Header ad
Header ad
Header ad

“Diversamente Teatro” al Colombo di Valdottavo

E’ “Diversamente Teatro” al Teatro Colombo grazie al progetto sostenuto dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca

 marzo- giugno 2014 Teatro Colombo Valdottavo piazza Tricolore

 Ingresso libero

BORGO A MOZZANO, 11 marzo 2014 – Prende il via da Marzo al Teatro Colombo di Valdottavo il cartellone “Diversamente Teatro”, un percorso sulla diversità reso possibile dal contributo della Fondazione Banca del Monte di Lucca, che ha fortemente creduto e sostenuto questo progetto, con il patrocinio del Comune di Borgo a Mozzano e in partnership con Spazio Leopoldo.

Il cartellone, che è a ingresso libero sia per i laboratori sia per le performances, è stato presentato martedì 11 marzo in conferenza stampa alla Fondazione Banca del Monte da Vincenzo Placido, rappresentante della Fondazione,Silvio Bernardi, direttore Artistico del Teatro Colombo, Lara Panicucci, coordinatrice del progetto, presidente della Filarmonica “Leopoldo Mugnone”, Michela Innocenti, attrice, docente del laboratorio “Diversamente Teatro”.

Viaggi, incontri, connessioni, contaminazioni tra differenze artistiche e diversità abili. Nel luogo dove tutto è possibile, il Teatro. Il Teatro stesso che diviene luogo di ascolti, di creazioni, di ricerca, di sperimentazione, sposando un progetto della musicista Lara Panicucci, in stretta collaborazione con il Direttore Artistico del Teatro Colombo Silvio Bernardi. Un percorso che nasce dalle precedenti esperienze formative e laboratoriali che i due musicisti realizzano da tre anni con la loro Associazione Spazio Leopoldo-Filarmonica “Leopoldo Mugnone” (gestore del Teatro Colombo) su alcuni progetti promossi dalla Regione Toscana, i quali, inevitabilmente, li hanno condotti a confrontarsi con la diversità, dei linguaggi e delle espressioni artistiche, e delle abilità, fino a ciò che comunemente definiamo disabilità.

Diversamente Teatro è un lavoro di ricerca intorno all’indicibile, alla diversità intesa come elemento di unicità, all’innumerabile cuore calato di un atto creativo. Per questo il progetto presenta una serie di laboratori, dove sarà possibile il confronto fra discipline artistiche diverse, linguaggi diversi, contaminare tratti, suoni, immagini, espressioni, luci, disegni, dove i diversamente abili potranno trovare un luogo del possibile che li renda singolarità artistiche, che consenta loro di transitare in un mondo parallelo a quello percepito, con la massima libertà di espressione.

Perché l’arte necessita e si nutre della diversità, in tutte le sue forme.

Il cartellone prevede la realizzazione di alcuni percorsi di formazione e approfondimento, il laboratorio di teatro/musica Diversamente Teatro indirizzato anche ai diversamente abili, con cadenza settimanale da marzo a giugno 2014 condotto dall’attrice Michela Innocenti e dal musicista Silvio Bernardi; sabato 12, domenica 13, lunedì 14 Aprile e sabato 10, domenica 11, lunedì 12 maggio si terrà il workshop di ricerca e improvvisazioneIl mio corpo sa cosa succede – la tecnica è il piacere di capire conClaudio Riggio (chitarra e direzione), Sara Nesti (danza), Piero Bronzi (flauto e sassofoni) Marco Ariano (percussioni, elettronica) un lavoro sul linguaggio del corpo e delle sue molteplici espressioni, in collaborazione con un percorso di formazione condotto da Spazio Leopoldo; lunedì 14 Aprile ore 18:00Lo stato di graziaconnessioni tra disabilità e bellezza, unaconferenza del prof. Francis Jacques Mathieu /Frate Benedetto, e infine sabato 24 e domenica 25 maggio Il workshop di improvvisazione musicale e danza Itinerari Oscuri indirizzato anche ai non vedenticon Claudio Riggio e Piero Bronzi.

I laboratori sono aperti a studenti di musica, danza, teatro, artisti, diversamente abili, i workshop sono un interessante momento di approfondimento anche per formatori, operatori ed educatori, la frequenza è completamente gratuita.

In contemporanea ai laboratori il cartellone prevede la realizzazione di alcune performance artistiche, scaturite dai percorsi di formazione stessi. Giovedì 20 marzo ore 21.30 il Teatro Colombo sarà Lo spazio dei sogni, una perfoming art checoinvolgerà tutti gli ambienti, tra suggestive atmosfere sonore, movimenti, tratti che si attraversano, si amplificano, si modificano, si creano, si cercano, si contaminano.

Protagonisti di queste sequenze di sogni, libere negli schemi e nell’interpretazione, come quadri che confusamente sono stati disposti allo sguardo, saranno la danza e le coreografie di Sara Vannelli, la recitazione di Michela Innocenti, il live painting di Giada Matteoli, le pitture digitali di Luca Casapieri, costretto per la sua tetralgia ad utilizzare il solo movimento della testa, la voce di Federica Nardi, i suoni di Ilario Lecci violino, Serena Panicucci flauto, Lara Panicucci clarinetto, Silvio Bernardi trombone, Federica Bandecchi pianoforte, Andrea Ghelli percussioni.

Un percorso ricco di sfumature, di conflitti e ambiguità, di contaminazioni e devianze che attraversano linguaggi diversi, ma affini, e generi musicali diversi, dove il confine tra ciò che è scritto e improvvisato si ridefinisce, creando connessioni tra autori apparentemente lontani e differenti come Debussy, Puccini, Piazzolla, Chaplin, Morricone, negli inediti arrangiamenti di Silvio Bernardi.

Lunedì 12 maggio ore 21.30il Teatro ospita la performance artistica Il mio corpo sa cosa succede – corpi muti che parlanocon Sara Nesti danza e coreografie, e Domenica 25 maggio ore 21.30otto paesaggi sonori invisibili ai vedenti, performance condotta dal danzatore non vedente Giuseppe Comuniello.

L’ingresso a Teatro ed ai laboratori è libero. Per iscriversi ai laboratori contattare il numero 368.45.37.95 o la mail laboratori@teatrocolombo.it

diversamente teatro locandina.jpg

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi