendario 2015”.

In un calendario di 6 concerti, che si svolgeranno sempre al teatro di San Girolamo in ottobre, sono 3 le date a ingresso libero. Da segnare sul calendario ci sono le serate musicali di venerdì 10, venerdì 17, sabato 18, giovedì 23, venerdì 24 e sabato 25 ottobre.

4 gli eventi collaterali, che precedono l’inizio del festival, tutti ad ingresso libero tranne il workshop fotografico tenuto da Laura Casotti, che è riservato ai fotografi selezionati con apposito bando: le date sono il 12, il 19, il 26 e il 27 settembre.

Torna inoltre, con la sesta edizione, il Premio Lucca Jazz Donna, i cui 5 gruppi finalisti si esibiranno giovedì 23 ottobre, mentre il gruppo vincitore sarà premiato venerdì 24, in due serate ad ingresso libero.

L’immagine di quest’anno è stata scattata da Laura Casotti e ritrae la batterista Laura Klein, più volte ospite del festival.

Biglietti: per i concerti del 17, 18 e 25 ottobre, il costo dell’intero è 12 euro, 8 il ridotto. Hanno diritto alla riduzione i soci del Circolo Lucca Jazz, gli over 65 e gli under 25, gli studenti delle scuole di musica del territorio che presentano la tessera di iscrizione.

I concerti del 10, 23 e 24 ottobre, come tutti gli eventi collaterali (tranne il workshop fotografico), sono a ingresso libero.

Dal momento che le location hanno una capienza relativa, l’organizzazione invita gli interessati a presentarsi con un certo anticipo; per i concerti a pagamento, si raccomanda l’acquisto del biglietto a partire dalle 18 del giorno stesso del concerto presso la biglietteria del teatro di San Girolamo.

Per informazioni: www.luccajazzdonna.it

Ulteriori punti informativi: Centro Pari opportunità della Provincia di Lucca, Cortile degli Svizzeri, 2 (0583.417.489, centro.po@provincia.lucca.it) e Comune di Lucca, Ufficio relazioni con il pubblico, via del Moro, 17 (0583.44.24.44, urp@comune.lucca.it).

Il programma di Lucca Jazz Donna 2014

Eventi collaterali

Sabato 12 settembre alle 17,30 a Palazzo Ducale (Sala del Trono), inaugura la mostra fotografica di Laura Casotti, fotografa ufficiale del festival, dal titolo “Women in Jazz”, e presentazione del relativo catalogo, realizzati in occasione di questa decima edizione per raccontare gli anni trascorsi. La mostra resterà aperta e visitabile al pubblico in sala del Trono fino al 28 settembre con apertura dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 19.

Segue concerto jazz con Indra Bocchi alla voce e Piero Frassi al pianoforte.
Ingresso libero.

Sabato 19 settembre alle 17,30 a Palazzo Ducale (Sala del Trono), sempre in occasione dei 10 anni del festival, tavola rotonda dedicata ai talenti e alle professioni al femminile “Quando la passione diventa professione”. Partecipano Anna Benedetto (giornalista), Maria Grazia Cipriani (regista teatrale), Ilaria Ferrari (grafica), Laura Casotti (fotografa), Elisa Ghilardi (cantante e docente di canto), Beatrice Venezi (direttore d’orchestra); conduce il talk Michela Panigada.

Ingresso libero.

Sabato 26 settembre alle 18 a Palazzo Ducale (Sala del Trono), il concerto “Aspettando Lucca Jazz Donna 2014” con l’“OldNewQuintet – Messengers Ways” composto da Andrea Imparato al sax, Marco Bartalini alla tromba, Sebastian Marino al piano, Andrea Cozzani al basso, Laura Klein alla batteria.
Ingresso libero.

Domenica 27 settembre dalle 15 alle 18 a Palazzo Ducale (Sala del Trono), workshop fotografico di Laura Casotti con le fotografe e i fotografi che hanno partecipato all’apposito bando e che sono stati selezionati.

Programma

Venerdì 10 ottobre alle 21,15 a Palazzo Ducale (Sala Ademollo), in collaborazione con “Sonata di Mare”, “Quando la musica è donna”: lezione concerto e talk show condotto da Indra Bocchi con la partecipazione dei musicisti Michela Lombardi (voce), Ilaria Biagini (polistrumentista, voce), Sara Grimaldi (voce), Ugo Bongianni (pianoforte), Andrea Pacini (batteria e percussioni), Nino Pellegrini (contrabbasso).
Ingresso libero.

Venerdì 17 ottobre alle 21,15 al teatro di San Girolamo “Musica nuda” con Petra Magoni alla voce e Ferruccio Spinetti al contrabbasso.

Sabato 18 ottobre alle 21,15 al teatro di San Girolamo concerto “Dalla parte delle donne”.

Nel primo set Tineke Postma meets Daniele Gorgone trio, con Tineke Postma al sax, Daniele Gorgone al pianoforte, Aldo Zunino al contrabbasso, Carlo Battisti alla batteria.

Nel secondo set sul palco un gruppo di 14 donne, accompagnate da 3 uomini, per un progetto ideato e diretto da Stefania Scarinzi, già ospite di Lucca Jazz Donna nel 2013: il “Novo Grupo Vocal” è formato dalle voci di Silvia Benesperi, Serena Benvenuti, Indra Bocchi, Claudia Borghesi, Luciana Camarda, Giulia Galliani, Federica Gargini, Irene Giuliani, Alice Innocenti, Elisa Mini, Alessia Pedicini, Paola Rovai, da Gianluca Tagliazucchi al pianoforte ed arrangiamenti, Filippo Pedol al contrabbasso, Stefano Rapicavoli alla batteria e da Carlotta Vettori al flauto traverso.

Giovedì 23 ottobre alle 21,15 al Teatro di San Girolamo prima serata del Premio Lucca Jazz Donna per jazz band emergenti al femminile.

Nel primo set sul palco il Camilla Battaglia Tomorrow Quartet con Camilla Battaglia alla voce, Roberto Cecchetto alla chitarra, Michele Tacchi al basso elettrico, Alessandro Rossi alla batteria.

Nel secondo set è la volta dei “Glorius” con Agnese Carrubba alla voce e al pianoforte, Federica D’Andrea alla voce, Cecilia Foti alla voce e Mariachiara Millimaggi alla voce e pianoforte.

Nel terzo set Daniela Spalletta feat. Urban Fabula, con Daniela Spalletta compositrice, arrangiatrice, autrice dei testi e voce, accompagnata da Seby Burgio al pianoforte, Alberto Fidone al contrabbasso, Peppe Tringali alla batteria.

Nel quarto set i “Lestress” con Simona Cinquini, Giulia Batacchi ed Emanuela Fontana alla voce, accompagnate da Nicola Tontoli al pianoforte.

Nel quinto set il Gloria Trapani Quartet con Gloria Trapani alla voce, Luigi Di Chiappari al pianoforte, Alessandro Del Signore al contrabbasso, Mattia Di Cretico alla batteria.

Ingresso libero.

Venerdì 24 ottobre alle 21,15 al Teatro di San Girolamo, serata finale del Premio Lucca Jazz Donna 2014. Durante la serata sarà scelto il progetto vincitore, al cui gruppo andrà in premio l’incisione in 200 copie; sarà inoltre attribuito dalla giuria ad una sola artista il premio speciale ”LJD Ambassador”, che prevede la partecipazione ad una clinics di Umbria Jazz 2015.

Ingresso libero.

Domenica 25 ottobre alle 21,15 al Teatro di San Girolamo, chiude il Festival 2014 il Giovanni Tommaso “New Generation” Original Project con Nastja Nina al pianoforte e voce, Sade Mangiaracina al pianoforte, Anais Drago al violino, insieme a Giovanni Tommaso al contrabbasso e Nicola Angelucci alla batteria.

Cosa è Lucca Jazz Donna

Lucca Jazz Donna è un festival dedicato alla figura femminile; la cadenza è annuale e il suo scopo è individuare, selezionare e valorizzare la donna nel jazz: nel canto, nella composizione e nell’arrangiamento, nell’uso dei vari strumenti e stili musicali.

È nato nel marzo 2005 perché cadesse nel periodo in cui ricorre la festa della donna, negli anni si è sviluppato in diverse stagioni dell’anno.

Sin dalla prima edizione ha portato a Lucca alcune tra le più grandi stelle del panorama jazzistico. È stata lanciata sul suo palco, quando era un astro nascente, la batterista Kim Thompson, oggi ricercatissima sulla piazza musicale newyorkese. Nel 2006 è stata ospite Ruth Young, ultima compagna di Chet Baker, per anni assente dalla scena musicale. In quella edizione ha fatto la sua comparsa anche un artista d’eccezione, il clarinettista di fama mondiale Tony Scott. Nel 2007 sono state ospiti Nicky Nicolai, la sassofonista americana Lisa Pollard, che è stata elemento stabile dell’orchestra di Duke Ellington, MaiaClaire e Joy Garrison, figlie di Jimmy Garrison. Nel 2008 è stata ospite d’onore la grandissima violinista Regina Carter, ed ha chiuso il festival Roberta Gambarini, considerata l’erede di Ella Fitzgerald, cantante italiana molto conosciuta e apprezzata soprattutto negli Stati Uniti. Nel 2009, edizione dedicata a Billie Holiday a 50 anni dalla sua scomparsa, si sono esibite artiste come Michele Hendricks, Rita Marcotulli e Tiziana Ghiglioni, mentre nel 2010 è stata la volta di Susanna Stivali & Stefania Tallini, Virginia Mayhew, Giuliana Soscia, Claudia Tellini, Carla Marciano e i “Gaia Cuatro” con, dal Giappone, la violinista Ashka Kaneko. Il 2011 ha visto ospiti nomi come la pianista statunitense Dena DeRose l’esuberante talento giapponese Chihiro Yamanaka e la coinvolgente Ana Karina Rossi in “Piazzolla al femminile”. Il 2012, anno in cui il festival si è svolto in due sessioni (una primaverile e una autunnale), ha visto ospiti la cantante statunitense Denise King e Antonella Mazza al contrabbasso e voce, Anna Chulkina al violino e Michela Lombardi alla voce in una serata realizzata in collaborazione con Lubec, salone nazionale dei beni culturali.

Lucca Jazz Donna 2013 è stata dedicata in particolare alle strumentiste, con una vivace e flessibile successione di set in cui sax, chitarra, pianoforte, contrabbasso e batteria hanno regalato note esclusivamente al femminile. Non sono mancate neppure voci importanti come la raffinatissima Barbara Casini, che ha attraversato elegantemente il mondo musicale del Brasile, così come Titta Nesti che ha coinvolto il pubblico nella sua costante ricerca di sonorità.

A partire dal 2008 si è svolto nell’ambito del festival il Premio Lucca Jazz Donna per la migliore formazione jazz emergente al femminile, per valorizzare la crescita dei giovani talenti donne nel jazz. Il concorso ha avuto un discreto successo a livello nazionale, assegnando ogni anno un premio al miglior progetto la cui leader è donna. Al momento è in corso la sesta edizione del premio.

Appuntamento attesissimo per gli appassionati del genere, Lucca Jazz Donna ha registrato negli anni un incremento costante di pubblico e di apprezzamento da parte dei musicisti e degli addetti ai lavori. Il calendario generalmente comprende concerti in diverse location del centro storico, alcuni dei quali a ingresso libero. Il sito della manifestazione è www.luccajazzdonna.it

Il programma dettagliato del festival è consultabile su www.luccajazzdonna.it. Ulteriori punti informativi: Centro Pari opportunità della Provincia di Lucca, Cortile degli Svizzeri, 2 (0583.417.489, centro.po@provincia.lucca.it) e Comune di Lucca, Ufficio relazioni con il pubblico, via del Moro, 17 (0583.44.24.44, urp@comune.lucca.it).

Biglietti e informazioni per il pubblico

Per i concerti del 17, 18 e 25 ottobre, il costo dell’intero è 12 euro, 8 il ridotto. Hanno diritto alla riduzione i soci del Circolo Lucca Jazz, gli over 65 e gli under 25, gli studenti delle scuole di musica del territorio che presentano la tessera di iscrizione.

I concerti del 10, 23 e 24 ottobre, come tutti gli eventi collaterali (tranne il workshop fotografico), sono a ingresso libero.

Dal momento che le location hanno una capienza relativa, l’organizzazione invita gli interessati a presentarsi con un certo anticipo; per i concerti a pagamento, si raccomanda l’acquisto del biglietto a partire dalle 18 del giorno stesso del concerto presso la biglietteria del teatro di San Girolamo.

Organizzazione

Comune di Lucca, Provincia di Lucca, Circolo Lucca Jazz, con il sostegno della Regione Toscana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Banca del Monte di Lucca.

Direzione artistica e coordinamento festival: Patrizia Landi. Da un’idea di Giampiero Giusti.

Fotografo Ufficiale: Laura Casotti – Responsabile accrediti fotografici

Collaborazioni
Opera delle Mura, Azienda Usl 2 Lucca, Fondazione antica zecca di Lucca, Mediaus, Publimax, AnimaJazz, Jazzitalia, Istituto Musicale “Luigi Boccherini” di Lucca, Il Cappellaio Matto Centro Musicale di Lucca, Menicagli Centro Pianoforti di Livorno.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi