Header ad
Header ad
Header ad

Fashion in Flair, ovvero sia quando lo shopping entra in villa

Dopo il grande successo delle passate edizioni, torna a Lucca (12-14 settembre, Villa Bottini) per il terzo anno consecutivo il “Fashion in Flair”, l’evento che porta lo shopping in villa realizzato con il patrocinio di Confcommercio Imprese per l’Italia – Province di Lucca e Massa Carrara.

Tante le novità del 2014, a partire dal nome che si consolida – appunto – in “Fashion in Flair”, e dalla nuova location di Villa Bottini, una delle dimore storiche più belle e affascinanti di Lucca.

La manifestazione si presenta come una mostra mercato che riconferma come proprio obiettivo quello di valorizzare l’artigianato del settore “moda” nelle sue varie forme.

Una selezione tra i migliori rappresentanti della tradizione e della qualità indiscussa del Made in italy per quanto riguarda l’abbigliamento, gli accessori, i bijoux, le calzature ed i complementi di arredo, artisti “da parete”, i quali avranno la possibilità di esporre le loro creazioni in una location dall’alto valore storico e dalla forte componente scenografica quale è Villa Bottini a Lucca.

L’evento, infatti, mira ad offrire agli artigiani, un palcoscenico che possa valorizzare al meglio la natura artistica intrinseca ai manufatti presentati, mettendo a loro disposizione le nobile stanze della Villa e gli spazi del vasto giardino, ricreando l’armonia ed intima atmosfera di un salotto di altri tempi. Ad impreziosire le sale della Villa, contribuiranno anche le opere di pittori ed artisti contemporanei. Il visitatore avrà così la possibilità di calarsi per qualche ora in uno spazio che racchiuderà in sè i prodotti delle piccole grandi eccellenze italiane, solitamente riservati ai frequentatori delle fiere di settore, avendo la possibilità non solo di ammirare e provare, ma altresì e soprattutto, di acquistare.

Allo stesso modo all’artigiano sarà offerta l’opportunità di avere un contatto diretto con il cliente finale, con il quale solitamente non ha il piacere di avere un confronto diretto, rivalutando e rinnovando quindi in peno, la tradizione della “bottega” che fu.

L’idea nasce principalmente dalla voglia di riattualizzare ai nostri giorni la figura dell’artigiano, del designer di moda e di tutto quello che è il loro lavoro, considerandolo alta espressione di qualità e di tecnica, insistendo sull’idea di un artigianato per sua natura “moderno”, senza con questo dimenticare l’elemento fondamentale della tradizione.

Partiamo in questo dall’idea che nel manufatto artigianale la creazione sia un processo senza fine ed ogni lavoro non sia mai uguale ad un altro e ciò è quello che vogliamo andare a comunicare in questi tre giorni interamente dedicati all’artigianato.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi