Header ad
Header ad
Header ad

Dal 1° luglio riapre l’Orto Botanico

Martedì 1° luglio riaprirà l’Orto Botanico di Lucca. Sono quasi terminati infatti gli interventi di messa in sicurezza e di eliminazioni dei detriti lasciati dalla tempesta di vento che il 12 giugno scorso ha causato gravissimi danni. Rimosso il fusto del cipresso che si è abbattuto sul tetto della casermetta San Regolo, si attende a giorni la relazione tecnica sulla stabilità del tetto dell’edificio che ospita la sala convegni dell’Orto, la segreteria di Murabilia e la sede Adipa. L’idea è quella, se possibile, di riaprire velocemente struttura e rinviare un eventuale intervento generale di restauro al periodo successivo a Murabilia che si svolgerà il 5, 6 e 7 settembre.
Sotto la guida dell’agronomo Giovanni Ricottone, il personale dell’Opera delle Mura e personale esterno altamente qualificato ha provveduto alla ricognizione di tutti gli alberi dell’Orto verificando la stabilità e le condizioni della grande ‘collezione vivente’ per garantire l’incolumità dei visitatori. In particolare in questi ultimi due giorni una squadra di tree clinber altamenti specializzati, sotto la guida dell’agronomo Piergiorgio Tambellini, sta ispezionando ed eliminando i rami pericolanti degli alberi; un intervento da acrobati condotto in economia, grazie alla disponibilità di questi professionisti. Il monitoraggio e gli interventi di cura per gli esemplari proseguiranno poi nei prossimi mesi seguiti dal consigliere dell’Opera delle Mura Francesco Lunardini.
Orto Botanico e social network – L’Opera delle Mura ha adottato una strategia di promozione dell’Orto Botanico attraverso una pagina Facebook che conta 6751 fan molto attenti ed affezionati alle attività dell’Orto e alle sue piante. Attraverso questa pagina il 12 giugno, a poche ore dalla tempesta, sono state diffuse le immagini del disastro che in pochi giorni hanno fatto il giro del web sensibilizzando il pubblico sui gravi danni patiti. Le foto sono state condivise su ben 556 profili personali di utenti e sono state viste da 411mila persone molte delle quali hanno espresso la propria vicinanza all’istituzione.
Crowdfunding – la diffusione delle immagini dei danni su facebook l’Opera delle Mura è stata l’occasione di lanciare un’azione di crowdfunding attraverso Facebook e i media locali per ricevere donazioni da utilizzare nell’acquisto di nuovi alberi e piante per l’Orto. L’azione non è conclusa e si protrarrà in modo stabile sul sito web dell’Orto Botanico attraverso la creazione di un account che permetta agli utenti di fare con immediatezza donazioni e anche microdonazioni con i più duttili sistemi elettronici. Gli interventi realizzati con questi soldi saranno documentati e raccontati attraverso il sito web e i social in modo da creare una condivisione e un filo diretto fra gli amici dell’Orto botanico e la più antica istituzione scientifica cittadina. Di questi ultimi giorni è la donazione di 500 euro da parte della Scuderia Pantera Lucca che verrà utilizzata per rimpiazzare uno degli alberi abbattuti. Le donazioni possono essere effettuate sul conto corrente intestato a Opera delle Mura di Lucca – castello di porta San Donato nuova, Lucca. IBAN: IT71 M050 3413 7010 0000 0000 648 BIC: BAPPIT22.
Lotta biologica e rispetto dell’ambiente – Una delibera fondamentale del CdA dell’Opera delle Mura ha introdotto dall’anno in corso in modo sististematico la lotta biologica per combattere insetti e agenti patogeni delle piante. Un sistema che limita al minimo e in molti casi elimina l’utilizzo di prodotti fitosanitari chimici. Vengono utilizzati metodi e risorse naturali o introdotti insetti antagonisti che limitano e controllano naturalmente le popolazioni di insetti dannosi che sono particolarmente difficili da contrastare in inverno nelle serre riscaldate; un intervento all’insegna della salute e del rispetto dell’ambiente.
L’Opera delle Mura sta lavorando su un accordo di programma da sottoscrivere con la Regione Toscana, la quale ha stanziato, nell’ambito del Piano Regionale Agricolo Forestale, un capitolo di spesa per la salvaguardia fitosanitario degli alberi del complesso monumentale delle mura. Sulla base di ciò, Opera delle Mura ha stilato un primo progetto di massima, seguendo le indicazione della Soprintendenza, per riqualificare gli alberi presenti sul tratto della circonvallazione che va da Porta S.Maria a Porta S.Iacopo. Sempre in accordo con la Soprintendenza si stanno definendo le modalità operative per il risanamento fitosanitario degli alberi del monumento. 
Visite d’eccezione – Prosegue l’ antica vocazione per le relazioni ad alti livelli. Ieri  (giovedì 26 giugno) infatti ha fatto visita all’Orto il più importante giardiniere del mondo: Gianfranco Giustina curatore dei giardini delle Isole Borromee sul  Lago Maggiore, vincitore del  più prestigioso ed esclusivo riconoscimento internazionale del settore, la Memorial Medal 2014 della Royal horticultural society di Londra. Giustina da anni amico dell’Orto Botanico di Lucca si è intrattenuto in mattinata con i giardinieri per scambiare esperienze complimentandosi per il lavoro e per le collezioni vegetali lucchesi. Altro ospite d’eccezione alcuni giorni fa il prof. Fabio Firenzuoli uno dei massimi esperti italiani di Fitoterapia, direttore del Centro di medicina integrativa dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Careggi (Firenze). Firenzuoli dopo aver elogiato la collezione di piante medicinali dell’Orto ha deciso di effettuare alcune lezioni con i suoi allievi dell’Università di Pisa direttamente nell’Orto lucchese.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi