Header ad
Header ad
Header ad

Verso il nuovo Campo di Marte: se ne parla venerdì 31 gennaio a palazzo Orsetti

Verso il nuovo Campo di Marte: se ne parla venerdì 31 gennaio a palazzo Orsetti – I rappresentanti istituzionali del territorio si confronteranno sul futuro di un’area considerata strategica per lo sviluppo futuro della città

LUCCA – Sul futuro di Campo di Marte si svolgerà venerdì prossimo (31 gennaio) a palazzo Orsetti un incontro promosso dall’amministrazione comunale con i rappresentanti istituzionali del territorio lucchese.

L’appuntamento, fissato inizialmente per domani e successivamente posticipato a venerdì per sopravvenuti impegni istituzionali del sindaco, vedrà, oltre a quella del primo cittadino Alessandro Tambellini, la presenza del presidente della conferenza dei sindaci, della Provincia, dei parlamentari e dei consiglieri regionali espressione del territorio.

Nel corso di questo primo incontro, a cui faranno seguito altri con la città per raccogliere idee e suggerimenti sul futuro di un’area considerata assolutamente strategica per lo sviluppo futuro,  l’amministrazione comunale illustrerà ai presenti il percorso decisionale e partecipativo che nel giro di poco più di tre mesi dovrà produrre da una parte indicazioni precise sulle dinamiche di utilizzo dello spazio e dall’altra una serie di indirizzi relativi alla definizione delle funzioni e dello sviluppo degli spazi presenti (in tutto 41 tra padiglioni, spazi commerciali, fabbricati e manufatti destinati ai servizi e aree esterne) e delle infrastrutture, nell’ambito delle quali dovrà essere necessariamente previsto il collegamento tra l’area -che anche dal punto di vista fisico si presenta attualmente come un polo isolato- e il resto della città.
I lavori, che si svolgeranno nella sala degli Specchi a partire dalle 9.30, prevedono una introduzione generale sul tema da parte del sindaco e la successiva apertura del dibattito, con la raccolta dei vari contributi dei presenti in sala.
L’idea progettuale su cui l’amministrazione comunale ha frattanto avviato le necessarie  verifiche è quella relativa ad una cittadella dei servizi alla persona, in modo da raccogliere qui una serie di strutture pubbliche e private rivolte all’handicap, alle persone anziane, ma anche alla medicina sportiva e della riabilitazione, nonché un campus scolastico che preveda il trasferimento in loco degli istituti scolastici che fanno attività di formazione nel settore dei servizi alla persona.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi