Header ad
Header ad
Header ad

Vincent Van Gogh in chiave jazz, secondo Fabrizio Desideri e la sua POD

 

Il concerto nel calendario della XII edizione dell’International Academy of Music Festival

Vincent Van Gogh in chiave jazz, secondo Fabrizio Desideri e la sua POD

Domenica 22 giugno alle 18 a Gallicano musiche composte dal clarinettista e ispirate al pittore

Vincent Van Gogh in chiave jazz secondo Fabrizio Desideri e la sua POD. Prosegue il prologo jazz dell’International Academy of Music Festival, che precede i consueti appuntamenti con la musica da camera, e che si svolge in occasione della manifestazione Arcobaleno d’Estate che anima tutta la Toscana. Il jazz d’autore arriva all’auditorium Guazzelli di Gallicanodomenica 22 giugno alle 18 con le musiche di Fabrizio Desideri, clarinettista e compositore che collabora con grandi nomi del jazz italiano come Stefano Bollani, Danilo Rea, Ares Tavolazzi e Petra Magoni.

Sul palco la sua POD Piccola Orchestra Desideri, che eseguirà “Suite épistolaire”, da lui composta ispirandosi alla vita e alle opere di Vincent Van Gogh. Fabrizio Desideri al clarinetto, suonerà insieme a Piero Gaddi al pianoforte, docente assistente del grande Mauro Grossi all’Istituto Musicale Mascagni di Livorno e direttore organizzativo del Festival; al contrabbasso ci sarà Marco Micheli, uno dei maggiori virtuosi di questo strumento, con all’attivo collaborazioni con nomi come Luciano Pavarotti e mostri sacri del jazz del calibro di Chet Baker, George Garzone e Lee Konitz. Insieme a loro Ruben Chaviano al violino, cubano che si esprime ad alto livello sia nel jazz sia nella musica leggera viste le sue collaborazioni con Max Gazzè e Lorenzo Jovanotti; Daniele Paoletti alla batteria, Valeria Barsanti al violino, Angela Paola Landi alla viola e Roberto Presepi al violoncello.

Il festival International Academy of Music, organizzato dalla Scuola Civica di Musica di Castelnuovo, richiama ogni anno musicisti provenienti dai cinque continenti e animerà Castelnuovo, la Valle del Serchio e Lucca fino al 7 luglio con un calendario di 15 eventi di altissimo livello, grazie al sostegno del Comune di Castelnuovo Garfagnana, della Regione Toscana, della Provincia, dell’Unione Comuni della Garfagnana e dei Comune di Camporgiano e Gallicano. A rendere possibile la manifestazione la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e il Banco di Credito Cooperativo di Versilia Lunigiana e Garfagnana.

Il festival si inserisce nell’ambito del progetto “Castelnuovo – Città della Musica”, che dal 2008 promuove il capoluogo garfagnino quale riconosciuto punto di riferimento della musica da camera sotto il profilo della proposta formativa e, soprattutto, per un calendario di concerti di livello internazionale.

Biglietti: ingresso 8 euro, ridotto 5. Info: www.iamitalia.com, pagina Facebook “International Academy of Music” (www.facebook.com/FestivalIAM).

 

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi