Header ad
Header ad
Header ad

TEATRO DEL GIGLIO: PRESENTATE LE STAGIONI D’OPERA E DI PROSA 2014-2015

Sarà una stagione teatrale “senza confini” quella 2014-2015 del Teatro del Giglio, che presenta undici appuntamenti (quattro per la lirica e sette per la prosa per un totale di ventinove recite) sempre più integrati tra loro, puntando su proposte di qualità, importanti coproduzioni liriche nazionali ed internazionali e progetti multidisciplinari che legano il linguaggio del melodramma a quello della prosa. La stagione del Teatro del Giglio è resa possibile grazie al sostanziale sostegno del Comune di Lucca, cui si aggiungono gli apporti del Ministero dei beni e delle attività culturali e della Regione Toscana, e il prezioso contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, oltre all’impegno di Fondazione Banca del Monte di LuccaUnicoop e Gesam Spa. Il cartellone di prosa 2014-2015 è il risultato del sodalizio artistico ed economico del Teatro del Giglio di Lucca con la Fondazione Toscana Spettacolo, l’organismo regionale di programmazione e promozione dello spettacolo dal vivo.

La Stagione Lirica si aprirà nel segno di Giacomo Puccini, riprendendo il percorso di coproduzione con importanti teatri italiani come i partner “storici” Pisa, Livorno e Ravenna, cui si aggiunge quest’anno il prestigioso Teatro Comunale di Modena: in programma La Rondine (22 e 23 novembre) diretta da Massimiliano Stefanelli alla guida di Orchestra e Coro della Toscana, per la regia di Gino Zampieri. L’opera, che dopo il debutto partirà per una impegnativa tournée nazionale protratta fino al mese di febbraio – inaugurerà il mese pucciniano, che da novembre e fino all’anniversario della nascita del Maestro, proporrà una serie di eventi di grande qualità. La produzione de La rondine sarà caratterizzata da due coppie di protagonisti molto speciali: giovani, bravissimi, riconosciuti a livello internazionale ma, soprattutto, italiani: Maria Luigia Borsi, Francesca Sassu, Salvatore Cordella, Leonardo Caimi. A La Rondine si aggiungono altri due importanti titoli del repertorio operistico quali Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini (14 e 15 febbraio), nuova produzione del progetto LTL Opera Studio, che vedrà esibirsi l’OGI (Orchestra Giovanile Italiana) diretta da Nicola Paszkowski e il mozartiano Don Giovanni (28 febbraio e 1 marzo), con l’allestimento dell’Ópera Tenerife coprodotto insieme ai Teatri di Modena e Piacenza. Insieme a questi tre titoli del repertorio più conosciuto, il Teatro del Giglio unirà il miglior Novecento lirico, proponendo al pubblico due perle assolute nel dittico coprodotto con i teatri di Ravenna e Piacenza: in un’unica serata saranno proposti La voix humaine di Francis Poulenc The telephone di Giancarlo Menotti (6 e 7 dicembre)La voix humaine, tratta dell’opera di Jean Cocteau che il pubblico lucchese ha potuto apprezzare nello scorso mese di febbraio grazie alla straordinaria interpretazione di Adriana Asti -, avrà come interprete di questo “monologo per melodramma” Anna CaielloJonathan Webb sarà sul podio dell’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini; regia di Sandro Pasqualetto.

Il cartellone della Stagione di Prosa si aprirà nel ricordo di Eduardo De Filippo a trent’anni dalla scomparsa con Sogno di una notte di mezza sbornia, piece interpretata da Luca De Filippo (10, 11 e 12 ottobre), una commedia scritta nel 1936 dove si parla di sogni, vincite al lotto e credenze popolari di un’umanità dolente, che solo attraverso la superstizione può di pensare a un futuro migliore per sopravvivere al proprio presente. Si proseguirà con la nuova creazione del Teatro Del CarrettoLe mille e una notte (al teatro del Giglio il 24, 25 e 26 ottobre in prima nazionale) firmata da Maria Grazia Cipriani, che si concentrerà sul racconto di Shahrazad, proponendo una ri-lettura del tema drammaturgico legato al presente e ai terribili fatti di cronaca dei nostri giorni, dove le donne sono spesso vittime di violenza. Nel mese di dicembre tornerà a Lucca Paolo Rossi (12, 13 e 14 dicembre) con Il colore è una variabile dell’infinito, varietà teatrale e musicale di Roberta Torre, nato dal desiderio della nota regista cinematografica di ricordare il nonno, l’ingegner Pier Luigi Torre, famoso per la creazione della Lambretta, ma anche aviatore coraggioso e amante di rose e botanica, passione questa che lo porterà a realizzare il suo più grande sogno: l’invenzione della “rosa blu”. Altro grande ritorno sul palcoscenico del Giglio è quello di Franco Branciaroli che sarà interprete di Enrico IV (23, 24 e 25 gennaio) uno dei capolavori di Luigi Pirandello: il grande attore affronta un tema presente nelle sue recenti interpretazioni (Don ChischiotteServo di scenaIl teatrante), dove è centrale il rapporto tra esistenza, realtà e finzione. Alessio Boni e Alessandro Haber saranno ancora una volta insieme in scena ne Il visitatore di Éric-Emmanuel Schmitt, per la regia di Valerio Binasco (6, 7 e 8 febbraio), dialogo fra il vecchio dottor Sigmund Freud (Alessandro Haber) e Dio-il visitatore (Alessio Boni), capitato nella sua casa in Burgstrasse, il 19 nell’aprile del ’38, nei giorni dell’Anchluss. La stagione di prosa si concluderà con due appuntamenti nel segno della divertimento e del grande teatro francese. Il primo avrà come protagonista Emilio Solfrizzi in Sarto per signora di George Feydeau (20, 21 e 22 febbraio): scambi d’identità, sotterfugi, equivoci, amori segreti saranno gli ingredienti di questo divertente vaudeville. Infine l’ultimo appuntamento – in collaborazione con il Teatro Franco Parenti di Milano – avrà come protagonista Gioele Dix ne Il malato immaginario di Moliere (6, 7 e 8 marzo) messo in scena da Andrée Ruth Shammah che proporrà una lettura del testo “senza tempo e di tutti i tempi”, privo di convenzioni, in tensione continua, costruendo con la parola e la sua densità tragicomica, un doppio livello di angoscia esistenziale e gioco teatrale.

la BIGLIETTERIA riaprirà al pubblico il 26 agosto


con il seguente orario:

dal martedi al sabato dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00 (martedì 26 e mercoledì 27 agosto dalle 10.30 alle 13.00)

piazza del Giglio, 13/15
55100 Lucca

tel. 0583.465320 – e.mail: biglietteria@teatrodelgiglio.it

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi