Header ad
Header ad
Header ad

Venerdì 14 febbraio 2014 il secondo seminario gratuito sul risarcimento del danno biologico

L’incontro è accreditato dall’Ordine degli Avvocati e dei Medici della Provincia di Lucca

Prevenzione e conoscenza del rischio per ridurre i danni da attività sanitarie alle persone

Venerdì 14 febbraio 2014 il secondo seminario gratuito sul risarcimento del danno biologico

 Sono aperte le iscrizioni

Errori in sala operatoria, referti scambiati, diagnosi sbagliate. Sono aperte le iscrizioni al secondo seminario gratuito sul danno alle persone da attività sanitarie dal titolo “Risk Management e gestione del contenzioso dopo il decreto Balduzzi”, che si terrà venerdì 14 febbraio nella Sala Ademollo di Palazzo Ducale. Il convegno è realizzato dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca, dall’Azienda USL2 Lucca e dal COMLAS (Coordinamento  Medici Legali Aziende Sanitarie), con il patrocinio di Comune di Lucca e Provincia di Lucca e con il contributo organizzativo di “Scudo Consulting & Training”.

A numero chiuso e riservato ai medici, ai medici legali, agli avvocati ed agli operatori del settore di entrambe le discipline, il seminario affronterà un argomento di grande attualità, quello dell’“errore sanitario” – responsabilità del medico e conseguenze civili e penali −, tema che tocca diversi settori e che stimola spesso l’attenzione dei media.

Dopo i saluti del vicepresidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Giuliano Nieri, il presidente di Scudo Consulting & Training Andrea Casali ha ricordato durante la conferenza stampa di presentazione (in allegato uno scatto di Foto Alcide) il successo riscosso dalla scorsa edizione del seminario, incentrata sui danni alle persone da attività sanitaria.

A un anno dall’approvazione del decreto Balduzzi – sono state le parole di Massimo Martelloni, direttore sanitario di Medicina Legale Clinical Risk Manager Azienda Usl2 di Lucca – questo seminario è utilissimo per poter tracciare conseguenze ed obiettivi rispetto ai cambiamenti normativi richiesti ed in atto nella sanità italiana. In particolare, l’articolo 3 introduce il Risk Management all’interno delle aziende sanitarie, con lo scopo di ridurre i costi da eventuali danni, di prevenirli il più possibile e anche di gestire direttamente, come ente pubblico, i contenziosi legali. In questo, la Regione Toscana per prima si è adeguata, seguendo l’esempio della Danimarca”.

Si tratta di un’iniziativa molto utile ed interessante – ha detto il direttore sanitario dell’Azienda USL 2 di Lucca Joseph Polimeni –. Non solo colma una mancanza formativa professionale, quella relativa alle procedure amministrative, che non viene affrontata in maniera adeguata nei corsi di laurea, ma crea un fil rouge tra gli operatori dei settori medico, legale ed amministrativo che è da auspicare ed implementare. Le nostre sono aziende complesse, ed il cittadino impatta con vari professionisti con funzioni diverse. È quindi fondamentale l’analisi e la prevenzione del rischio: prevenire un rischio significa infatti abbassare i costi personali, sociali e pubblici di eventuali danni”. Cosa cambia per gli operatori sanitari? E per i cittadini? “Per i primi deve crescere la cultura sulla prevenzione del rischio, non solo per quanto riguarda l’appropriatezza clinica, ma anche organizzativa. Per i secondi, migliora la sicurezza rispetto ai rischi di danno”.

Il programma del seminario

Dopo i saluti istituzionali del presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca Alberto Del Carlo, che presiede l’incontro, del Presidente Consiglio dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri Umberto Quiriconi, del Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati Alessandro Garibotti, il direttore generale dell’AUSL2 Lucca Antonio D’Urso, a partire dalle 14,30, esperti qualificati si avvicenderanno per analizzare la questione da vari punti di vista.

A intervenire saranno: l’avvocato Luca Nocco, ricercatore a contratto di Diritto Privato Comparato della Scuola Sant’Anna di Pisa, il dottor Aldo Cicala, Procuratore Capo della Repubblica – Procura della Repubblica Tribunale di Lucca, l’avvocato Adriano Montinari, titolare dello Studio Legale Montinari di Lucca, il dottor Francesco Terrusi, consigliere Corte di Cassazione, il professor Massimo Martelloni, presidente COMLAS e direttore S.C. Medicina Legale Clinical Risk Manager AUSL2 Lucca, il dottor Gilberto Martinelli, specialista in Medicina Legale, il professor Ranieri Domenici, ordinario di Medicina Legale dell’Università di Pisa, il dottor Riccardo Tartaglia, responsabile Centro Gestione Rischio Clinico e Sicurezza del Paziente della Regione Toscana. A conclusione, dibattito.

L’evento è stato accreditato dall’Ordine degli Avvocati della Provincia di Lucca e dall’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Lucca. Per confermare la partecipazione, rivolgersi alla segreteria organizzativa “Scudo Consulting & Training”: viale San Concordio n.81 – 55100 Lucca; fax 0583418368, e-mail segreteria@scudo.org.

Questo comunicato è presente su: http://www.fondazionebmlucca.it/vedinews.php?news=195

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi