Header ad
Header ad
Header ad

Ultimo giorno di apertura con concerto per la mostra “IMAGO E OMBRA”

SABATO 8 MARZO

Ultimo giorno di apertura della mostra con concerto

-IMAGO E  OMBRA  La bambola tra gioco costume  e sogno. La collezione Frediani –

Archivio di Stato di Lucca

 Sala affollata e grande interesse per la conferenza “Barbie bambola imperfetta.  Donna perfetta? Evoluzione e rivoluzione del mondo femminile…” che si è svolta giovedì scorso nella Sala Assemblee Assindustria Lucca in Palazzo Bernardini.

Tenuto dalla storica Nicoletta Bazzano, che ha analizzato il significato sociologico della bambola statunitense che da sempre interpreta magnificamente l’eterno femminino, l’incontro è stato organizzato a margine e ad approfondimento della mostra IMAGO E  OMBRA  La bambola tra gioco costume  e sogno. La collezione Frediani in corso presso l’Archivio di Stato di Lucca fino ad oggi sabato 8 marzo con il seguente orario: 10-13/14-17. Alle ore 16 il gruppo musicale Voxalia Ansemble diretto dal maestro Livio Picotti allieterà la visita all’esposizione con un concerto “itinerante” nei saloni dell’Archivio di Stato.

L’esposizione, ha riscosso un grande successo di pubblico e di stampa richiamando appassionati da tutta Italia che sono rimasti colpiti dalla bellezza e dalla varietà dei manufatti esposti nonché dall’eleganza dell’allestimento.

La mostra è a cura di Elisabetta Piccioni Renata Frediani antiquaria lucchese e proprietaria della preziosa collezione che costituisce il fulcro principale della mostra. Questa è arricchita da una sezione dedicata all’antichità, con alcuni pezzi egizi forniti dall’ archeologa Edda Bresciani e da una sezione illustrativa costituita da manifesti, cataloghi, cartoline illustrate e fotografie di bambine ritratte con la loro bambola.

Il percorso prende avvio dalla sezione dedicata alle Bambole nell’Archeologia con i preziosi esempi egizi di figurine in terracotta risalenti al Nuovo Regno (1550-1069 a.C) trovate a corredo funebre in sepolture di bambine.

Si prosegue poi con la prestigiosa Collezione Frediani che riguarda un arco cronologico compreso tra il Seicento e la seconda metà del Novecento e spazia dalle più antiche figure a sfondo sacro e presepiale, alle bambole ottocentesche di fattura francese e tedesca, a quelle americane, tra le quali spiccano le bambole dell’ Alexander Doll Company di Madame Alexander con la serie dedicata a Rossella O’ Hara e le Barbie vintage della Mattel.  Fanno parte della collezione anche le rarissime bambole diCasa Lenci, per la quale Ugo Ojetti forgiò l’acrostico L.E.N.C.I Ludus Est Nobis Costanter Industria (il gioco è la nostra ricerca continua).

Nelle ultime settimane di apertura, l’esposizione si è tra l’altro arricchita di nuovi esemplari, provenienti dalla Collezione Frediani, particolarmente interessanti per  le implicazioni di carattere sociale e politico ad essi connessi. Si tratta delle Maschiette (su disegno di Marcello Dudovich) e del Balilla, realizzati nel decennio 1920-1930 dalla manifattura Lenci.

Per informazioni

Archivio di Stato di Lucca, Palazzo Guidiccioni, Piazza Guidiccioni, 8 – Lucca

Tel. 0583-491465, as-lu@beniculturali.itwww.archiviodistatoinlucca.it

A corredo dell’esposizione, è possibile acquistare il catalogo, edito da Pacini Fazzi Editore, con testi introduttivi e le schede descrittive delle opere in mostra.

Esposizione realizzata grazie al sostegno di Provincia di Lucca, Comune di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Banca del Monte di Lucca, Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Centro Studi sull’arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti, Studio SGRO.       

Allestimento curato dall’ architetto Marco Arrigoni e Mostre&Mostre di Marco Bertini

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi