Header ad
Header ad
Header ad

LA SALUTE SI IMPARA SUI BANCHI DI SCUOLA

Continua lunedì 12 e martedì 13 la rassegna La salute si impara sui banchi di scuola, che fa da prologo alla partenza di Versilia è benessere. All’Istituto Comprensivo di Massarosa – lunedì 12 ore 9.00 – si parlerà della salute del nostro pianeta con Dario Albarello, professore del Dipartimento di Scienze Fisiche, della Terra e dell’Ambiente dell’Università di Siena.
A Pietrasanta invece i ragazzi dell’Istituto comprensivo incontreranno alle 11.30 la campionessa di nuoto viareggina Diletta Carli

(http://www.federnuoto.it/discipline/nuoto/azzurri/diletta-carli/1065.html?view=schedaatleta). Con lei ci saranno Virgilio Del Bucchia, presidente Acsi provinciale di Lucca; Luigi Franchini, medico nutrizionista dell’Azienda USL 12 di Viareggio e Matteo Paganelli, psicologo dello sport. L’incontro sarà moderato da Maurizio Bolognesi, giornalista di Radio Bruno.

Martedì 13 maggio a Serravezza – h. 10 Teatro Mediceo – gli studenti dell’ISI Marconi incontrano il campione di rugby  Giovanbattista Venditti per parlare, insieme al presidente regionale del Coni Salvatore Sanzo, allo psicologo Matteo Paganelli e al medico esperto di riabilitazione dell’Azienda USL 12 di Viareggio Andrea Marchetti, di sport come elemento prioritario di formazione e benessere.

LA SALUTE SI IMPARA SUI BANCHI DI SCUOLA è suddiviso in due diversi cicli di incontri:

LA SALUTE DEL PIANETA – Serie di incontri dedicati

a rendere i ragazzi più responsabili e attenti all’ambiente e al futuro del pianeta. Se vogliamo avere la certezza che in futuro energia, cibo e suolo siano sufficienti per garantire uno stile di vita moderno e agiato, è necessario cambiare profondamente il modo di consumare e di vivere. La difesa da eventi naturali potenzialmente dannosi ha dei costi che possono essere affrontati solo se si ha consapevolezza dei rischi cui si è esposti. È importante aumentare il livello di sensibilizzazione sul tema, avendo come obiettivo una maggiore informazione sui rischi, sui comportamenti da tenere di fronte a eventuali calamità e sulle tecnologie disponibili per prevenirne gli effetti. Imparare a convivere con un evento naturale e con i danni derivanti da una mancata preparazione ad affrontarlo, è un obiettivo di crescita culturale e civile.

SPORT, SCUOLA E SALUTE – Il legame tra sport e salute e il ruolo che la scuola ricopre per contribuire al bisogno, non solo di istruzione e conoscenza, ma anche di benessere dei giovani. Sette incontri che coinvolgono le scuole della Versilia e vedono protagonisti medici e atleti per raccontare i benefici dello sport e indirizzare i ragazzi verso lo sviluppo delle proprie potenzialità tramite disciplina e costanza e l’adozione di comportamenti corretti dentro e fuori il campo.

Giovanbattista Venditti (Avezzano, 27 marzo 1990)  – gioca tre quarti nelle Zebre, in Celtic League. E’ soprannominato Il Gran Sasso per via della mole fisica e per le sue origini abruzzesi.

Venditti è cresciuto nella Avezzano Rugby, per poi trasferirsi nel 2006  Roma nella Unione Rugby Capitolina con la quale ha conquisto un campionato Under-17 e uno Under-19. Ammesso a frequentare l’Accademia Federale FIR di Tirrenia, nel 2009 ha firmato un contratto professionistico con il GRAN Parma. Nello stesso anno è anche recordman di mete nel campionato del mondo Under-20 e convocato dal C.T. della Nazionale italiana Nick Mallett per i test autunnali contro Nuova Zelanda, Sudafrica e Samoa.

Dichiarato atleta di interesse nazionale, per la stagione 2010-11 è stato ingaggiato dagli Aironi, franchise italiana in Celtic League.

L’esordio in Nazionale arriva il 4 febbraio 2012, giornata inaugurale del Sei Nazioni a Saint-Denis contro la Francia. Nello stesso torneo ha segnato due mete: una contro l’Inghilterra e una contro la Scozia.

Natura madre matrigna: convivere con i rischi naturali a cura di Dario Albarello

La difesa da eventi naturali potenzialmente dannosi ha dei costi che possono essere affrontati solo se si ha consapevolezza dei rischi cui si è esposti. I terremoti non fanno eccezione a questo semplice enunciato, con l’aggravante di essere eventi rari (nell’esperienza di vita dei singoli cittadini) che però si sviluppano nell’arco di poche decine di secondi, non permettendo nessun tipo di difesa nell’immediatezza dell’evento.

Dario Albarello. Docente di geofisica all’Università degli Studi di Siena, direttore del progetto per la previsione a breve termine dei terremoti ideato dal Servizio nazionale di protezione civile e dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi