Header ad
Header ad
Header ad

A LUCCA “IL CONCERTO GROSSO PER I NEW TROLLS”

 

L’evento, organizzato dalla Fondazione Crl, è in programma sabato 21 giugno alle 21,30

IN SAN FRANCESCO, IL CONCERTO GROSSO PER I NEW TROLLS

Musica classica e rock per raccontare un pezzo di storia della musica italiana.

Uno spettacolo pensato in collegamento ideale con Toscana Arcobaleno d’Estate

Lucca, 11 giugno 2014 – Esiste qualcosa di più sorprendente dell’unione tra musica classica e rock? La risposta è sì. Se a condurre questa strana operazione algebrica, che di algebrico, in realtà, ha solo la lettura degli spartiti, è la materializzazione sul palco di un mito. Grande. Anzi, Grosso. Come il Concerto che si terrà fra meno di due settimane in quello che fu il pantheon della vita religiosa e civile della città: la chiesa di San Francesco. Sabato 21 giugno, infatti, nella Chiesa intitolata al santo di Assisi, la sacralità e l’ordine della musica classica incontreranno l’arroganza del rock nel ConcertoGrosso forse più famoso della storia, sicuramente uno degli esperimenti più affascinanti della musica italiana. Il Concerto Grosso per i New Trolls, appositamente composto 43 anni fa da Luis Enriquez Bacalov, che anni più tardi sarebbe stato insignito del Premio Oscar per la colonna sonora del film Il Postino.

Prodotto e ideato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca anche in collegamento ideale con “Arcobaleno d’Estate”, la manifestazione promossa dalla Regione Toscana, il nuovo evento, il primo di una lunga serie, si terrà all’interno della chiesa restaurata un anno fa e nella piazza antistante. Grazie a un maxischermo, infatti, chiunque potrà godere di tanta musica concentrata in una sola serata. E anche quest’anno, dunque, con l’inizio dell’estate, nel quartiere est del centro storico si alza il sipario su grandi appuntamenti musicali, artistici e culturali. Un “pieno” di rock, pop e musica classica. Un fiume di note che invade piazze, strade, chiostri e chiese. Cornice perfetta per l’esibizione dal vivo di alcuni dei protagonisti della storia del progressive rock italiano. Affiancati, per l’occasione, dall’Orchestra sinfonica e dal coro dell’Istituto musicale “L. Boccherini”, diretta dal Maestro GianPaolo Mazzoli, e dalla violinista Elisabetta Garetti, primo violino dell’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova. E, naturalmente, parte della formazione storica dei New Trolls, oggi UT New Trolls: Gianni Belleno alla batteria e Maurizio Salvi al piano e alle tastiere, accompagnati da Claudio Cinquegrana, Andrea Lavelli, Umberto Dadà e Stefano Genti.

Il “concerto”, che combina insieme la forma del concerto grosso barocco con il rock, caratterizza il prog/rock dei New Trolls, che incrocia e affianca l’orchestra diretta da Mazzoli. Gli esiti? Superlativi. Una sontuosa sovrapposizione di classicità e temprature elettriche, cambi di passo, clima, violini trascinanti, rimandi colti e popolari, cori e cantato in cui BellenoSalvi & Co. fanno ancora la figura dei primi della classe. Un ritorno al sound classic/prog/rock anni Settanta, colorato, poliedrico, in cui i Genesis incontrano i Jethro Tull e arrivano a Rossini, via New Trolls, abbinando passato e futuro della classica e del rock. Ascoltarli sabato 21 sarà come calarsi in una tela d’atmosfere verso un mondo di idee alternative, distinto da una sana e seria ricerca su tutto ciò che si muove nell’ambito della cultura musicale. Oltre al Concerto Grosso, diviso in tre tempi, Allegro, Adagio e Andante, gli UT New Trolls proporranno pezzi tratti dal loro ultimo album, “Do Ut Des”, e non mancheranno le sorprese e le emozioni che hanno segnato tutta la carriera artistica del gruppo.

Nonostante siano passati molti anni, ‘‘Il Concerto Grosso per i New Trolls’’ è un concerto da ascoltare ad occhi chiusi. Perché racconta la storia di una rivoluzione musicale, perché inizia con una panoramica sugli archi per poi sconfinare oltre l’immaginabile grazie all’entrata in scena di batterie, flauti e chitarre. Perché in questa musica si sente la passione di chi l’ha creata. Si avverte la tensione dell’esecuzione dal vivo, insieme con la gioia di chi, dopo oltre quarant’anni, si emoziona ancora nel proporla alle nuove generazioni.

 

 

Ah dimenticavo…

Ogni volta che mi impegno a scrivere o cercare questi articoli da pubblicare lo faccio per tutti i lettori come te che sono interessati a ricevere utili consigli su le cose da poter fare. 

Ma avere un blog e mantenerlo porta via tanto tempo, per questo la più grande soddisfazione per me è ricevere condivisioni e commenti di critica positiva (e negativa)!

Per questo ti chiedo se puoi condividere l’articolo con i pulsanti qui sotto, o commentare l’articolo con la tua opinione al riguardo. Se hai domande, non esitare a farle! LUCCA LIVE. 

 

 

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi