Header ad
Header ad
Header ad

Molte iniziative per i 25 anni della Mostra delle Antiche Camelie della Lucchesia

Per i 25 anni della Mostra delle Antiche Camelie della Lucchesia in programma iniziative anche nel centro storico di Lucca

Un ‘Percorso delle Camelie’ all’interno della città di Lucca. E’ una delle principali novità della 25a edizione della Mostra delle Antiche Camelie della Lucchesia che si svolgerà per tre fine settimana consecutivi a S. Andrea e Pieve di Compito a partire da sabato 15 marzo. In occasione dello speciale compleanno il Centro Culturale Compitese e il Comune di Capannori hanno messo a punto un programma molto ricco di eventi che, oltre a coinvolgere il Borgo delle Camelie e il territorio comunale di Capannori, interesserà anche Lucca.

Le iniziative lucchesi, previste da un protocollo d’intesa siglato da Comune di Capannori, Comune di Lucca,  Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Istituto Opera delle Mura e Centro Culturale Compitese si articoleranno, a partire da venerdì 7 marzo, in due mostre di pittura, un evento collegato alla Festa della Donna e alcuni percorsi alla scoperta di splendide piante secolari di camelia presenti nel centro storico  della città.
“Per festeggiare la speciale ricorrenza della mostra delle Camelie abbiamo voluto sviluppare una collaborazione con Lucca – afferma l’assessore alla cultura, Lara Pizza -, perché crediamo che in questo modo possano essere valorizzati e integrati i punti di forza della mostra del Compitese con il patrimonio storico monumentale presente nel centro storico della città, che vanta anche una grande tradizione nell’ambito della botanica. Creare sinergie tra i due territori è sicuramente molto positivo, perché dà vita a scambi culturali e promuove uno sviluppo integrato del turismo. Ringrazio tutti gli enti che hanno permesso la realizzazione di questa nuova iniziativa”.
“Scoprire il percorso delle Camelie anche a Lucca nell’ambito della riconosciuta rassegna Antiche Camelie della Lucchesia è per noi motivo di soddisfazione – spiega l’assessore alla cultura del Comune di Lucca, Alda Fratello –. Ringrazio per questo il Comune di Capannori, per la sinergia che siamo riusciti ad instaurare a servizio della bellezza e della scoperta delle peculiarità del nostro territorio. I tanti appassionati, cittadini e turisti, potranno riscoprire sotto una nuova luce alcuni dei luoghi significativi della città come Villa Bottini, il complesso di San Micheletto e l’Orto Botanico”.
“La tradizione legata alle camelie del nostro territorio trova una collocazione ideale all’interno della storica rassegna organizzata dal Comune di Capannori  – aggiunge il presidente di Opera delle Mura, Alessandro Biancalana –. Il percorso legato alle Antiche Camelie della Lucchesia sarà in questo modo valorizzato e fatto conoscere ad un più vasto pubblico. Rientra in questo percorso l’Orto Botanico, un vero e proprio museo a cielo aperto, il quale merita di essere polo attrattivo e di richiamo visto l’immenso patrimonio arboreo in esso contenuto. Per la prima volta quindi siamo ben lieti di aprire questo gioiello anche nell’ambito della mostra delle camelie”.
“Con sincero piacere la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca ha accolto e da subito sposato questa ormai storica iniziativa – afferma il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Arturo Lattanzi –  che dal nostro punto di vista vede valorizzare, quest’anno per la prima volta, anche i bellissimi spazi esterni della sede di San Micheletto. L’adesione è stata immediata anche in ragione dello spirito di una manifestazione che si rinnova di anno in anno.”
“Quella con Lucca è una collaborazione molto importante – afferma Augusto Orsi, presidente del Centro Culturale Compitese -. Finalmente viene messa in atto una proficua sinergia tra i due comuni. Noi come mostra Antiche Camelie della Lucchesia e Centro Culturale Compitese siamo onorati di questa collaborazione di cui beneficia anche Lucca, ora al centro dell’attenzione con le nostre mostre. Vorremmo che questo scambio proseguisse anche nel futuro, con la nostra partecipazione alle manifestazioni di Lucca”.
Gli eventi lucchesi prenderanno il via venerdì 7 marzo a Villa Bottini con l’inaugurazione di due mostre: la VIII Mostra Nazionale di Pittura e Disegno Botanico e la Mostra di Pittura di Isabel Pacini, ‘Cuore di camelie’, a cura di Marco Palamidessi. Nell’occasione  sono in programma una degustazione di tè e dolcetti giapponesi a cura dell’associazione culturale italo-giapponese ‘Iroha’ di Firenze e un piccolo intervento musicale a cura del Laboratorio musicale ‘La Rondine’.
La mostra di pittura e disegno botanico  è una collettiva di pittura botanica – un’antica disciplina che unisce i significati sia artistici che scientifici della natura -dei pittori Marta Materni, Marina De Palma, Irene Barkmann, Franca Urban, Simona Rinelli Ceradini, Mariachiara Salvadori, Giovanna Guzzardi.
La personale della giovane artista di origine belga, Isabel Pacini ‘Cuore di Camelie’ si compone di 25 tele, una per ogni anno compiuto dalla mostra. Il soggetto floreale è indubbiamente molto amato dall’artista, tanto da divenire pressoché esclusivo, l’unico con cui si è confrontata, ripetutamente e costantemente, nel corso di questi ultimi anni.
Le mostre saranno aperte al pubblico fino al 30 marzo, con ingresso libero il mercoledì, giovedì e venerdì  dalle 15.30 alle 18.00 e il sabato e la domenica dalle 10.00 alle  19.00.
L’itinerario lucchese dedicato alla camelia sabato 8 marzo farà tappa in piazza S. Michele in occasione della ‘Festa della Donna’, dove in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità del Comune di Capannori saranno allestiti alcuni gazebo e sarà fatto omaggio alle donne di piantine di camelia e di un rametto di mimosa. In programma anche interventi musicali con il coro dei bambini e delle mamme del laboratorio musicale ‘La Rondine’.
 Sabato 15 marzo il ‘Percorso delle Camelie’  proseguirà con visite guidate  alla scoperta di alcune piante secolari di camelia presenti nel centro storico,  tra le quali gli esemplari di Villa Bottini, del complesso di S. Micheletto e dell’Orto Botanico. Le visite, gratuite, proseguiranno fino al termine della mostra, saranno guidate dagli studenti dell’Istituto Agrario Busdraghi di Mutigliano e si svolgeranno il sabato e la domenica alle 11 e alle 15.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi