Header ad
Header ad
Header ad

MUF e MUST: una nuova vita per i due musei comunali di Lucca

Una nuova vita per il Museo del Fumetto e per il Museo della Città e, complessivamente, un nuovo respiro per i percorsi museali. Il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini ha accompagnato l’assessore regionale Sara Nocentini in visita ai principali musei cittadini, illustrando gli obiettivi dell’amministrazione comunale relativamente al settore culturale e di promozione.

Ciò che l’amministrazione intende attuare con la collaborazione dei soggetti che animano il settore cultura a Lucca, è mettere a sistema i principali musei e luoghi d’interesse del territorio. In questo disegno rientra un’integrazione tra gli spazi espositivi pubblici e privati, le ville della piana, le pievi e anche i sentieri per coloro che vogliono avvicinarsi ad un turismo legato alla natura. La visione d’insieme quindi è che nessun luogo risulti come un’entità a sé, ma che tutto sia integrato e organizzato in modo da creare percorsi d’interesse turistici di qualità in grado di spaziare in diversi contesti.

Una visione d’insieme che, a partire da un percorso museale nel centro storico, si estenda fin oltre le mura e vada a intercettare le splendide ville della piana e i percorsi naturalistici del territorio. Il tutto, ovviamente, accompagnato da una promozione integrata degli spazi e dei luoghi di attrazione in grado di offrire a cittadini e turisti “pacchetti” di alto valore culturale. Secondo l’amministrazione comunale infatti, solo attraverso una promozione complessiva si potrà riuscire a catalizzare a Lucca un turismo stanziale, che si fermi quindi in città per più giorni.

In riferimento particolare al Museo del Fumetto, esso verrà chiuso nelle prossime settimane per rifare gli allestimenti e passerà in gestione a Lucca Comics&Games. La società sarà incaricata di riaprirlo in occasione della manifestazione con un’esposizione “lancio” che sia il prototipo di quello che sarà il MUF d’ora in avanti.

Rinnovamenti anche per quanto riguarda il Museo della Città, MUST. Anch’esso sarà chiuso per permettere alcuni lavori di adeguamento. In particolare il progetto che l’amministrazione intende attuare è quello di integrare la struttura con la Torre Guinigi. A quest’ultima quindi si accederà passando attraverso il MUST. Ma non solo, nel cortile prospiciente il Museo, sarà allestito un book shop e un bar/caffetteria che renderà questo spazio, attualmente non utilizzato, un luogo fruibile e accogliente per i visitatori.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi