Header ad
Header ad
Header ad

“Lucca agli inizi del 900” – Incontri alla Fondazione Ragghianti

Lucca agli inizi del 900”

– NUOVA RASSEGNA DI INCONTRI ALLA FONDAZIONE RAGGHIANTI –

 Un ciclo di appuntamenti per approfondire il

contesto culturale e artistico lucchese e toscano del primo ‘900

Dopo il ciclo di conferenze volte ad approfondire i temi dell’arte decorativa italiana del ‘ 900 realizzate lo scorso anno in contemporanea all’esposizioneLa forza della modernità. Arti in Italia 1920-1950, la Fondazione Ragghianti inaugura, venerdì 7 febbraio alle ore 17.30 presso la Sala conferenze di San Micheletto, un ciclo di incontri dedicati ad approfondire i temi della mostra Umberto Prencipe e la Toscana Tra modernità e tradizionein programma dal28 Febbraio al 22 Giugno 2014.

La mostra, che prenderà in esame il rapporto dell’artista con il paesaggio e la scena culturale della Toscana e in particolare con la città di Lucca e i suoi dintorni, è organizzata dalla Fondazione Ragghianti, detentrice di una cospicua collezione di opere dell’artista recentemente acquisite per donazione. L’esposizione, a cura di Teresa Sacchi Lodispoto e Sabrina Spinazzè, si avvale del sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della collaborazione dell’Archivio Umberto Prencipe di Roma.

Il primo dei tre incontri del ciclo “Lucca agli inizi del 900”, volti ad indagare il contesto culturale e artistico lucchese del primo 900, è in programma venerdì 7 febbraio alle ore 17.30 presso la sala conferenze del Complesso Monumentale di San Micheletto.

Introdotto dal direttore della Fondazione Ragghianti Maria Teresa Filieri, vedrà la storica dell’arte Silvestra Bietolettiintervenire sul tema Cultura figurativa a Lucca nel primo Novecento, indagando l’ ambiente artistico lucchese durante la direzione dell’Istituto Passaglia da parte di Alceste Campriani, dal 1911 al 1921, anni importanti per l’evoluzione del gusto che dalle influenze volge gradualmente verso le inflessioni classiciste e che vedono nascere libere associazioni come la Ars Lucensi, eccellente manifestazione della volontà di rinnovamento figurativo nel solco di una tradizione illustre.

Gli incontri successivi :

Venerdì 14 marzo ore 17.30

Paesaggi del Novecento, paesaggi oggi

A cura di Arch. Gilberto Bedini

Giovedì 10 aprile ore 17.30

Il ruolo di Ugo Ojetti nella vita culturale italiana della prima metà del Novecento

A cura di Fabio Amico

Per informazioni: 0583/467205 – info@fondazioneragghianti.it

 

Lucca at the beginning of ‘900”

New series of conferences at Fondazione Ragghianti intent on deepening the social, artistic and cultural background of Lucca at the beginning of ‘900

After the series of lectures intent on deepening the themes of the decorative art in Italy in the XX century, which took place last year during the exhibition “The strength of modernity. Arts in Italy 1920-1950”, the Fondazione Ragghianti opens on Friday February 7th at 5.30 pm, a series of conferences dedicated to expand on the themes of the exhibition Umberto Prencipe and Tuscany. Between modernity and tradition scheduled from February 28th to June 22nd 2014.

The exhibition which examines the relation between the artist and the landscape and with the cultural scene of Tuscany and above all with Lucca and its surroundings, is organized by the Fondazione Ragghianti, owner of a wide collection of the artist’s artworks, recently acquired through a donation.

The show, cured by Teresa Sacchi Lodispoto and Sabrina Spinazzè, has the support of the Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca and the collaboration of the Archivio Umberto Prencipe in Rome.

The first of the three conferences “Lucca at the beginning of 900, will take place on Friday February 7th at 5.30 pm at the conference hall of the Monumental Complex of San Micheletto.

Introduced by the director of the Fondazione Ragghianti Maria Teresa Filieri, the conference will see the art historian Silvestra Bietoletti speaking about the theme Figurative culture in Lucca at the beginning of ‘900, examining the artistic environment of Lucca during the direction of the Istituto Passaglia by Alceste Campriani from 1911 to 1921. These are fundamental years for the evolution of the taste which gradually goes towards classicistic influences and they see the arising of free associations such as the Ars Lucensi, an extraordinary expression of the will of a pictorial renewal in the wake ofan illustrioustradition.

Following conferences:

Friday March 14th , at 5.30 pm

Landscapes of the XX century, landscape today

By Architect Gilberto Bedini

Thursday April 10th at 5.30 pm

The role of Ugo Ojetti in the Italian cultural life at the first half of the XX century

By Fabio Amico

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi