Header ad
Header ad
Header ad

Nuove forme di teatroterapia – L’esperienza del Centro di Salute Mentale di Fornaci di Barga

“Avviammo i primi laboratori teatrali per il trattamento riabilitativo e terapeutico del disagio mentale nel 1996, presso il Centro di Salute Mentale della Valle del Serchio, afferente alla ASL di Lucca”. A ripercorrere il “viaggio” è Satyamo Hernández, art-counsellor e regista teatrale cresciuto con Julian Beck nell’esperienza del Living Theatre; da sempre Satyamo è coordinatore dei percorsi artistici, musicali e teatrali, del CSM di Fornaci. “All’interno dei laboratori nel 1999 abbiamo costituito la Compagnia Teatrale Papalagi, che in quindici anni di attività ha portato i propri spettacoli in tutta Italia e che rappresenta oggi una delle realtà più avanzate nel settore.”

Parallelamente, gli studi effettuati in questi anni hanno dimostrato l’efficacia di questa metodologia anche sotto il profilo clinico e scientifico. “Il teatro delle ‘differenze’ o della ‘trasformazione’ rappresenta l’ambito in cui l’arte teatrale diventa terapia – spiega il dott. Mario Betti, psichiatra, responsabile del Servizio di Salute Mentale della Valle del Serchio – diventando cioè strumento per il benessere e la salute. Le tecniche teatrali sono particolarmente efficaci per i problemi della mente, laddove le difficoltà di esprimersi e rapportarsi all’altro fanno tutt’uno con la sofferenza e la patologia. Attraverso il teatro si promuovono infatti le abilità comunicative e relazionali e si facilità l’espressione corporea. Si incrementano inoltre le capacità d’introspezione, quelle cioè che permettono di guardare dentro se stessi  e di elaborare i propri disagi profondi. Si va, quindi, ad agire proprio su quei fattori che caratterizzano la malattia mentale nella sua essenza. Nel teatro, le persona apprende ad interagire e a confrontarsi nel gruppo, in un clima di solidarietà e di accettazione reciproca.”

Una delle tecniche più efficaci fino ad oggi sperimentata attraverso le attività della Compagnia Papalagi di Fornaci è rappresentata dalla messa in scena delle ‘voci interiori’. “Ciascuno di noi – prosegue il dottor Betti – è continuamente assillato da giudizi negativi, ossia da pensieri che suscitano angosce, sensi di inadeguatezza, di vergogna, di colpa. Talora questi pensieri si strutturano in forma di vere e proprie voci che ci attaccano, ci denigrano, ci squalificano. La possibilità di dare espressione a queste voci, di condividerle con gli altri membri del gruppo, di rielaborarle e di trasformarle in forma scenica, consentono di dare vita a percorsi in cui la psicoterapia si coniuga con la creatività e l’arte. All’interno del gruppo, vengono condivisi ed elaborati i propri vissuti psicopatologici e sono proprio questi che forniscono il materiale per la creazione di scene di grande impatto emotivo ed artistico.”

 

Nell’ambito della rassegna “Teatro di Verzura”, venerdì 12 settembre, alle ore 21, presso la Sala delle Feste di Borgo a Mozzano (Lucca) verrà presentato l’ultimo lavoro della Compagnia Teatrale Papalagi, “Viaggio Scosso”, un cortometraggio sulla teatro-terapia che è stato finalista al 4° Film Festival internazionale della salute mentale, nel giugno 2014 a Roma.

Il corto è stato realizzato da utenti, operatori e volontari del Centro di Salute Mentale di Fornaci di Barga (Lucca), attraverso la Compagnia Teatrale Papalagi.

 

Alla serata interverranno:

Mario Betti, psichiatra e attore, responsabile del CSM

Satyamo Hernandez, regista teatrale e art-counsellor

Matteo Brenta, regista televisivo e autore del cortometraggio
Saranno presenti tutti gli attori.

 

Guarda il trailer

https://www.youtube.com/watch?v=4ceIV8IDBNI

 

A proposito di VIAGGIO SCOSSO

Il cortometraggio “Viaggio scosso”, diretto da Matteo Brenta, è un viaggio nell’interiorità umana, laddove si annodano le angosce, le delusioni, i deliri, i drammi emotivi. Al tempo stesso, è un viaggio nella dimensione sociale, laddove tornano a riproporsi i drammi dell’incomunicabilità, della solitudine e della disperazione. Ma in questo viaggio si dipanano anche messaggi di solidarietà, di trasformazione e di rinascita. Da tutto ciò scaturisce una proposta nuova che è al tempo stesso artistica e terapeutica. L’arte – teatrale, musicale, filmica – è il veicolo di un approccio nuovo alla sofferenza dell’anima. Attraverso la creatività sbocciano sentimenti freschi e prospettive inattese.
In questo audiovisivo, viene delineata un’esperienza che, attraverso il lavoro teatrale e la produzione filmica, riesce a toccare la sensibilità di ogni persona. Vengono ripercorse le “scosse emozionali” che hanno consentito ai protagonisti di uscire dai ghetti della sofferenza per accedere a nuove forme di apertura culturale e spirituale. Ossia a una dimensione più autentica della salute.

 

A proposito della COMPAGNIA TEATRALE PAPALAGI

Nata nel 1999 all’interno dell’Associazione A.E.D.O., Arte Espressività e Discipline Olistiche, operante presso il Centro Diurno “Tuiavii di Tiavea” di Fornaci di Barga (afferente alla ASL 2 di Lucca – Valle del Serchio), è formata da utenti e operatori del Centro stesso, operatori teatrali e gente comune. Un gruppo unito dalla voglia di crescere attraverso il teatro e di far sentire la propria voce. Le performances della Compagnia, tra le quali “Papalagi”, “Le voci della metamorfosi” e “La nave dei folli”, nascono dalle attività di studio e ricerca espressiva portate avanti da AEDO e sono state rappresentate in tutta Italia.

AEDO e la Compagnia Teatrale Papalagi rappresentano una delle realtà italiane più avanzate nel settore della teatro-terapia, come testimoniato dai numerosi premi ricevuti. L’ultimo lavoro, “Viaggio scosso” diretto da Matteo Brenta, è stato uno dei 10 cortometraggi selezionati a livello internazionale per partecipare al 4° Film Festival della Salute Mentale “Lo Spiraglio”, svoltosi a Roma dal 5 al 7 giugno 2014.

 

CLICCA QUI per vedere “Viaggio Scosso”

CLICCA QUI per vedere “Papalagi”

 

A proposito di A.E.D.O. Arte, Espressività e Discipline Olistiche

L’Associazione Culturale A.E.D.O. svolge attività di natura sociale, psicologica e spirituale con lo scopo di ideare, organizzare e diffondere iniziative artistiche, terapeutiche e culturali in genere, con particolare riguardo per le attività artistiche, teatrali e musicali, per le discipline olistiche e per tutte le forme di espressività psico-corporea volte a promuovere percorsi di crescita intra-psichica e interpersonale.

Inoltre, attraverso la Scuola Umanistico-Scientifica SCHESIS, A.E.D.O. promuove la continua formazione di professionisti del settore, medici e psicologi in primis, rispondendo all’esigenza di nuovi percorsi formativi che offrano l’opportunità di integrare e completare gli studi accademici.

Al suo interno, l’Associazione A.E.D.O. include: la Compagnia Teatrale Papalagi, i laboratori di teatro e i laboratori a mediazione teatrali del Centro Diurno Tuiavii di Tiavea, il Teatro Civico Popolare di Gallicano, il Laboratorio di teatro d’impegno civile al Teatro Civico, l’atelier di scrittura musicale Radio Radiante, la scuola umanistico-scientifica Schesis (per operatori sanitari) e i Meeting Teatro tra Terapia e Performance.

 

Per saperne di più, visita www.arterapia.it o http://www.schesisformazione.it/ e la pagina Facebook di AEDO.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi